AHL: vincono le prime della Classe. Crolla il Renon

Val Pusteria ed Asiago continuano a volare. Nella loro scia resiste soltanto il sorprendente Lustenau che, dopo la delusione dell’esclusione dai play-off della scorsa stagione, quest’anno, ha allestito una formazione in grado di dare delle soddisfazioni sportive alla sua tifoseria.
Tra i risultati della serata, spicca, in negativo, la pesante sconfitta che i Campioni d’Italia del Renon, subiscono a Lubiana. Per adesso, il rendimento della formazione di Collalbo, è stato estremamente negativo ed a conferma di ciò, basti pensare che se il campionato finisse stasera, i Buam che occupano la decima posizione, con il regolamento della passata stagione, sarebbero, addirittura fuori dai play-off. Ma vediamo, una per una, cosa è accaduto nelle sfide in programma oggi.

Una doppietta dello svedese Casper Evertsson regala ai Red Bull la vittoria contro gli Scoiattoli Cortinesi. Le segnature del ventenne attaccante di stecca sinistra, sono giunte in situazioni-fotocopia. Entrambe le volte, a metà del secondo ed in apertura del terzo drittel, la formazione di Teemu LEVIJOKI giostrava con l’uomo in più di movimento. In occasione del goal del primo vantaggio era Mathieu Ayotte a rimuginare nel pancone dei puniti, mentre, nell’azione del 2-0 i ragazzi di Giorgio De Bettin dovevano fare a meno di Devin Robert Di Diomete, sanzionato per gioco rude. La linea offensiva “responsabile” della sconfitta della formazione Ladina, era, in ambedue le occasioni, sempre la stessa, cioè quella composta dall’austriaco Samuel Witting e dai due giovani svedesi Oliver Nordberg e Casper Evertsson. Una linea che trovava nell’attaccante cresciuto nel Strömsbro, il finalizzatore e lo spietato terminale offensivo. Un altro giovane che, dopo Paul Huber, autore di un hat-trick nella gara di Klagenfurt, mostra di avere i numeri giusti per ben figurare in questo campionato.

Red Bull Hockey Juniors – Sportivi Ghiaccio Cortina Hafro 2 – 0 (0-0, 1-0, 1-0)
Sabato, 29.09.2018: (16:00); Volkgarten Arena di Salisburgo. Spettatori: 148
Arbitri: BAJT, METZINGER, Giudici di Linea: Javornik, Markizeti.
MARCATORI: 29:40 1:0 PP1 RBJ Casper Evertsson (Samuel Witting – Oliver Nordberg); 40:26 2:0 PP1 RBJ Casper Evertsson (Samuel Witting – Oliver Nordberg).

Con un hat-trick del ventiseienne nazionale sloveno Gal Koren ed una doppietta del coetaneo Ales Music, l’Olimpia stende il Renon. La formazione campione d’Italia e vice campione AHL continua la sua serie negativa. Con quella di stasera, salgono a tre le sconfitte (Lustenau, Brunico e Lubiana) lontano da Collalbo: un “en plein“ di cui, siamo certi, coach Riku LEHTONEN avrebbe, volentieri, fatto a meno. Per i Buam, l’unica nota lieta arriva da Simon Kostner che, in shorthand, con una azione personale “coast to coast”, aveva segnato l’unico goal, quello del parziale 2 a 1, che aveva dato l’illusione di una possibile rimonta.
HK SZ Olimpija – Rittner Buam 5 – 1 (2-0, 1-1, 2-0)
Sabato, 29.09.2018: (17:30). Hala Tivoli di Lubiana. Spettatori: 642.
Arbitri: DURCHNER, A. LAZZERI, Giudici di Linea: M. Cristeli, Gatol
MARCATORI: 02:53 1:0 HKO Ales Music; 12:00 2:0 HKO Gal Koren; 22:31 2:1 SH1 RIT Simon Kostner; 38:57 3:1 PP1 HKO Gal Koren; 45:00 4:1 HKO Gal Koren; 50:02 5:1 HKO Ales Music;

Lo Jesenice sbanca l’Agorà. Il Milano, dopo le vicissitudini della gara d’esordio contro il Feldkirch aveva poi deluso le aspettative nelle due gare esterne fin qui disputate. Stasera, la formazione di Andrew George Omicioli era attesa da un difficile esordio casalingo. La formazione slovena, infatti, si era dimostrata una delle migliori nelle trascorse edizioni del torneo transnazionale, e conseguentemente uno scomodissimo cliente per una formazione non ancora al top della condizione. A ciò aggiungiamo che, nella sfida contro i Red Steelers, è mancato l’apporto di uno dei giocatori più esperti, poiché, come noto, Aleksander Petrov è stato squalificato dopo una carica tra il collo e la testa nella gara disputata a Klagenfurt. Eppure, nonostante tutto ciò, il Milano ha giocato con il cuore, cercando, fino all’ultimo, di colmare, con la passione, il divario tecnico – fisico che, al momento la separa dalla formazione di Gaber Glavic.
Hockey Milano Rossoblu – HDD SIJ Acroni Jesenice 4 – 5 (2-3, 2-2, 0-0)
Sabato, 29.09.2018: (19:00). Palaghiaccio Agorà via dei Ciclamini. Spettatori: 1028.
Arbitri: VIRTA, WALLNER, Giudici di Linea: Rinker, Terragni.
MARCATORI: 02:53 1:0 GWG EQ MIL Eric Pance (Caletti – Re); 05:06 1:1 JES Ziga Urukalo (Tomazevic – Brus); 13:55 1:2 PP1 JES Gasper Glavic (Sodja – Stojan); 14:33 2:2 PP1 MIL Tommaso Terzago (Maks – Verreault-Paul); 18:04 2:3 JES Tadej Cimzar (Kalan – Brus); 30:09 2:4 GWG PP1 JES Nik Pem; 35:04 3:4 MIL Francis Verreault-Paul (Pance – Doucet); 36:24 3:5 JES Tadej Cimzar (Svetina); 43:52 4:5 MIL Francis Verreault-Paul (Maks – Doucet);

L’EC „Die Adler“ Stadtwerke Kitzbühel vince l’unico scontro diretto tra squadre austriache nella giornata con il risultato di 4 – 3. Il match è stato assai combattuto e dall’esito molto incerto. Entrambe le formazioni venivano da due sconfitte pesanti rimediate nel turno infrasettimanale. Le Giubbe Rosse avevano subito una pesante umiliazione casalinga dai Red Bull Hockey Juniors che avevano sbancato la Stadthalle con un pesantissimo 0:7. Le Aquile Tirolesi, di contro, erano state largamente superate, (2:5) in trasferta, dal Cortina. Con i tre punti il Kitzbühel sale a quota sette in una posizione di classifica assai interessante. Le Giubbe Rosse, di contro, restano invischiate nei bassifondi della graduatoria.
EC „Die Adler“ Stadtwerke Kitzbühel – EC-KAC II 4 – 3 (2-0, 0-2, 2-1)
Sabato, 29.09.2018: (19:30). Sportpark Kapsel brücke. Spettatori: 321.
Arbitri: LENDL, STRASSER, Giudici di Linea: Legat, Tschrepitsch.
MARCATORI: 15:29 1:0 KEC Florian Eder (Havlik – Hochfilzer); 19:05 2:0 KEC Niclas Maurer (Egger); 24:15 2:1 KA2 Luca Rodiga (Hammerle Valentin – Hammerle Simon ); 28:55 2:2 KA2 Tommaso Topatigh (Nickl – Ploner); 49:10 2:3 PP1 KA2 Fabian Hochegger (Würschl – Schnetzer); 53:54 3:3 KEC Manuel Rosenlechner (Havlik); 57:41 4:3 KEC Adam Havlik A. (Hochfilzer – Ebner).

Un Val Pusteria ancora alla ricerca del roster migliore per le perduranti assenze di Danny Elliscasis, Teemu Virtala, Alessio Piroso, Thomas Erlacher e Felix Brunner, riesce a superare, senza danno, anche la difficile trasferta di Feldkirch e mantiene in solitudina la testa della classifica. La gara si mette subito in discesa per la formazione di Petri Mattila che chiude con un doppio, rassicurante, vantaggio, un bel primo drittel, giocato a passo di carica nel quale si registrano ben 13 conclusioni a 3 per gli ospiti. Per la cronaca, le reti portano le firme di Armin Hofer e Simon Berger (in short hand). Nel secondo tempo i lupi controllano la gara mentre nel terzo, prima resistono ai prevedibili attacchi dei padroni di casa e poi rimpinguano il loro vantaggio con il goal, a porta vuota, di Markus Gander. Con i tre punti, il primato in classifica e la perdurante imbattibilità, il Val Pusteria festeggia anche il primo shutout della stagione del suo portiere, Colin Furlong.
VEU Feldkirch – HC Val Pusteria Lupi 0 – 3 (0-2, 0-0, 0-1)
Sabato, 29.09.2018: (19:30). Voralberghalle di Feldkirch. Spettatori: 912
Arbitri: SUPPER, WIDMANN, Giudici di Linea: Bedynek, Martin.
MARCATORI: 09:37 0:1 PUS Armin Hofer (Tommaso Traversa – Markus Gander); 14:16 0:2 SH1 PUS Simon Berger; 59:53 0:3 EN PUS Markus Gander (Virtala Marko – Althuber Ivan)

L’Asiago coglie, alla distanza, una larga vittoria sul ghiaccio di Zell am See. La formazione di Tom Barrasso passa a condurre nel primo drittel grazie ad Alexander Gellert. In apertura di terzo tempo, un po’ a sorpresa, arriva il pareggio dei padroni di casa. L’Asiago non si scompone e con Bardaro, Tessari ed il goal a porta vuota di Marchetti ristabilisce, ampiamente, le distanze.
EK Die Zeller Eisbären – Migross Supermercati Asiago Hockey 1935 1 – 4 (0-1, 0-0, 1-3)
Sabato, 29.09.2018: (19:30). Palazzo del Ghiaccio (Eishalle) di Zell am See. Spettatori: 749
Arbitri: LESNIAK, LOICHT, Giudici di Linea: Arlic, Reisinger.
MARCATORI: 17:16 0:1 ASH Alexander Gellert (Rosa); 40:59 1:1 EKZ Tobias Dinhopel; 51:07 1:2 ASH Anthony Bardaro (Pace – Gellert); 55:20 1:3 PP1 ASH Matteo Tessari (Enrico Miglioranzi – Michele Stevan); 59:22 1:4 EN ASH Michele Marchetti (Alexander Gellert – Mark Allan Naclerio).

Il Lustenau conferma il suo positivo momento di forma. La formazione di Christian Weber stravince al Pranives, con un largissimo punteggio e conferma di meritarsi la terza poltrona della classifica generale, dietro a Val Pusteria ed Asiago.
I Leoni Giallo-Verdi con la scorpacciata di goal siglati stasera, si confermano, di gran lunga, come il migliore attacco del campionato. Una forza offensiva capace di andare a bersaglio bel 29 volte in cinque gare. Sugli scudi, anche stasera, l’ex bolzanino Marc-Olivier Vallerand, autore di due goal ed un assist.
HC Gherdëina valgardena.it – EHC Alge Elastic Lustenau 2 – 7 (1-2, 1-3, 0-2)
Sabato, 29.09.2018: (20:30). Stadio del Ghiaccio Pranives di Selva di Val Gardena. Spettatori: 377.
Arbitri: GAMPER, PAHOR, Giudici di Linea: Bedana, Miklic.
MARCATORI: 02:57 0:1 EHC Marc-Olivier Vallerand (Putnik); 14:14 0:2 PP1 EHC Marc-Olivier Vallerand (Labrecque – Koczera); 17:39 1:2 GHE Linus Lundström (Demetz Ivan); 24:44 1:3 EHC Martin Grabher Meier (D’Alvise); 26:52 1:4 EHC Philip Putnik (Alagic – Hrdina); 33:52 1:5 PP1 EHC Martin Grabher Meier (Koczera); 34:44 2:5 GHE Gabriel Vinatzer (Long); 40:37 2:6 EHC Dave Labrecque (Vallerand); 54:28 2:7 EHC Maximilian Wilfan.

CLASSIFICA GENERALE
1 Val Pusteria 15 punti (5 partite, differenza reti + 13)
2 Migross, Supermercati Asiago Hockey 1935, 13 punti (5 partite, differenza reti + 10)
3 EHC Alge Elastic Lustenau, 12 punti (5 partite, differenza reti + 10)
4 HK SZ Olimpia Lubiana, 12 punti (6 partite, differenza reti + 10)
5 Sportivi Ghiaccio Cortina Hafro, 9 punti (5 partite, differenza reti -2)
6 HDD SIJ Acroni Jesenice, 9 punti (4 partite, differenza reti + 7)
7 Wipptal Broncos Weihenstephan, 8 punti (4 partite, differenza reti + 8)
8 EC „Die Adler“ Stadtwerke Kitzbühel 7 punti (5 partite, differenza reti – 6)
9 Red Bull Hockey Juniors Salisburgo, 6 punti (4 partite, differenza reti + 2)
10 Rittner Buam, 6 punti (5 partite, differenza reti -1)
11 EK Die Zeller Eisbären, 5 punti (4 partite, differenza reti + 2)
12 VEU Feldkirch, 4 punti (3 partite, differenza reti – 1)
13 Bregenzerwald, 3 punti (5 partite, differenza reti – 8)
14 HC Gherdëina valgardena.it, 3 punti (5 partite, differenza reti – 12)
15 Fassa, 2 punti (5 partite, differenza reti – 8)
16 Kac Klagenfurt II, 2 punti (5 partite, differenza reti – 18)
17 Hockey Milano Rossoblù, 1 punto (3 partite, differenza reti – 8)

Domenica sul ghiaccio per VEU Feldkirch e HDD SIJ Acroni Jesenice. Entrambe le squadre saranno in pista a meno di 24 ore dalle sfide di stasera, rispettivamente, contro Val Pusteria (in casa) e Milano (in trasferta). Ognuna delle due formazioni è stata convincente in difesa. Inoltre gli sloveni hanno vinto le ultime due sfide dirette contro il VEU.

Tags: