Cinquina biancorossa a Linz

Il “vero” ritorno di coach Greg Ireland coincide con una vittoria per 1-5 sul sempre difficile ghiaccio di Linz, dove i biancorossi faticano a contenere la pressione avversaria nelle fasi iniziali del match per poi prendere in mano il pallino del gioco e non mollarlo più fino alla fine.

2021-12-17 Sport, Ice Hockey, Austria, Linz, LinzAG Eis Arena,
Steinbach Black Wings Linz – HCB Südtirol Alperia Bozen;
photo: (c) Hannes Draxler, picture shows:; Black Wings Linz #20 PELLETIER Will; HCB Südtirol Alperia Bozen #92 FINDLAY Brett

Black Wings subito pericolosi all’inizio della partita con un tiro di Kantola che Fazio riesce comunque a fermare, accusando però il colpo; prova a rispondere subito il Bolzano, ma la difesa dei padroni di casa riesce a liberare la zona senza troppi problemi. Il Linz continua a tentare di fare la partita, mettendo sotto pressione la difesa dei Foxes che però, in contropiede, rischiano il colpaccio con un tiro di Miceli che per poco non beffa Coreau in mezzo ai gambali. Il Bolzano si fa vedere ancora davanti alla gabbia avversaria con un tiro di Halmo prima e con una conclusione di Maione, deviata da un compagno, poi; i padroni di casa però passano inopinatamente in vantaggio con una staffilata di Lebler che si infila sotto la traversa, ma la partenza dell’azione pare viziata da un’irregolarità ai danni di Halmo non rilevata dagli arbitri. I biancorossi provano subito a reagire, ma faticano a trovare varchi nel dispositivo difensivo messo sul ghiaccio da coach Summanen; rispondono i Black Wings con un tiro di Rumble che chiama ancora Fazio all’intervento. La partita non decolla dal punto di vista delle emozioni, le due squadre faticano a creare occasioni da rete nitide; il Bolzano cerca di alzare il baricentro, ma il Linz chiude bene gli spazi davanti a Coreau. La prima penalità del match è ai danni dei Foxes, con Mizzi mandato in panca puniti per boarding; Linz prova subito ad approfittarne con Lebler che, alla prima occasione cicca il disco da buona posizione e poco dopo si vede deviare il tiro. Il Linz assedia la zona difensiva biancorossa, ma la difesa del pk dei Foxes è ostinata anche se leggermente in affanno; il Bolzano trova comunque il modo di rendersi pericoloso al termine dell’inferiorità numerica con Alberga che recupera un disco sulla blu di attacco e per poco non beffa Coreau fra i gambali. Nonostante la riguadagnata parità numerica, il Bolzano fatica non poco ad uscire di zona ed a trovare il ritmo partita; la partita si alza comunque leggermente di tono: i biancorossi ci provano con una combinazione Alberga-Maione, i padroni di casa rispondo in transizione con Kantola. Il Linz si comporta bene dalla rossa di metà campo in su, ma si dimostra più fragile dietro se aggredito con una certa continuità, cosa che il Bolzano non riesce a fare se non in occasioni sporadiche; Romig ci prova al termina dell’ennesima transizione dei Black Wings, senza però trovare fortuna. Arriva anche la prima penalità di serata per Linz, con Smith che sgambetta Alberga e viene perciò mandato nel penalty box dagli arbitri; il Bolzano avrebbe subito un’occasione d’oro con Findlay che prova a beffare Coreau che riesce a salvare, ma il portiere dei padroni di casa non può nulla sul tiro di Plastino che, forse deviato da Halmo, termina alle sue spalle. Il gol del pareggio sembra scatenare i Foxes che poi si rendono pericolosi con Frigo, Halmo e Tauferer in rapida successione, mentre Linz sembrerebbe aver perso parte della sicumera mostrata fino a pochi istanti prima. Il Bolzano trova anche il gol del vantaggio grazie ad una fucilata di Findlay, pescato da un bellissimo passaggio di Gazley, che sbatte sotto la traversa e si infila in rete alle spalle di un esterrefatto Coreau. Il Linz non ci sta e torna a premere, chiamando Fazio ad una parata non semplice sul tiro centrale di Rumble, ma alla prima sirena è il Bolzano ad andare al riposo in vantaggio di una rete.

I padroni di casa provano a partire forte all’inizio della frazione centrale e con Pelletier provano ad

2021-12-17 Sport, Ice Hockey, Austria, Linz, LinzAG Eis Arena,
Steinbach Black Wings Linz – HCB Südtirol Alperia Bozen;
photo: (c) Hannes Draxler, picture shows: Black Wings Linz #41 SMITH Colin; HCB Südtirol Alperia Bozen #88 ALBERGA Dominicio

impegnare Fazio, ma questa volta il Bolzano tiene il baricentro più avanzato e riesce a rispondere colpo su colpo alle incursioni avversarie. Linz non riesce a fare breccia nella difesa biancorossa ed il Bolzano prova a calare il tris con un tiro di Tauferer ben parato da Coreau prima e con un tiro ravvicinato di Frank, ben imbeccato da Findlay, che viene ribattuto poi. Poco dopo ci prova anche Maione con una fucilata dalla blu, ma la difesa del Linz riesce in qualche modo a liberare la situazione che si stava ingarbugliando davanti a Coreau. I Black Wings si fanno comunque vedere grazie ad una bella azione caparbia di Lebler, la cui deviazione viene però deviata da Mizzi; poco dopo ci prova anche Gregorc dalla distanza, senza fortuna. Bolzano torna a premere e la retroguardia di Linz va in difficoltà, Ciampini prova a colpire dalla sua “mattonella”, ma non alza il disco a sufficienza. Gli arbitri fischiano un fallo a Wolf ed il Bolzano si rende subito pericoloso con una mischia davanti a Coreau che riesce a salvarsi, poi il powerplay biancorosso non riesce più ad essere efficace e la superiorità numerica termina senza reti. Catenacci e Ciampini partono in 2 contro 0, ma il numero 7 dei Foxes tenta la conclusione personale anziché provare a servire il compagno, fallendo così una bellissima occasione. Scampato il pericolo, i Black Wings sfiorano il gol dopo che Bernard si è fatto soffiare il disco, poi ci prova anche Rumble senza trovare il bersaglio; poco dopo i Foxes rischiano grossissimo quando un disco attraversa tutto lo specchio della porta. Proprio nel momento migliore del Linz, il Bolzano cala il tris con un tiro di DeHaas che termina la sua corsa all’incrocio dei pali alle spalle di Coreau e che gli arbitri concedono anche dopo l’istant replay. Il terzo gol sembra tagliare le gambe ai padroni di casa che rischiano poi sulle conclusioni dalla distanza di Plastino, Maione e Trivellato. A mezzo minuto dalla sirena, gli arbitri mandano in panca puniti Rotter per ostruzione, ma il Bolzano non riesce a trovare la rete e va al secondo riposo sul doppio vantaggio.

Mathew Maione (HCB Südtirol Alperia), Kai Kantola (Steinbach Black Wings Linz) Steinbach Black Wings Linz vs HCB Suedtirol Alperia, bet-at-home ICE Hockey League

I Foxes cominciano il terzo periodo con 90 secondi di superiorità numerica residua ma faticano a trovare la quadra, ma si trovano a giocare in doppia superiorità per un marchiano errore nel cambio da parte dei Black Wings, con Smith mandato nel penalty box a scontare la penalità. In 5 contro 3, il Bolzano sfiora il gol in un paio di occasioni con Maione e Ciampini, poi Rotter rientra sul ghiaccio e, in 5 contro 4, Findlay inventa per Gazley che non riesce a battere Coreau; ci provano poi Halmo e Catenacci, ma Coreau riesce a salvarsi in entrambe le occasioni e anche questo powerplay dei biancorossi termina senza reti. Il Bolzano prova lo stesso ad imporre il proprio ritmo agli avversari e sfiora la rete con un diagonale di DeHaas che termina fuori non di molto. I Black Wings tornano a farsi vedere davanti alla gabbia biancorossa con Romig, ma il tiro è semplice da bloccare per Fazio; poi i padroni di casa tornano ad alzare il baricentro e si guadagnano una superiorità numerica per un hooking fischiato a Gazley. Ci prova subito Gregorc con un diagonale, ma Fazio riesce a bloccare la conclusione potente dell’avversario, poi il Bolzano riesce a liberare ed andare al cambio della linea di pk. I padroni di casa faticano parecchio a trovare varchi nella difesa del Bolzano e si affidano allora ai tiri dalla distanza come quello che Rumble prova senza troppa convinzione. I Foxes ritrovano la parità numerica che però dura poco perché questa volta volta a finire in panca puniti è Schnetzer; provano allora a “congelare” il gioco ma rischiano su una transizione avversaria che non arriva a segno solo perché Gaffal è in leggero ritardo sul disco. Si torna a giocare in 5 contro 5 con il Bolzano che tenta di mantenere alto il baricentro e con Trivellato impegna Coreau in una parata non troppo difficile; poco dopo ci prova Tauferer dalla distanza e Gazley viene anticipato per un soffio dal portiere avversario. Quando sembrava che la partita non avesse più nulla da offrire, Findlay commette un fallo sciocco colpendo un avversario al volto con la stecca e prendendosi un meritato 2+2. Linz prova ad approfittarne subito con il solito Lebler, ma questa volta Fazio è molto abile a chiudere ogni spiraglio e a respingere l’insidia; i primi due minuti di inferiorità numerica biancorossa trascorrono senza ulteriori pericoli, poi Bolzano mantiene comunque alto il baricentro, rendendo difficoltosa la costruzione dell’azione agli avversari che, nel disperato tentativo di recuperare, tolgono Coreau dal ghiaccio per il sesto uomo di movimento ma a segnare è il Bolzano con l’appena rientrato Findlay che, ricevuto il disco da Alberga, insacca a porta vuota nonostante il disperato tentativo di salvataggio di un avversario. Il Linz molla del tutto ed arriva anche la quinta rete dei Foxes con Marco Insam che insacca in tuffo da due passi. Gli ultimi secondi del match trascorrono senza ulteriori emozioni e, alla sirena finale, il Bolzano può tornare a festeggiare una vittoria dopo la sconfitta interna patita contro i Red Bull di Salisburgo.

I ragazzi di coach Greg Ireland ora dovranno focalizzarsi subito sull’incontro di domenica pomeriggio che vedrà i Foxes scendere sul ghiaccio dei Vienna Capitals.

Riccardo GIURIATO

per hockeytime.net e HCBfans.net

BLACK WINGS LINZHC BOLZANO 15 (12; 01; 02): 03:35 Brian Lebler (1-0); 15:56 Mike HALMO PP1 (1-1); 17:40 Brett FINDLAY (1-2); 36:22 James DEHAAS (1-3); 57:22 Brett FINDLAY EN (1-4); 59:15 Marco INSAM (1-5)

Tags: