NL: Zugo e Zurigo coppia di testa. Lugano sesto

Nel campionato di NL, prosegue con poche certezze la marcia di avvicinamento delle dodici contendenti alla post-season. A cominciare dal vertice, dove si verificano continui cambiamenti di posizione. In cima alla classifica, comandano tuttora a braccetto Zugo e Zurigo, con i primi che godono del vantaggio di avere disputato due partite in meno. I “tori”, scesi in pista tre volte, hanno cominciato imponendosi di misura (2-1) alla Bossard Arena contro il Langnau, ribaltando il vantaggio iniziale di Pesonen, con i gol di Albrecht e Martschini. Gli svizzero-centrali non sono stati in grado di ripetersi, sempre sulla pista di casa, finendo sconfitti, con l’identico punteggio di (2-1) da un Lugano in decisa ripresa. Nell’ultimo impegno, è arrivato il successo (1-0) all’overtime contro il Bienne, con il gol decisivo di Kovar. I Lions, invece, sono stati protagonisti di due sfide, dove non sono di certo mancati i gol. Dopo aver violato le Vernets di Ginevra con un rotondo (9-6), grazie alla tripletta di Hollenstein e alle doppiette di Noreau e Roe, la formazione di Grönborg si è imposta all’overtime (5-4) anche contro il Davos, grazie alla rete decisiva di Pettersson. Completano il quartetto di testa, lo stesso Davos e il Ginevra. La formazione di Emond si è riscattata dalla debacle contro i Lions, superando alla Bern Arena i campioni in carica per (4-3), in virtù della rete nell’overtime di Karrer e della doppietta di Fehr, mentre anche i grigionesi, nella sfida domenicale contro lo stesso Berna, hanno prevalso sugli “orsi” con il risultato di misura di (4-3). La vittoria ha consentito così ai gialloblu di issarsi al terzo posto, a due punti dal duo di testa.

Il Bienne con 62 punti sembra essere uscito dalla sua fase critica e dopo aver superato (3-1) l’Ambrì alla Tissot Arena con i gol di Brunner, Kohler e Schneider è andato a prendersi altri tre punti a spese del Rapperswil, imponendosi (6-4). Dopo due successi, però, è arrivato lo stop per opera dello Zugo. Sta facendo ancora meglio il Lugano, che ha iniziato l’anno 2020 con un altro passo. I bianconeri, ora sesti a 58 punti, dopo il successo casalingo tutt’altro che scontato contro il Rapperswil (2-1) con i gol di Suri e Bertaggia, hanno dimostrato di aver ritrovato finalmente la loro concretezza, passando a Zugo grazie all’ottima prestazione di Zurkirchen e di tutto il reparto difensivo. La bagarre per l’accesso ai playoff comprende anche il Losanna, che dopo essersi imposto alla Ilfis conto il Langnau con un netto (4-0), ha segnato un po’ a sorpresa il passo nel derby romando contro il Friborgo. Nel (3-1), decisivo il periodo finale dove i burgundi hanno prodotto l’allungo decisivo grazie ai gol di Stalder e Rossi a porta vuota.

Il Langnau sembra in flessione e infila la terza sconfitta in fila. Dopo i passi falsi contro Zugo e Losanna, fatale è stata anche la trasferta alla Valascia, dove i “tigrotti” sono stati battuti (4-2) da uno scatenato D’Agostini, autore di una doppietta. Grazie a questo risultato, l’Ambrì mantiene in vita le speranze di poter agganciare un posto nei playoff, così come il Friborgo che, nella sfida del giorno precedente, aveva superato (3-2) dopo i rigori  proprio i leventinesi al termine di una sfida che ha avuto strascichi polemici, per la rete presumibilmente irregolare di Mottet. Con il Rapperswil condannato ai playout, fatica a rimettersi in carreggiata il Berna, che rimane sotto la linea dopo aver incassato la seconda sconfitta di fila in quel di Davos.

In settimana tre giocatori svizzeri sono stati al centro dell’attenzione del mercato: Flavio Schmutz a fine stagione lascerà il Friborgo per trasferirsi al Langnau con un contratto biennale; lo stesso firmato da Riccardo Sartori, attualmente in Swiss League con l’Olten, con il Bienne. Dalla prossima estate, e per tre anni, il Berna avrà a disposizione il “grigionese” Thierry Bader.

 
Risultati NL:
martedì 21 gennaio
Zugo       – Langnau    2-1
Bienne     – Ambrì      3-1
Lugano     – Rapperswil 2-1

giovedì 23 gennaio
Ginevra    – Zurigo     6-9

venerdì 24 gennaio
Friborgo   – Ambrì      3-2 so
Rapperswil – Bienne     4-6
Langnau    – Losanna    0-4
Zugo       – Lugano     1-2

sabato 25 gennaio
Ambrì      – Langnau    4-2
Berna      – Ginevra    3-4 ot
Bienne     – Zugo       0-1 ot
Losanna    – Friborgo   1-3
Zurigo     – Davos      5-4 ot

domenica 26 gennaio
Davos      – Berna      4-3

Classifica LNA (dopo 41 giornate)
1.Zugo        73 punti**
2.Zurigo      73
3.Davos       71***
4.Ginevra     70
5.Bienne      62
6.Lugano      58
7.Losanna     57****
8.Langnau     54*
9.Berna       53*
10.Friborgo   51***
11.Ambrì      51
12.Rapperswil 41**
*=1 partita in meno
**=2 partite in meno
***=3 partite in meno
****=4 partite in meno

Top Scorer LNA
#               Club        Punti (reti+assist)
1.M.Arcobello  (Berna)        44     (15+29)
2.G.Hofmann    (Zugo)         40     (19+21)
3.G.Roe        (Zurigo)       40     (12+28)
4.H.Pesonen    (Langnau)      39     (16+23)

Top Goalies
#                    Club         Svs%    GAA
1.T.Karhunen         (Berna)      93,01   2.14
2.R.Berra            (Friborgo)   92,80   2.27
3.T.Stephan          (Losanna)    92,73   2.11
4.I.Punnenovs        (Langnau)    92,05   2.39
5.D.Manzato          (Ambrì)      91,93   2.45

Gli highlights di Ambrì e Lugano

Tags: