Val Pusteria meglio dell’Asiago; risorge il Vipiteno.

Questo martedì erano in programma due sole gare, ambedue disputate in Trentino-Alto Adige/Südtirol ed ambedue, doppiamente, valevoli sia per la Alps Hockey League che per il Campionato IHL – Serie A.
In ambedue le sfide sono state le formazioni di là da Borghetto a festeggiare. Ad Alba di Canazei, infatti, il Vipiteno risorge dalle sue ceneri e vince ai tiri di rigore, mentre a Brunico, sono i Lupi, sia pur di stretta misura a far festa.
—————————————————————————————————————————————–
Un gagliardo Vipiteno supera ai tiri di rigore il Fassa sul ghiaccio del Gianmario Scola di Alba di Canazei. Per i Broncos si tratta dell’ottava vittoria sulle nove sfide disputate contro i Falcons nei campionati fin qui disputati di Alps Hockey League. La gara, come noto, oltre che per il campionato trans-nazionale, era valida anche per la classifica valida per stabilire la qualificazione alla Final Four del Campionato IHL – Serie A, che assegna lo Scudetto Tricolore Italiano. In questa particolare graduatoria, il Vipiteno era ed è praticamente tagliato fuori dalla possibilità di accedere alle semifinali mentre il Fassa, con la vittoria, avrebbe potuto insidiare la quarta poltrona del Cortina. Così, però, non è stato ed il punticino conquistato dai Ladini serve solo a …….. far festeggiare il Cortina che allontana, momentaneamente, il pericolo dell’aggancio fassano.

Lunedì, 04.01.2021, ore 19:30: Gianmario Scola di Alba di Canazei
SHC Fassa Falcons – Wipptal Broncos Weihenstephan 3 – 4 SO (1-2, 1-1, 1-0, 0-0)
Arbitri: BENVEGNU, EGGER, Piras, Weiss.
Scontri diretti assoluti: FAS – WSV 1:8
MARCATORI: 04:01 0:1 EQ WSV Johannes Gschnitzer J. (Bernard – Kruselburger); 05:01 0:2 EQ WSV Trevor Gooch (Hannoun – Eisendle); 13:35 1:2 PP1 FAS Fabrizio Pace (Eastman – Caletti); 33:49 2:2 PP1 FAS Martin Castlunger (Tedesco); 34:14 2:3 GWG SH1 WSV Trevor Gooch (Hannoun); 41:16 3:3 EQ FAS Davide Schiavone (Biondi – Hermansson); SO 65:00 3:4 PS GWG EQ WSV Ryan Valentini.

—————————————————————————————————————————————
Luciano Basile dà fiducia al giovane portiere Hannes Stoll ed il ventunenne brunicense ripaga il suo Coach con una prestazione di livello, mettendo in mostra la calma olimpica di un veterano, salvando la sua porta in diverse occasioni e meritandosi, insieme allo shutout, i complimenti, a fine gara, dei suoi compagni di squadra. La partita è, complessivamente gradevole, ed i padroni di casa costruiscono la loro vittoria con un primo tempo davvero ben giocato. L’Asiago di contro, dà l’impressione di giocare col freno a mano tirato. La formazione di Petri Mattila, praticamente, non si vede nei primi venti minuti ed anche nel drittel centrale le sue uscite si contano sulla punta delle dita di una mano. I Giallo-Rossi vanno meglio nel terzo tempo ma solo in un paio di occasioni costringono Stoll a sfoderare interventi adeguati per evitare la capitolazione.
Il Val Pusteria gioca un primo drittel con grande impeto, con tanta intensità ed un buon ritmo di gioco e, per quanto messo in mostra, raccoglie francamente meno di quanto seminato. Ben 16 tiri contro 3 scagliati nella porta: questi sono i numeri che parlano chiaramente della prevalenza di gioco dei padroni di casa. I Lupi applicando, puntualmente, una pressione sul portatore del disco avversario tengono in scacco gli avversari. Il Forechecking dà i risultati auspicati da Coach Basile, e le occasioni per i padroni di casa fioccano. Al 2:57 Berger e Cristellon in tandem costruiscono la prima vera azione della gara, la conclusione è parata da Vallini. Al 7:53 è la volta di Traversa a testare la reazione del portiere asiaghese; poi al 10:15 un tiro dalla linea blu di Hofer sorprende la difesa giallo rossa. Il Puck si impenna e, come telecomandato, finisce la sua corsa sotto la traversa della porta. L’Asiago, cerca di reagire ed un paio di conclusioni di Mantenuto sono bloccate da Stoll. Poi su una incursione profonda di Marco Rosa, Yuri Cristellon per fermarne la corsa verso la porta, commette un fallo, abbracciando da dietro l’attaccante italo canadese. I successivi due minuti costituiscono l’unica penalità della prima frazione di gioco. Il PK dei giallo-neri è il migliore della AHL e la formazione di Basile conferma la sua recente fama, rendendosi addirittura pericolosa (13:13) con un’azione della coppia Schweitzer – Cianfrone, conclusa dall’italo canadese sulla figura del portiere. Al 13:56 però gli ospiti avrebbero l’opportunità per pareggiare: un tiro di Gellert dalla blu è respinto da Hannes Stoll ma Lorenzo Casetti, nello slot, di rovescio non trova l’angolo e getta la pastiglia sul fondo. Il finale di tempo è ancora appannaggio dei padroni di casa. A 2:28 dalla fine Cristellon ruba il disco ad un incerto difensore ospite, serve prontamente sul centro Berger che spara sul portiere ed ancora, al 19:21, è Massimo Carrozza, nello slot, a sprecare una facile occasione.
Nel secondo drittel il gioco è più equilibrato; i padroni di casa hanno le loro opportunità con tiri di Schweitzer, Carrozza ed Oberrauch (30:38), l’Asiago risponde con una conclusione di Gellert in Power Play che Stoll riesce a bloccare. Gli ultimi quattro minuti sono giocati dai Lupi, sempre, con l’uomo in più. Prima un errato rinvio di Vallini con il disco gettato fuori dalla pista ghiacciata, costringe la formazione di Petri Mattila a giocare con un uomo in meno (va Stefano Marchetti a scontare la pena al posto del suo portiere) poi, proprio quando sta finendo la prima penalità, un intervento falloso, dietro la gabbia, di Mantenuto su Cianfrone, costringe l’Asiago a giocare altri due minuti con l’uomo in meno. In ambo i casi i Campioni d’Italia sfoderano un imperioso Penalty Killing e, pure in quattro, tengono la pista ghiacciata in modo esemplare.
Il terzo tempo è meno bello dei precedenti quasi se con l’ardore offensivo dei padroni di casa si afflosciasse anche la tensione e la qualità della gara. Il Val Pusteria ha una buona opportunità (49:10) nata dall’asse Cianfrone -Berger, con la conclusione di quest’ultimo parata da un attento Vallini. Poi, negli ultimi cinque minuti, i giallo-rossi si giocano il tutto per tutto per cercare di recuperare il punteggio. Al 54:13 Steven McParland va via ad un avversario; Marco Rosa ne segue l’azione; i due Asiaghesi sono fronteggiati da un unico difensore, quando questi cerca di affrontare McParland, il trentenne canadese serve Marco Rosa che si trova libero, solo soletto nello slot. La conclusione è tempestiva ma Stoll è bravo a posizionarsi nel modo giusto, coprendo ogni possibile varco. I Leoni giocano gli ultimi 102 secondi della gara senza portiere ed a meno di sessanta dalla sirena, Alexander Gellert ha sulla stecca l’ultima possibilità per rimediare allo svantaggio. Il tiro, da posizione ravvicinata, è respinto sull’esterno della gabbia, da Hannes Stoll con il suo gambale destro. La sfida finisce con la scena dei festeggiamenti che tutti i compagni di squadra fanno al giovane portiere, che stasera ha strameritato il gettone di presenza. Con i tre punti il Val Pusteria allunga sia in classifica AHL che in quella IHL Serie A.
Lunedì, 04.01.2021, ore 20:00: Lungo Rienza di Brunico
HC Pustertal Wölfe / Lupi Val Pusteria – Migross Supermercati Asiago Hockey 1 – 0 (1-0, 0-0, 0-0)
Arbitri: LAZZERI, PINIE, De Zordo, Slaviero.
Scontri diretti assoluti: PUS – ASH 10:7 – tiri: 16-3 / 10-4 / 8-14 = 34 – 21.
MARCATORI: 10:15 1:0 GWG EQ PUS Armin Hofer.

—————————————————————————————————————————————–

CLASSIFICA IHL – SERIE A

—————————————————————————————————————————————–

Questa è la CLASSIFICA della Alps Hockey League aggiornata:

Tags: