CHL: Salisburgo e Zurigo staccano gli ultimi biglietti per gli ottavi

Occhi puntati su Salisburgo-Wolfsburg e Zurigo-Klagenfurter, unici incontri che mettevano in palio l’accesso agli ottavi di finale. La spuntano Red Bull e Lions con due partite diametralmente opposte. Venerdì 13 ottobre i sorteggi degli ottavi di finale.

A Salisburgo, il match è caratterizzato da fiammate: la prima tra il 4’ e 5’ con il botta e risposta tra Harris e Hohenleitner. Gli austriaci chiudono il primo tempo in vantaggio grazie a Müller; dopo una frazione centrale chiusa senza marcature, nel terzo tempo i Grizzlys finalizzano due power play con Haskins e Fauser in 3’38”, ma il meglio è riservato per il finale: gli austriaci prendono d’assalto il terzo difensivo avversario,  Raffl pareggia, Hughes colpisce la traversa strozzando l’urlo di gioia dei tifosi di casa che possono liberarlo poco dopo al nuovo vantaggio di Duncan che rovescia le sorti del match in 1’37”.

Al Hallenstadion, allo Zurigo bastano 29’ per dominare le Giubbe Rosse ed archiviare la pratica Klagenfurter con le reti di Pettersson, Suter (in superiorità) e Shore.

Il Tappara Tampere, sconfitto a Bistryca, perde l’imbattibilità. I finnici, in vantaggio fino al 15’ con Ojamaki, sono travolti dagli slovacchi desiderosi di chiudere l’avventura in CHL con una vittoria davanti al pubblico di casa: trovato il pareggio con Lunter, il Banska prende il largo nella frazione centrale con i veterani Bartanus e Surovy. Gli ospiti, tornati ad attaccare nel terzo periodo, sono beffati dal quarto goal della serata di Kubka, mentre la rete di Karki, in shorthanded, matura troppo tardi per pensare a riaprire il match, chiuso da Cesik in power play.

Stavanger Oilers e KalPa Kuopio non avevano più nulla da chiedere alla kermesse continentale, nonostante ciò, le due formazioni nordiche hanno dato vita ad una partita ricca di goal, condita da una di quelle risse d’altri tempi oramai divenuta una rarità. Chiuso sul 3-3 il primo tempo, in cui non sono lesinati sorpassi e controsorpassi, i Petrolieri norvegesi tornano avanti nel secondo periodo con Soares, tuttavia l’ultima frazione di gioco risulta loro fatale: Riikola e Ikonen fanno pendere la bilancia a favore dei finlandesi; a 5’23” dalla fine una carica del norvegese Strøm scatena una rissa sul ghiaccio che coinvolge diversi giocatori, una volta sedata gli arbitri assegnano penalità complessive per 28’. Raffreddati gli animi i finlandesi realizzano il sesto goal con Ruutu aggiudicandosi il derby nordico.

Gli incontri del Gruppo E dovevano determinare chi tra Växjö e Liberec si sarebbe classificata al primo posto; questione risolta dagli svedesi vittoriosi sul Cardiff per 3-2. Le due squadre danno subito fuoco alle polveri: Lakers in doppio vantaggio con Martinsson e Rahimi e britannici in vita con la pronta risposta di Batch. Le distanze rimangono invariate anche al termine della frazione centrale in cui Shinnimin e Pope, ex Valpellice e Bolzano,  vanno a referto. In pieno controllo della gara, a 3’ dalla fine, gli scandinavi rischiano di mandare tutto a monte per un fallo di ostruzione di Bohm, i Devils non approfittano della superiorità lasciando il risultato invariato.
Il Liberec perde a Davos 3-2; a marcare la differenza la doppietta in power play di Little nel secondo tempo. La vittoria consente agli elvetici di chiudere al terzo post nella classifica del girone.

Risultati e classifiche (in rosso le qualificate agli ottavi di finale)

Gruppo A: Banská Bystrica (SVK) – Tappara Tampere (FIN) 5-2 (1-1; 2-0; 2-1); Salisburgo (AUT) – Grizzlys Wolfsburg (GER) 4-3 (2-1; 0-0; 2-2)
Classifica:
Tappara Tampere (FIN) p.ti 15 (6 partite); Salisburgo (AUT) p.ti 9 (6); Grizzlys Wolfsburg (GER) p.ti 6 (6); Banská Bystrica (SVK) p.ti 6 (6)

Gruppo B: Stavanger Oilers (NOR) – KalPa Kuopio (FIN) 4-6 (3-3; 1-0; 0-3)
Classifica: Malmö Redhawks (SWE) p.ti 13 (6); Kometa Brno (CZE) p.ti 12 (6); KalPa Kuopio (FIN) p.ti 10 (6); Stavanger Oilers (NOR) p.ti 1 (6)

Gruppo E: Växjö Lakers (SWE) – Cardiff Devils (GBR) 3-2 (2-1; 1-1; 0-0); Davos (SUI) – Bílí Tygri Liberec (CZE) 3-2 (1-1; 2-0; 0-1)
Classifica: Växjö Lakers (SWE) p.ti 14 (6); Bílí Tygri Liberec (CZE) p.ti 10 (6); Davos (SUI) p.ti 7 (6); Cardiff Devils (GBR) p.ti 5 (6);

Gruppo H: Zurigo (SUI) – Klagenfurter (AUT) 3-0 (2-0; 1-0; 0-0)
Classifica: Frölunda Indians (SWE) p.ti 17 (6); Zurigo (SUI) p.ti 11 (6); Klagenfurter (AUT) p.ti 8 (6); Gap Rapaces (FRA) p.ti 0 (6)

Le sedici qualificate agli ottavi di finale:

Tappara Tampere (FIN), Salisburgo (AUT), Malmö Redhawks (SWE), Kometa Brno (CZE), Zugo (SUI), JYP Jyväskylä (FIN), Adler Mannheim (GER), Ocelari Trinec (CZE), Växjö Lakers (SWE), Bílí Tygri Liberec (CZE), Nottingham Panther (GBR), Berna (SUI), Monaco (GER), Brynäs (SWE), Frölunda Indians (SWE), Zurigo (SUI)

Tags: