Il Chiavenna passa a Milano

A distanza di un mese e mezzo il Milano si presenta ai suoi tifosi forte del primo successo in campionato ottenuto ad Aosta: davanti ad un Chiavenna inarrestabile gioca una partita caparbia che consente loro di uscire sì sconfitti, ma a testa alta. Con il successo odierno il Chiavenna è la prima squadra di IHL Division I a qualificarsi ai playoff.

Nei minuti iniziali l’incontro è giocato a ritmi blandi, gli ospiti, senza forzare eccessivamente, chiamano presto Masini agli straordinari: al 2.41 l’estremo difensore sfoggia uno dei migliori interventi della partita annullando il contropiede di Tava. Il primo break al forechecking ospite è di Bryan Suevo con un tiro che più altro è un passaggio per Guanella. La migliore occasione dei rossoblù matura al 6.03, in inferiorità, con il contropiede di Pirelli, il quale nell’uno contro zero, non ha la necessaria freddezza per battere il goalie chiavennasco. I padroni di casa, senza lo squalificato Andrea Fadani e a ranghi incompleti, insistono: al 9’ Asinelli, in situazione di quattro contro quattro, è anticipato in scivolata da De Alberti al momento di scoccare il tiro. Nei restanti minuti di gioco il Chiavenna riprende in mano le redini del gioco senza riuscire a sfondare le linee rossoblù. I meneghini tornano a respirare negli ultimi 2’30” in occasione del secondo power play a disposizione, malgrado l’incursione di Tava a 16” dal primo intervallo sventata da Masini.

La frazione centrale è aperta da un altro contropiede di Pirelli concluso con il medesimo risultato del precedente. Il leit motiv della partita non muta, il risultato è sbloccato al 23.48 dall’iniziativa personale di Marcati che, recuperato il disco in balaustra, aggira la gabbia di Masini e deposita il puck alle sue spalle. Al successivo power play, Tava raddoppia sfruttando il rebond concesso da Masini sul tentativo di Finessi. A mantenere in corsa gi uomini di De Zordo ci pensa a metà partita Asinelli imbeccato da Carati. Quest’ultimo, ripreso il gioco, ha sulla stecca anche il disco del pareggio negatogli da Guarella. Una serie di penalità, di cui ne beneficiano maggiormente i verdeblù, spezzano nel finale del periodo il ritmo di una partita fluida, Masini contribuisce in maniera decisiva a mantenere le distanze invariate.

Nel terzo tempo il Chiavenna scende sul ghiaccio con il chiaro intento di chiudere la partita, la tenacia dei Bears complica i loro piani. Inoltre dal 51.45 gli ospiti sono costretti ad una doppia inferiorità e solo la foga di segnare dei giovani milanesi evita il 2-2. Scontate le penalità Tava potrebbe mettere fine alle ostilità, Masini bissa l’uno contro zero del primo tempo. Per vedere il terzo goal bisogna aspettare il 57.53, quando Orio, in superiorità, fissa il punteggio sul definitivo 3-1.

Milano Bears Rossoblu – Chiavenna 1-3 (0-0; 1-2; 0-1)
Milano Bears Rossoblu:
Ruggero Masini (Lorenzo Serloreti); Daniel Belloni – Alessio Vavasotto – Gianluca Parolini – Andrea Tulliani – Riccardo Decisi; Tommaso Rossi – Bryan Suevo – Andrea Pirelli – Gabriele Asinelli – Lorenzo Tremolada – Emanuele Carati – Andrea Lodolo – Matteo Colombo – Davide Spiriti. Coach: Luca De Zordo
Chiavenna: Giovanni Guanella (Gianfranco Barozzi); Fabio Rigoni – Mirco Pedrazzini – Vincenzo Muià – Moreno Orio – Luca Barbetta – Cesare Borsa; Samuele Finessi – Alex Tava – Stefano Trussoni – Gioele Finessi – Lorenzo Marcati – Stefano Gherardi – Matteo Geronimi – Davide Maraffio – Daniele Zani – Paolo De Alberti. Coach: Pavel Kavcic
Arbitri: Mauro Costa e Giorgio Matelerkamp
Penalità: Milano Bears Rossoblu 16 (4/8/4) – Chiavenna 43 (4/4/8)
Tiri: Milano Bears Rossoblu 16 (4/5/7) – Chiavenna 43 (15/16/12)
Marcatori: (0-1) 23.48 Lorenzo Marcati (Daniele Zani – Stefano Gherardi); (0-2) 25.46 Alex Tava (Samuele Finessi – Fabio Rigoni) PP; (1-2) 30.01 Gabriele Asinelli (Emanuele Carati); (1-3) 57.53 Moreno Orio (Fabio Rigoni – Alex Tava) PP

Tags: