NL: Lugano sconfitto dai Lions. Riscatto dell’Ambrì

Lo Zugo supera per (3-1) il Rapperswil alla Bossard Arena proseguendo così la sua corsa al vertice della NL. Sorpresi dopo nove minuti dal gol di Jelovac (ex Ambrì), gli svizzero-centrali finiscono per imporsi alla distanza grazie alla doppietta di Zehnder e alla rete di Stadler. I Tori raggiungono così quota 57, mantenendo otto lunghezze di vantaggio sullo Zurigo, uscito anch’esso con tre punti dalla sfida interna contro il Lugano. Il successo di misura (2-1) dei Lions è giunto al termine di un incontro che ha lasciato l’amaro in bocca ai bianconeri. Dopo un buon avvio di partita, la formazione di Pelletier subiva la rete di Prassl, vivacemente contestata per un presunto fallo su Schlegel. Ma, dopo il raddoppio firmato da Geering con un gran tiro dalla linea blu, i ticinesi sprecavano l’impossibile davanti alla gabbia di Flűeler e così il gol di Morini, giunto al minuto 52:33, risultava tardivo ai fini della possibile rimonta. A questo si deve aggiungere l’infortunio alla spalla patito da Wolf nel corso del periodo centrale, che complica non poco in prospettiva la situazione del reparto difensivo già privo di Riva e Heed.

Ritorna al successo il Friborgo, terzo, che ha sconfitto all’overtime (7-6) il Davos, al termine un match incredibile nel quale i burgundi si sono trovati addirittura sotto (0-4) dopo soli nove minuti per i gol di Herzog, Jung, Palushaj e Turunen. A decidere le sorti del match, è stato un gol dello svedese Stalberg (autore di una doppietta), dopo che il solito Sprunger era riuscito a trovare la parità a soli 23” dal suono della terza sirena. Tutto facile invece per il Bienne che, alla Tissot Arena, non ha lasciato scampo al Langnau, sconfitto con un netto (4-0). Ad aprire le marcature è stato il finlandese Lindrgen (appena giunto da Davos), quindi sono giunte le reti di Kohler e Kunzle, tutte nel primo periodo. Il poker è stato poi completato dal canadese Pouliot. Completa infine la giornata, il prezioso successo dell’Ambrì alla Valascia a spese del Ginevra, che interrompe così la striscia di quattro vittorie consecutive. Il (2-0) finale è arrivato al termine di un incontro caratterizzato soprattutto da un elevato numero di penalità. I leventinesi si sono però dimostrati superiori alla provocazioni messe in atto dalla formazione di Emond, che ha perso dopo soli 15’ Tὂmmernes, autore di un fallo contro Trisconi e spedito anzitempo dagli arbitri negli spogliatoi. Dopo il gol di Zwerger (determinante la deviazione fortuita di Völlmin), i leventinesi hanno chiuso i conti nel periodo conclusivo, grazie a una deviazione vincente di Kneubuehler, lasciato colpevolmente solo nello slot.

Concluso il periodo natalizio il mercato svizzero prende vigore con gli scambi di attaccanti tra Davos e del Bienne: lasciano il Canton Grigioni per accasarsi tra i seeländer Luca Hischier e il finlandese Perttu Lindgren, percorso inverso, invece, per Valentin Nussbaumer e lo svedese David Ullström. Lo Zugo si rinforza prelevando dagli slovacchi del Dukla Trencin il centro statunitense Nick Shore, giocatore con un passato in NHL (304 gare e 59 punti) e KHL (43 gare e 21 punti).

 
Risultati NL:
martedì 12 gennaio
Ambrì      – Ginevra    2-0
Bienne     – Langnau    4-0
Friborgo   – Davos      7-6 ot
Zugo       – Rapperswil 3-1
Zurigo     – Lugano     2-1

Classifica LNA (dopo 28 giornate)
1.Zugo        57 punti (25 gare)
2.Zurigo      49 (25)
3.Friborgo    45 (25)
4.Losanna     42 (21)
5.Ginevra     39 (22)
6.Lugano      36 (23)
————————————————————–
7.Davos       31 (25)
8.Bienne      30 (24)
9.Ambrì       30 (26)
10.Rapperswil 29 (26)
————————————————————-
11.Langnau    22 (25)
12.Berna      19 (19)

Top Scorer LNA
#                Club        Punti (reti+assist)
1.R.Cervenka    (Rapperswil)   26      (9+17)
2.J.Kovar       (Zugo)         26      (8+18)
3.L.Omark       (Ginevra)      26      (8+18)
4.G.Hofmann     (Zugo)         25     (10+15)
5.E.Corvi       (Davos)        25      (4+21)

Top Goalies
#               Club       Svs%   GAA
1.G.Descloux    (Ginevra)  94,02  2.03
2.T.Stephan     (Losanna)  93,12  2.23
3.L.Genoni      (Zugo)     93,06  2.29
4.P.Wüthrich    (Berna)    92,80  2.49
5.N.Schlegel    (Lugano)   92,41  2.46 

Gli highlights  di Ambrì e Lugano

Tags: