I Draghi Verdi volano sul tetto della Classifica di AHL

Con i risultati maturati nelle ultime tre partite, prima di Natale, nella Alps Hockey League, l’Olimpia di Lubiana aggancia la testa della classifica. Deludono i Rittner Buam che mostrano sul ghiaccio della Hala Tivoli tutti i loro, attuali, limiti. Nel derby del Voralberg vince il Feldkirck mentre a Cortina sono i locali a festeggiare, contro un Vipiteno che continua ad essere in piena crisi.
—————————————————————————————————————————————-
Il Lubiana è sul tetto della Alps Hockey League. La formazione di Gregor Poloncic infila la terza vittoria consecutiva e porta a casa quei tre punti indispensabili per scavalcare (a quota 30) il Salisburgo. I Draghi Verdi, anche stasera hanno dato spettacolo. Chi ha la fortuna (come me) di guardarli spesso giocare non corre il rischio né di annoiarsi né tanto meno di addormentarsi. Dopo le due sconfitte del primo e cinque dicembre nella doppia sfida col Val Pusteria, i campioni AHL 2019, hanno infilato infatti, tre prestazioni maiuscole contro l’EC Die Adler Stadtwerke Kitzbühel (9:2), contro la S.G. Cortina Hafro (7:3) e questa sera. Davanti ai Buam, i campioni sloveni, sono partiti fortissimo e 23 secondi dopo il face off erano già in vantaggio. Il Lubiana si presentava al via con la linea offensiva composta da Zajc, Pance e Music. I Buam rispondevano con una linea di “vecchietti” (107 anni in tre!!!) composta da MacGregor Sharp, Dan Tudin e Simon Kostner. L’azione del goal nasceva proprio dai uno scambio offensivo tra Pance e Zajc e proprio quest’ultimo, dal fronte sinistro del suo attacco, vedeva giungere dalla parte opposta, alla velocità di un treno, il difensore Miha Stebih al quale serviva prontamente il disco. Il tiro era preciso, a mezza altezza ed il puck superava il diciannovenne portiere Luke Cavallin, preferito, stasera da Coach Santeri Heiskanen, ad Hannes Treibenreif. Nel secondo drittel il Lubiana calava l’asso e chiudeva praticamente il risultato con una serie impressionante di giocate che mostravano un livello tecnico tattico nettamente superiore a quello dei “Ragazzi di Collalbo”. Sugli scudi, stasera, per gli sloveni, il trentunenne Anze Ropret autore di una tripletta, un “Hat-Trick” che condiziona pesantemente il risultato di questa gara.

Martedì, 22.12.2020, ore 19:15: Hala Tivoli di Lubiana
HK SZ Olimpija Ljubljana – Rittner Buam 7 – 2 (1-0, 4-1, 2-1)
Arbitri: PAHOR, REZEK, Arlic, Bergant.
MARCATORI: 00:23 1:0 GWG EQ HKO Miha Stebih (Zajc – Pance); 24:51 2:0 GWG PP1 HKO Anze Ropret (Magovac); 28:32 3:0 EQ HKO Alekandar Magovac (Pance); 29:51 4:0 EQ HKO Anze Ropret (Logar – Simsic); 30:09 4:1 EQ RIT Markus Spinell (J. Kostner); 39:48 5:1 PP1 HKO Miha Zajc (Ropret – Magovac); 44:23 6:1 EQ HKO Anze Ropret (Simsic – Logar); 47:14 6:2 EQ RIT Andreas Lutz (M. Spinell – Quinz); 58:29 7:2 EQ HKO Martin Bohinc (Sotlar – Koren).
Scontri diretti assoluti in Alps: HKO – RIT 12:4
—————————————————————————————————————————————-
Il Feldkirck vince il quarto “Ländlederby” contro il Lustenau. Quest’anno le sfide tra le due più importanti formazioni del Voralberg hanno avuto, finora un andamento altalenante. La prima (10 ottobre) la vinsero i Leoni giallo-veri di Lustenau per 4-3, la seconda sfida (15 ottobre) fu appannaggio del Feldkirch per 3-0. Nella terza l’EHC ottenne una rocambolesca vittoria in trasferta per 6 a 3. Stasera la formazione di Michael Lampert ha meritato la vittoria e con i tre punti conquistati aggancia in classifica i rivali del Lustenau.
Martedì, 22.12.2020, ore 19:30: Rheinhalle di Lustenau
EHC Lustenau – VEU Feldkirch 1 – 3 (0-1, 1-1, 0-1)
Arbitri: HOLZER, SCHAUER, Kainberger, Wimmler.
MARCATORI: 13:21 0:1 EQ VEU Patrick Ratz (Kaider- Fekete); 20:56 1:1 PP1 EHC Renanrs Karkls (Bejmo -Connelly); 39:35 1:2 GWG EQ VEU Jakob Stukel – Stanley); 58:32 1:3 EN EQ VEU Jordan Pfennich (Stukel – Stanley).
Scontri diretti assoluti in Alps: EHC – VEU: 8:10
————————————————————————————————————————————–
Il derby italiano prenatalizio, vedeva di fronte due formazioni in grave crisi di gioco e di risultati. I padroni di casa avevano vinto solo una delle ultime cinque partite, mente gli ospiti erano in totale digiuno di risultati da ben sette incontri. Stasera le formazioni sul ghiaccio si dividono equamente i primi quaranta minuti di gioco. Il Cortina domina letteralmente il primo drittel durante il quale va in goal tre volte con una doppietta di Ronny De Zanna ed un goal di Andrea Moser. Nel secondo drittel i Broncos entrano sul ghiaccio con tutt’altro piglio e tutt’altra grinta offensiva. Gli scoiattoli, in verità, ci mettono anche dal loro per facilitare l’atteggiamento della formazione di Whitecotton. Il goal del 1-3 di Markus Gander nasce, infatti, da una disattenzione difensiva mentre, in occasione del 2-3 ben due attaccanti ampezzani, si fanno beccare in situazione fallosa, nella stessa azione di gioco e lasciano i compagni a giocare in 3 vs 5 e subire l’inevitabile goal di Paul Eisendle.
Poi nel terzo drittel, gli Scoiattoli si rimettono a giocare e in due minuti chiudono il match. Il 4-2 nasce da un ingaggio in fase d’attacco vinto da Mike Cazzola che serve il puck per il goal di Remy Giftopoulos. 34 secondi dopo i padroni di casa trovano anche il 5-2 con un bel polsino di Phil Pietroniro che chiude praticamente i conti fra le due formazioni. Le successive reti di Dante Hannoun e l’empty net goal di Remy Giftopoulos, infatti, non spostano gli equilibri della gara. Ricordiamo che la partita, oltre che per la classifica del Campionato AHL, era valida anche per la qualificazione alle finali del Campionato IHL – Serie A. Con i tre punti, il Cortina si infila al secondo posto della classifica italiana mentre in AHL i Broncos restano, tristemente terzultimi, e gli Scoiattoli salgono al nono posto.
Martedì, 22.12.2020, ore 20:30: Stadio Olimpico di Cortina
S.G. Cortina Hafro – Wipptal Broncos Weihenstephan 6 – 3 (3-0, 0-2, 3-1)
Arbitri: PINIE, STEFENELLI, Cristeli, Slaviero.
MARCATORI: 00:49 1:0 GWG EQ SGC Ronny De Zanna (Adami – Larcher); 10:35 2:0 EQ SGC Andrea Moser (Zardini Lacedelli – Cordiano); 15:50 3:0 EQ SGC Ronny De zanna (Adami – Sanna); 25:11 3:1 EQ WSV Markus Gander (Gschnitzer); 32:54 3:2 PP2 WSV Paul Eisendle (Oberdorfer – Hannoun); 48:09 4:2 EQ SGC Remy Giftopoulos (Cazzola); 48:43 5:2 EQ SGC Phil Pietroniro (Sanna); 57:17 5:3 EQ WSV Dante Hannoun (Gooch – Valentini); 59:45 6:3 EN EQ SGC Remy Giftopoulos (Chad Pietroniro).
Scontri diretti assoluti in Alps: SGC – WSV 6:6

Tags: