Il Bolzano espugna il bunker di Dornbirn

Al termine di una gara combattuta fino quasi all’ultimo secondo, il Bolzano riesce ad espugnare il “bunker” dei Dornbirn Bulldogs ed a conquistare la seconda vittoria consecutiva dopo quella contro Graz di domenica scorsa al PalaOnda. Da segnalare la prima rete in biancorosso per il neo acquisto dei Foxes Daniel Ciampini.

Parte subito forte la squadra biancorossa che comincia ad assediare la gabbia di Herzog, ma i “mastini” difendono tenacemente la propria porta; Findlay prova a testare i riflessi del goalie avversario che risponde senza problemi al tiro dell’attaccante biancorosso. Il pressing dei Foxes continua, ma pare essere inefficace contro la coriacea retroguardia dei Bulldogs, che giocano raccolti davanti al proprio portiere per poi tentare di pungere in ripartenza come accade quando Suhonen riceve un puck interessante nello slot, ma il suo tiro non impensierisce minimamente Boyle. Scampato il pericolo, il Bolzano torna a premere in avanti e, dopo aver colpito una clamorosa traversa con Catenacci, passa in vantaggio grazie al nuovo attaccante Ciampini che spedisce alle spalle di Herzog un invitante assist di Tauferer. Il gol pare dare nuove forze ai biancorossi che continuano, e anzi aumentano, la pressione in zona difensiva avversaria, mettendo a dura prova la retroguardia dei padroni di casa. La prima penalità del match vede Padakin finire nel penalty box, ma il powerplay biancorosso non riesce ad aver ragione della tenace resistenza dei Bulldogs; tocca poi al Bolzano restare con l’uomo in meno per il fallo fischiato contro Frank, ma un errore in costruzione da parte del Dornbirn permette ad Alberga di intercettare il disco e di presentarsi da solo davanti ad Herzog che si sbilancia e viene uccellato dal tocco del numero 88 biancorosso. Alla prima pausa Bolzano al riposo sul doppio vantaggio.

Inizia la frazione centrale ed il Dornbirn accorcia pressochè subito le distanze con Ruzicka, il cui gol viene confermato anche dopo il controllo degli arbitri al video replay. La rete dell’ 1-2 pare mettere le ali ai padroni di casa che alzano di molto il baricentro cominciando a farsi vedere più spesso dalle parti di Boyle; prova a rispondere il Bolzano con una conclusione di Insam bloccata senza troppi problemi da Herzog poi, alla successiva superiorità numerica per un errore nel cambio delle linee del Dornbirn, i Foxes colpiscono: Miceli serve per Bernard e il capitano biancorosso non lascia nessuna chance al portiere avversario. I padroni di casa ci mettono qualche minuto a riprendersi, falliscono un rigore con Schwinger, provano a impensierire Boyle in tutte le maniere ma ci vuole un piccolo svarione della difesa biancorossa per permettere ai Bulldogs di riaprire la partita grazie a Suhonen che, lasciato solo davanti a Boyle, spedisce in rete un prezioso assist di Ruzicka quando mancano solamente 6 secondi alla sirena di fine periodo. Bolzano ancora in vantaggio, sia pur di una sola rete, alla seconda pausa.

Il Dornbirn torna sul ghiaccio deciso a riprendere in mano la partita, ma deve aspettare la penalità fischiata a Tauferer per trovare il gol del pareggio: è Macierzynski a infilare Boyle con una conclusione dallo slot. La partita si accende, le due squadre lottano per trovare il vantaggio, con il Dornbirn che tenta di sfruttare il momentum ed il Bolzano che prova a rispondere colpo su colpo; ancora una volta è una penalità, questa volta ai danni di Ross del Dornbirn, a spezzare l’equilibrio perché il Bolzano trova la seconda rete con l’uomo in più del match grazie a Plastino. I padroni di casa non ci stanno e provano a reagire, sfiorando il pareggio con una conclusione di Padakin che, sfortunatamente per loro, termina pochi centimetri oltre la traversa della porta difesa da Boyle. I padroni di casa avanzano il proprio baricentro mentre i biancorossi si trovano a dover far quadrato davanti alla propria gabbia; Alberga viene mandato in panca puniti dagli arbitri, ma i Bulldogs non sfruttano questa ghiotta opportunità con l’uomo in più, anche per merito della strenua difesa biancorossa. Nel finale di partita il Dornbirn prova con tutte le sue forze a trovare il gol che manderebbe la partita quanto meno all’overtime, coach Kai Suikkanen toglie il portiere per schierare il sesto uomo di movimento sul ghiaccio e chiama il time out per dare le ultime istruzioni ai suoi ragazzi; tentativo disperato ma inutile perché Findlay, all’ultimo secondo, infila di rovescio nella rete sguarnita il gol del definitivo 3-5 che chiude il match.

Dopo questa sudata ma meritata vittoria, il Bolzano adesso deve preparare il doppio impegno casalingo che, nel fine settimana, vedrà i Foxes ospitare al PalaOnda prima i Vienna Capitals nella serata di venerdì e poi i Red Bull Salisburgo nel pomeriggio di domenica.

Riccardo GIURIATO

per hockeytime.net e HCBfans.net

DORNBIRNHC BOLZANO 35 (02; 21; 12): 07:51 Daniel CIAMPINI (0-1); 17:32 Domenic ALBERGA SH1 (0-2); 21:32 Vladimir Ruzicka (1-2); 30:09 Anton BERNARD PP1 (1-3); 39:54 Teemu Suhonen (2-3); 43:41 Kevin Macierzynski PP1 (3-3); 48:27 Nick PLASTINO PP1 (3-4); 59:59 Brett FINDLAY EN (3-5)

Tags: