NL: i Lions guidano il quartetto di testa

Lo Zurigo grazie al successo per (4-2) alla Vaudoise Arena di Losanna si riporta al vertice del campionato di NL, complice anche il rinvio di Berna-Friborgo dovuto alla nuova quarantena degli “orsi”. In vantaggio dopo nemmeno un minuto grazie alla rete di Krűger (convalidato dopo un coach’s challenge), i Lions venivano raggiunti momentaneamente da una rete di Bozon. L’allungo giungeva infatti nel periodo centrale in virtù delle reti di Suter, innescato dal capocannoniere del campionato Hollenstein e di Pettersson, grazie a un potente diagonale che non lasciava scampo a Stephan.  I vodesi accorciavano le distanze nel finale con Gibbons prima di essere battuti definivamente dal gol a porta vuota di Andrighetto. L’inattività non sembra aver arrugginito il Lugano che, tornato in pista dopo 20 giorni, si imposto all’overtime (3-2) alla Tissot Arena di Bienne. I bianconeri, ancora largamente rimaneggiati, assestavano ai seelȁnder un buon uno-due grazie ai gol di Bűrgler e Bertaggia, con la complicità di Van Pottelberghe.  Dopo il gol in power-play di Komarek  (fuori Morini), nel terzo periodo si evidenziava la superiorità dei padroni di casa che riuscivano a riequilibrare il risultato con il gol di Rajala. Schlegel neutralizzava gli ultimi attacchi dei bernesi mentre nel conseguente overtime, durato soli 7”, è stato Heed a regalare la vittoria ai bianconeri.

E’ mancata invece un po’ di fortuna all’Ambrì che alla Valascia è stato sconfitto per (3-2) al’overtime dallo Zugo. Dopo il gol in slalom di capitan Diaz, che ha capitalizzato l’evidente superiorità iniziale della formazione di Tangnes, i leventinesi sono stati capaci di ribaltare il risultato prima del suono della prima sirena grazie ai gol di Fohrler e Isacco Dotti. Un’ottima difesa e le parate di Ciaccio non sono però bastate alla formazione di Luca Cerda per portare in porto il prezioso risultato. A 31”dal termine della sfida è arrivato invece il gol beffardo firmato da Senteler che si è poi ripetuto nel supplementare reaglando i due punti agli svizzero-centrali. Non ha avuto invece storia la sfida dell’Ilfishalle in cui il Davos ha surclassato il Langnau con un pesante (5-0). I grigionesi, dopo un primo periodo equilibrato e chiuso senza gol, sono usciti perpotentemente alla distanza. La cinquina gialloblù è stata firmata di Frehner, Guerra, Palushaj, Corvi e Baumgartner. Shutout per Robert Mayer. I Tigers si sono ripresentati sulla pista di casa nell’unico incontro in programma nella giornata di sabato, facendosi superare in rimonta dal Rapperswil (5-3). In vantaggio con Schmutz, i bernesi subivano la reazione della formazione ospite che ribaltava il risultato con Egli e Vukovic. Dopo il pareggio illusorio in shorthand di Pascal Berger, risultava decisivo ai fini del successo finale dei sangallesi l’allungo fimato da Moses e Profico. Le ultime due reti erano opera di Petrini e Cervenka.

 
Risultati NL:
venerdì 18 dicembre
Langnau    – Davos      0-5
Ambrì      – Zugo       2-3 ot
Bienne     – Lugano     2-3 ot
Losanna    – Zurigo     2-4

sabato 19 dicembre
Langnau    – Rapperswil 3-5

Classifica LNA (dopo 23 giornate)
1.Zurigo     35 punti (17 gare)
2.Zugo       34 (16)
3.Friborgo   34 (18)
4.Losanna    33 (17)
5.Ginevra    27 (15)
6.Rapperswil 23 (19)
————————————————————–
7.Lugano     22 (13)
8.Ambrì      21 (19)
9.Bienne     19 (15)
10.Davos     19 (16)
————————————————————-
11.Berna     16 (16)
12.Langnau   14 (17)

Top Scorer LNA
#                Club        Punti (reti+assist)
1.D.Hollenstein (Zurigo)       22      (13+9)
2.L.Omark       (Ginevra)      21      (8+13)
3.R.Cervenka    (Rapperswil)   21      (8+13)
4.J.Nättinen    (Ambrì)        18      (14+4)
5.A.Ambühl      (Davos)        18      (10+8)
6.J.Kovar       (Zugo)         18      (7+11)
7.D.Zwerger     (Ambrì)        18      (3+15)

Top Goalies
#               Club       Svs%   GAA
1.G.Descloux    (Ginevra)  94,28  1.88
2.P.Wüthrich    (Berna)    93,53  2.20
3.L.Genoni      (Zugo)     92,65  2.48
4.T.Stephan     (Losanna)  92,60  2.35
5.N.Schlegel    (Lugano)   92,43  2.40 

Gli highlights  di Ambrì e Lugano

Tags: ,