Un buon Val Pusteria batte di misura il Graz.

(m.g) I Giallo-Neri ce l’hanno fatta!! Dopo una lunga, troppo lunga mi verrebbe da dire, serie di partite ben giocate, risoltesi, sempre, con sconfitte di misura, questa volta, la formazione brunicense è riuscita ad invertire la tendenza ed a conquistare i tre punti contro il Moser Medical Graz99ers. La gara dei Lupi ha messo in mostra, i soliti, problemi difensivi, acuiti anche dall’assenza per infortunio di Daniel Glira, unitamente ad una più spiccata propensione offensiva e (soprattutto) ad un fantastico Jakob Stukel, vero e proprio match winner della serata.
Il Val Pusteria scopre alla vigilia della gara di avere tre punti in meno in classifica in quanto, con il ritiro del Capitals Bratislava i giallo neri vedono “azzerata” la loro vittoria ottenuta – in trasferta – nella prima di campionato, proprio sul ghiaccio della capitale slovacca. I Lupi giocano la prima gara senza Luciano Basile e, in attesa dell’arrivo del nuovo Coach Raimo Helminen presentano Matej Hocevar come primo allenatore, coadiuvato, come vice coach dalla leggenda dell’Hockey Pusterese: Armin Helfer.
I padroni di casa, in maglia nera, privi di Glira e Traversa, partono con Hanna-Willcox dietro e Carey-Harju-Bardaro nello “Starting Six”/prima linea; Caruso-Kristensen, Mantinger-Ikonen-Budish in seconda, Althuber-Hofer, Stukel-Gerlach-Hannoun in terza e Lukas Delorenzo meo-Andergassen Ivan De Luca, Stephan De Luca e Berger in quarta linea. Il Graz presenta: Kirschsclager-Boivin, Grafentin-Zalewsky-Hjalmarsson nello starting six, Achkered-Pfeffer, con Maurer-Martin-Ograjensen in seconda, Blood-Kernberger con Zusevics-Alagic-Gordon in terza e Egger-Altmann, con Pesendorfer-Krainz-Kasching in quarta linea.

L’inizio della gara è privo di grandi emozioni, anche perché le due formazioni appaiono “frenate” dalla grande importanza del match. Il primo brivido (6:38) lo procura Dominik Grafenthin che, da buona posizione, leggermente angolata, tira verso la porta; Tomas Sholl – però – è ben attento e risponde, da par suo, con una pinzata. A 9:15 il Val Pusteria rischia di subire il goal. Con la difesa colpevolmente scoperta, Philipp Maurer viene servito in controfuga, entra nel terzo difensivo e tira prontamente, la conclusione è ribattuta da Sholl che è bravo anche sul successivo tiro di Joey Martin. Al 13:28 Hannoun riceve da dietro la gabbia ma tira sul corpo del portiere, poi, al 15:30 arriva l’azione più bella di tutto il drittel. Una bella conclusione di Zachary Budish viene deviata dal portiere. Sotto porta, Matthias Mantinger e lesto a bravo a ribadire verso la gabbia ma Niklas Lundström è bravissimo e pronto a deviare col gambale. Gli ultimi due minuti sono di netta marca ospite ma la difesa pusterese, pur con molto affanno, riesce a tenere inviolata la sua porta.

Nel secondo tempo arrivano i goal e le emozioni: il primo tentativo è del Graz (24:34) con cerca il goal con una bella conclusione di Mike Zalewsky che si spenge sulla figura del portiere pusterese. I Lupi al 25:24 si rendono pericolosi su una conclusione del nuovo acquisto Maxwell Gerlach; il tiro viene trattenuto da Lundström e sul conseguente ingaggio in fase d’attacco, arriva il vantaggio (25:27) giallo-nero. Il disco, scodellato viene, furbescamente, servito indietro da Raphael Andergassen; Stukel lo fa suo e senza pensarci due volte, con un “One Timer” da applausi, infila il puck sotto la traversa, proprio sotto la curva degli Ultras locali. Raggiunto il vantaggio, il Val Pusteria pare più sciolto ed al 27:53 Stephan De Luca tira addosso alla figura del portiere a conclusione di una buona azione offensiva. Il Graz però è vivo e non molla e, alla prima occasione, si riporta in parità. Corre il 28:11 quando Ben Blood trova una conclusione imparabile che manda il disco ad infilarsi nell’angolino alto, a sinistra, della porta di Sholl. Al 29:07 una bella iniziativa di Greg Carey è conclusa troppo centralmente e 27 secondi più tardi sempre lo stesso attaccante su un rebound concesso da Niklas Lundström in seguito ad un tiro dalla blu di Michael Caruso, spara addosso al portiere. Sul capovolgimento di fronte il Graz costruisce il proprio vantaggio con Adis Alagic, bravo ad anticipare Simon Berger ed a infilare la gabbia di Sholl – da distanza ravvicinata – con una conclusione molto angolata.
Il Val Pusteria reagisce allo svantaggio con una invenzione di Greg Carey (34:29). L’attaccante è bravo ad involarsi su un passaggio di Johan Harju fin davanti alla porta di Lundström beffandolo, in uno vs uno, con un tiro alto sulla sinistra. A 4:48 dalla seconda sirena il Val Pusteria spreca con Zach Budish una buona occasione per passare in vantaggio: l’attaccante, davanti alla porta, non trova l’acuto giusto per portare i suoi in vantaggio.

In apertura di drittel il Val Pusteria spreca un power play ma poi, quello che non gli è riuscito con l’extra-player, gli viene facile facile, in parità di giocatori sul ghiaccio. Ivan Althuber gira dietro alla gabbia e serve, dietro, per Stephan Deluca il cui tiro è respinto ma non trattenuto da Lundström; Jakob Stukel ha il merito di essere nel posto giusto al momento giusto e di saper infilare “di giustezza” la pastiglia nera nell’angolo lontano dal portiere regalando ai suoi il goal che sarà, alla fine, quello decisivo. Il Graz reagisce con forza allo svantaggio, la formazione dello Steiermark viene, fra l’altro, da un felice momento di forma e di risultati e sospinta dalle urla di Coach Jens Gustafsson le prova tutte per rientrare in partita. Stukel di contro in un paio di occasioni (52:05 e 54:38) prova a chiudere il match ma Lundström fa buona guardia. Ad 80 secondi dalla sirena il Graz toglie il portiere per immettere un uomo in più di movimento ma la mossa non cambia il risultato ed i Lupi festeggiano, meritatamente, sotto la loro curva, i tre punti conquistati sperando che siano di buon viatico per il prossimo derby contro Bolzano in programma venerdì sera, proprio qui alla Intercable Arena di Brunico
Martedì 16.11.2021 ore 19:45 – Intercable Arena Brunico/Bruneck
HC Lupi Val Pusteria/Pustertal Wölfe – Moser Medical Graz99ers 3 – 2 (0-0, 2-2, 1-0)
Tiri in porta: 5: 8, 16: 9, 15: 11- Spettatori: 1450
Referee 1: LAZZERI Alex, Referee 2: STERNAT Christoph; Linesman 1: PUFF Wolfgang; Linesman 2: SPARER Daniel
Head Coach PUS: HOCEVAR Matej – Head Coach G99: GUSTAFSSON Jens
MARCATORI: 25:27 1-0 EQ PUS Jakob Stukel (Raphael Andergassen – Dante Hannoun); 28:11 1: 1 EQ G99 Ben Blood (Zintis Zusevics – Andrew Gordon); 29:55 1: 2 EQ G99 Adis Alagic (Erik Kirchschläger); 34:39 2: 2 EQ PUS Gregory Carey (Johan Harju – Armin Hofer); 41:48 3: 2 GWG EQ PUS Jakob Stukel (Stephan Deluca – Ivan Altuber).

Tags: