IHL: vincono le prime quattro della classe

L’ultimo turno di stagione regolare è caratterizzato dai successi delle prime quattro squadre in classifica. L’unico accoppiamento certo nei quarti di finale è Merano-Alleghe, per determinare gli altri è necessario attendere gli esiti dei recuperi di Merano-Bressanone e Merano-Caldaro.

Tra tutte la formazioni vincitrici chi più soffre gli avversari è il Merano che deve ricorrere all’overtime per espugnare Appiano: Markus Mair colpisce a freddo aprendo le marcature per i Pirati dopo appena 55”, le risposte di Oscar Ahlström e Luca Ansoldi, in power play, ribaltano il punteggio, tuttavia il vantaggio meranese ha breve durata, in 30” Kevin Stauder riporta in parità la gara. Se la frazione centrale segna il buon momento dei gialloblù, capaci di mettere la freccia del controsorpasso firmato da Marco Matonti e Daniel Spoegler, gli ultimi 20’ si trasformano in un incubo con la rimonta delle Aquile bianconere a segno tra il 41.07 e il 43.21 di realizzare tre reti grazie ad Ansoldi, Christian Borgatello e Oscar Ahlström. Nell’ultimo minuto Tobias Engl li beffa col goal del 5-5 che manda le due rivali all’overtime, risolto in 14” da Borgatello.

Prosegue il buon momento dell’Unterland vittorioso a Cavalese 7-1: Michele Covi riesce a sfondare le linee avversarie al 19’ dando ai Cavaliers il vantaggio. Nel secondo tempo Hannes Oberrauch, Florian Wieser e Filip Kokoska, in superiorità, mettono in cassaforte i tre punti con l’allungo decisivo, mentre al 38’ David Roupec nega a Frédéric Cloutier lo shutout. Nell’ultima frazione le situazioni speciali favoriscono la marcatura di Wieser (in situazione di cinque contro quattro) e altre due reti di Kokoska (uno in power play, l’altro in penalty killing).

Il Caldaro riscatta la sconfitta nel derby d’Oltradige regolando a domicilio il Bressanone: il goal lampo di Andreas Vinatzer è annullato nel primo tempo da Philipp Calovi e Federico Demetz. I Falcons allungano al 22’ con Damian Bergmeister, mentre l’uno-due di Jonas Oberrauch e Alex Chizzali lasciano invariate le distanze. Nei minuti successivi i brissinesi non riescono ad amministrare il doppio vantaggio, subendo il ritorno dei Lucci a segno tra il 33’ e il 49’ con Simon e Andreas Vinatzer e Patrick Gius (autore di una doppietta in superiorità, una semplice e una doppia). Negli ultimi 10’ Daniel Arnost, Luca De Donà e Calovi fissano il punteggio sul definitivo 8-6 per il Caldaro.

Il Varese batte l’Alleghe 5-3 con qualche patema di troppo: i Mastini sbloccano il risultato sfruttando un power play con Edoardo Raimondi, il raddoppio matura nel finale del primo tempo per merito di Lorenzo Vola. L’avvio positivo è rovinato dal ritorno delle Civette, anch’esse a segno grazie staffilata dalla blu di Edgar De Toni e da Miika Kiviranta abile a sfruttare le amnesie dei gialloneri. Un’alta situazione di uomo in più permette a Raimondi di riaccendere la luce ai bosini. Gli agordini pagano pegno anche al 47’, quando Federico Cordin mette a referto il doppio vantaggio. A nutrire nuove speranze per gli ospiti tocca a Manuel Da Tos, spente a 33 dalla sirena dal goal a porta vuota di Andrea Schina.

 
9a giornata
sabato 20 febbraio
Appiano     – Merano    5-6 ot
Bressanone  – Caldaro   6-8
Valdifiemme – Unterland 1-7
Varese      – Alleghe   5-3
Riposa: Pergine

Classifica
1.Merano      32 punti (14 partite)
2.Unterland   29 (16)

3.Caldaro     27 (15)
4.Varese      26 (16)
5.Appiano     21 (16)

6.Bressanone  20 (15)
7.Valdifiemme 19 (16)
8.Alleghe     18 (16)
9.Pergine     18 (16)
Como ritirato

Prossimo turno
Recupero 5a giornata
martedì 23 febbraio
Merano      – Bressanone

Recupero 13a giornata
data da definire
Merano      – Caldaro

Tags: