3a giornata: i risultati

di Diego

Ritten Sport – Asiago 4 – 2 (2-0) (1-1) (1-1)

Marcatori: HALKIDIS G. (REN DOWN B. , RYMSHA S.) 6:06, ANSOLDI L. (REN RYMSHA S. , HALKIDIS G.) 18:57, TESSIER J. (ASI TREVISANI C. , CIRONE J.) 23:43, HALKIDIS G. (REN DOWN B.) 25:52, PITTIS J. (ASI IANNONE P. , TREVISANI C.) 51:33, DAGENAIS R. (REN ) 59:53

Continua la marcia del sorprendente Renon, che dopo aver battuto Cortina e Bolzano, sconfigge anche l’Asiago rimanendo così in testa a punteggio pieno dopo 3 turni.
Dei 4 goals complessivi realizzati dalla formazione di Ivany, tre sono stati realizzati dai terzini della prima linea di difesa Halkidis e Dagenais: il canadese con passaporto greco ha iniziato molto bene la stagione, dimostrando come la brillante carriera giovanile in Ontario Hockey League non fosse un caso mentre Dagenais, che ha realizzato ieri sera l’empty goal net della sicurezza, è alla sua prima realizzazione nel nostro campionato.

Prima battuta dal resto per la squadra di Martino, apparsa meno brillante rispetto a sabato, che non è riuscita a far valere la sua maggior esperienza e fisicità sul ghiaccio di Collalbo.

Brunico – Bolzano 3 – 1 (1-1) (0-0) (2-0)

Marcatori: RAMOSER R. (BOL ALDERUCCI C. , PERUZZO D.) 5:26, KOWALCZYK P. (BRU MAIR C. , ERIKSSON N.) 10:42, OLSSON D. (BRU KNOX R. , ERIKSSON N.) 41:20, BOMAN J. (BRU ERIKSSON N. , ANDERSSON H.) 48:24

Dopo 19 anni il Brunico vince il derby contro il Bolzano davanti a quasi 1700 spettatori. Vittoria meritata quella dei lupi, ora al secondo posto con 5 punti dopo 3 giornate. La squadra di casa ha dimostrato ancora una volta di essere messa molto bene sul ghiaccio, unendo alla buona organizzazione di gioco le ottime individualità degli stranieri scelti, entrati tutti( tranne il forte difensore Lundstrom) nel tabellino della partita.
Per il Bolzano, ancora fermo a 0 punti dopo tre giornate, non è bastata la marcatura iniziale di Rolly Ramoser; la squadra ancora una volta ha dimostrato limiti qualitativi davanti.

Milano – Cortina 2 – 4 (1-1) (0-1) (1-2)

Marcatori: SAVOIA R. (MIL BORGATELLO C. , FELICETTI D.) 10:43, TUZZOLINO A. (COR DE BETTIN G. , DA CORTE L.) 12:13, GORDON R. (COR HAMMAR J. , EKELUND P.) 21:5, HAMMAR J. (COR GORDON R.) 43:48, CHRISTIE R. (MIL CHITARRONI M. , HELFER A.) 52:10, GROSSI D. (COR GORDON R.) 59:44

Il Cortina, che ha dimostrato una buona organizzazione di gioco ed un maggior ordine tattico rispetto ai rossoblu, espugna l’Agorà di Milano e si rilancia in classifica. Gli ampezzani, subito il goal di Ryan Savoia, in grado di deviare un tiro dalla blu di Borgatello, hanno ribaltato il risultato prima sfruttando un errore difensivo di Mansi, capitalizzato da Tuzzolino dopo uno splendido passaggio di De Bettin e poi con Gordon, che ha sorpreso Eriksson con un forte tiro one-timer sotto la traversa. Dopo la terza marcatura di Hammar il Milano si è gettato all’arrembaggio, accorciando le distanze con Christie e sfiorando in un paio di occasioni il pareggio. Grossi, a porta vuota, ha chiuso i conti permettendo a coach Rolf Nilsson di festeggiare il primo successo stagionale.