NL: dopo il quartetto di testa, l’equilibrio regna sovrano

Nel campionato di NL, che sta vivendo la sua fase decisiva, i risultati a sorpresa continuano ad essere una costante . Comanda un terzetto, composto da Zugo, Ginevra e Zurigo, che, a turno, fanno a gara nel cadere sul più bello. I “tori”, che hanno comunque il considerevole vantaggio di aver disputato tre partite in meno delle altre due formazioni di vertice, dopo aver battuto (3-1) l’Ambrì alla Bossard Arena, sono stati sconfitti con un perentorio (5-1) a Langnau. Nella formazione bernese, buona prestazione degli stranieri, con gol pesanti per Di Domenico, Earl e Pesonen. Anche la settimana del Ginevra è stata contraddistinta da risultati altalenanti. Dopo la battuta d’arresto interna (0-2) contro il Lugano, la formazione di Emond si è fermata nuovamente a Bienne, uscendo sconfitta addirittura per (7-3). Dopo tre sconfitte in fila, è arrivato finalmente il successo interno per (5-1) contro il Rapperswil, nel quale a distinguersi è stato Riat, autore di una doppietta. Tre punti fondamentali per riagganciare la vetta. Identico andamento hanno avuto gli ZSC Lions che, dopo aver stracciato (6-1) il Langnau all’Hallenstadion (doppietta di Hollenstein), ha rimediato ben due sconfitte. Contro il Rapperswil, il risultato di (3-0), è stato frutto delle reti di Kristo, Rowe e Cervenka. Nella sconfitta interna di misura (2-1) contro il Lugano, invece, sono risultate decisive le reti di Mc Intyre e Klasen, entrambe realizzate in power-play.

Al quarto posto, ad un punto, rimane il Davos che, nel suo unico impegno, ha surclassato per (7-2) il Friborgo, realizzando cinque gol nei primi venti minuti (doppietta di Marc Wieser). Sembra in leggera ripresa il Bienne, quinto a ben 12 punti di distanza dai grigionesi , nonostante la sconfitta per (5-4) patita all’overtime contro l’Ambrì. Di nuovo sugli scudi Riat, autore di una doppietta, ma il sigillo è opera di Flynn.  Al sesto posto, con sole 35 partite disputate, segue a un solo punto il Losanna che, nel suo unico impegno settimanale, è rimasto scottato dalla sconfitta all’overtime (4-3) subita contro i campioni in carica del Berma. In doppio vantaggio con Jooris ed Herren, i vodesi vengono raggiunti e superati dai gol di Moser, Mursak e Rűfenacht. Emmerton riequilibra il risultato a tre minuti dal termine, ma a risultare decisivo è il gol di Calle Andersson. A braccetto con la formazione di Peltonen, viaggia il Langnau che ha compiuto un’impresa fermando il lanciatissimo Lugano. La vittoria per (3-1) alla Corner Arena, è stata conquistata con tre gol realizzati nel terzo periodo da Schmutz, Maxwell e Pesonen.

A due punti di distanza la coppia Berna-Lugano, con i campioni che si sono aggiudicati per (3-2) il derby contro il Friborgo, disputato alla BCF Arena, grazie al gol nel supplementare di Moser a 34” dai possibili rigori. I ticinesi, come già accennato, rimangono in piena corsa per un posto nei playoff, vendicando l’inattesa sconfitta interna contro il Langnau, con il successo all’Hallenstadion, frutto di una solida prestazione difensiva e dell’ottimo contributo di Schlegel. Non tutto è ancora perduto per Ambrì e Friborgo, rispettivamente a 47 e 46 punti, mentre il fanalino di coda Rapperswil (41), nonostante la classifica precaria, riesce a mettere a segno, di tanto in tanto, qualche risultato a sensazione.     

Dal fronte del mercato in settimana il Friborgo ha trovato l’accordo economico per le prossime due stagioni con l’attaccante canadese Chris DiDomenico del Langnau e il terzino svizzero David Aebischer in forza al Gatineau Olympiques. A fine stagione il portiere Pascal Caminada lascerà il Berna per accasarsi al Langenthal. Il difensore svedese Jonas Junland e il Losanna hanno rescisso consensualmente e con effetto immediato il contratto che li legava.

 
Risultati NL:
martedì 14 gennaio
Ginevra    – Lugano     0-2
Zurigo     – Langnau    6-1

venerdì 17 gennaio
Berna      – Losanna    4-3 ot
Bienne     – Ginevra    7-3
Davos      – Friborgo   7-2
Rapperswil – Zurigo     3-0
Lugano     – Langnau    1-3
Zugo       – Ambrì      3-1

sabato 18 gennaio
Ambrì      – Bienne     5-4 ot
Friborgo   – Berna      2-3 ot
Ginevra    – Rapperswil 5-1
Langnau    – Zugo       5-1
Zurigo     – Lugano     1-2

Classifica LNA (dopo 39 giornate)
1.Zugo        68 punti***
2.Ginevra     68
3.Zurigo      68
4.Davos       67***
5.Bienne      55*
6.Losanna     54****
7.Langnau     54**
8.Berna       52*
9.Lugano      52
10.Ambrì      47*

11.Friborgo   46***
12.Rapperswil 41**
*=1 partita in meno
**=2 partite in meno
***=3 partite in meno
****=4 partite in meno

Top Scorer LNA
#               Club        Punti (reti+assist)
1.M.Arcobello  (Berna)        42     (15+27)
2.G.Hofmann    (Zugo)         38     (19+19)
3.P.Suter      (Zurigo)       37     (20+17)
4.T.Rajala     (Bienne)       37     (18+19)
5.J.Kovar      (Zugo)         37     (11+26)

Top Goalies
#                    Club         Svs%    GAA
1.R.Berra            (Friborgo)   92,66   2.33
2.T.Stephan          (Losanna)    92,59   2.20
3.I.Punnenovs        (Langnau)    92,28   2.32
4.D.Manzato          (Ambrì)      91,74   2.48
5.S.Aeschlimann      (Davos)      91,64   2.52

Gli highlights di Ambrì e Lugano

Tags: