Poker biancorosso al Palaonda

Il Bolzano domina in lungo e in largo la partita del Palaonda contro i malcapitati Black Wings di questa stagione, ma fino a quasi metà della terza frazione non riesce a concretizzare l’enorme mole di occasioni create; il risultato rimane di 1-0 fino a circa 15 minuti dalla fine, quando poi i biancorossi decidono che è ora di chiudere il match fino ad arrivare sul 4-0 definitivo.

Marco Insam (foto Andrea Giovanazzi – HCBfans.net)

Parte subito molto bene il Bolzano che, fin dalle prime battute, mette sotto pressione la retroguardia avversaria; non passano nemmeno 2 minuti di gioco, che i Foxes passano in vantaggio: tiro dalla lunga distanza di Di Perna, davanti a Gracnar si accende una mischia furibonda fino a quando il disco non viene catturato da Marco Insam e da questi spedito nel sacco. Sembra il preludio ad una goleada storica ma, nonostante l’enorme numero di tiro scoccati verso la gabbia avversaria, i Foxes non riescono più a bucare il portiere avversario. Ci prova Anthony Bardaro subito dopo il gol, ma Gracnar riesce a salvare; tocca poi a Dennis Robertson tentare la via della rete trovando l’opposizione efficace del portiere degli austriaci. Il goalie dei Black Wings viene poi graziato da Brett Findlay dopo una sua uscita sconsiderata: il tiro dell’attaccante biancorosso viene infatti respinto da un difensore a porta vuota. Il Bolzano prova ad approfittare della pochezza avversaria occupando pressoché stabilmente la zona difensiva dei “linzer” che, grazie a Gracnar, riescono nell’impresa di non subire ulteriori marcature. Il portiere dei Black Wings, quando Lebler viene mandato in panca puniti dagli arbitri, tiene i suoi sulla linea di galleggiamento, salvando la propria porta su Anthony Bardaro e Daniel Frank, mentre viene salvato dalla base del palo sul tiro di Dan Catenacci. Justin Fazio resta pressoché inoperoso per tutto il primo tempo e deve impegnarsi solo nel finale, quando blocca un tiro centrale di Pichè. Il Bolzano va al primo riposo in vantaggio di una sola, misera rete a fronte dei 26 tiri (a 1!) scoccati verso la porta avversaria.

Daniel Frank (foto Andrea Giovanazzi – HCBfans.net)


In apertura di seconda frazione, sono ancora i padroni di casa a rendersi pericolosi con Angelo Miceli prima e Daniel Frank subito dopo, ma Gracnar riesce ancora una volta a salvare la propria porta; stessa sorte subisce il tentativo di Nick Plastino sul primo palo. Forse incoraggiati dalle parate del proprio portiere, gli ospiti provano a mettere in difficoltà Fazio che salva alla grande su Umicevic prima e Kozek poi. Sul fronte opposto, Brett Findlay vuole dare continuità alla propria serie di partite in cui è andato a segno, ma ancora una volta non riesce a superare l’estremo difensore avversario. Annullata anche la seconda penalità, i Black Wings provano a spingere e Justin Fazio è bravo a salvare su Lebler prima e Kozek poi. Il portiere dei Foxes, poco dopo, prima respinge una conclusione di Pelletier, poi blocca il successivo tap-in di Lebler; passa poco tempo e il goalie italo-canadese mette il gambale sulla conclusione di Freunschlag. Anche il Bolzano è costretto a giocare con l’uomo in meno quando Bardaro viene mandato nel penalty box a meno di due minuti dalla sirena, ma Fazio salva su Lebler prima che Kozek fallisca un’occasione clamorosa non riuscendo ad arrivare in tempo sul disco. Bolzano ancora avanti per 1-0 dopo 40 minuti.

Mike Halmo (foto Tatiana Munerato)

All’inizio del periodo conclusivo, Ancora Justin Fazio che salva su un tiro di Kragl, poi arriva il gol che indirizza definitivamente la partita: ingaggio in zona di attacco a favore dei Foxes, il disco arriva ad Anton Bernard che tira, Gracnar sembra sorpreso ed esita ad intervenire, lasciando così campo libero a Daniel Frank che insacca la rete del 2-0 parziale. Linz prova a reagire e Brentschneider colpisce il palo esterno, con Fazio che comunque era ben piazzato, ma è una fiammata; sono infatti i Foxes a riprendere in mano il pallino del gioco, impegnando seriamente Gracnar con Brett Findlay e Gleason Fournier. I Foxes vanno vicinissimi al 3-0 un paio di volte con Domenic Alberga, ma in entrambe le occasioni il numero 88 biancorosso manca la porta per una questione di centimetri. Mitch viene mandato in panca puniti ed i Foxes, finalmente sbloccano anche il powerplay: Dustin Gazley serva per Anthony Bardaro appostato sul primo palo, da questi il disco verso Mike Halmo che insacca senza problemi. Linz prova quantomeno a salvare la faccia con un bluliner di Pichè su cui Fazio mette il gambale, ma nemmeno la mossa disperata del coach ospite che toglie Gracnar per il sesto uomo di movimento riscuote i “linzer” dall’abulia in cui sembrano essere caduti, anzi: Luca Frigo conquista un disco in neutra e, altruisticamente, lo serve a Brett Findlay che va a realizzare l’empty-net del definitivo 4-0 quando alla fine mancano solo 15 secondi. Alla sirena finale, il Bolzano può così festeggiare sia il primo “clean sheet” stagionale di Justin Fazio, sia la vittoria che porta i biancorossi a 5 punti di vantaggio sul Klagenfurt e 6 sui Vienna Capitals, che saranno ospiti dei Foxes proprio domani nel tardo pomeriggio.

Riccardo Giuriato

per hockeytime.net e HCBfans.net

HCB Alto Adige Alperia – Steinbach Black Wings 1992 4-0 (1-0; 0-0; 3-0): 01:58 Marco INSAM (1-0); 43:59 Daniel FRANK (2-0); 54:37 Mike HALMO PP1 (3-0); 59:45 Brett FINDLAY EN (4-0)

Tags: