LNA: primo successo dell’Ambrì. Mal di trasferta per il Lugano

Nel secondo turno infrasettimanale l’Ambrì cancella lo zero dalla casella delle vittorie; il Lugano cade ancora in trasferta contro lo Zurigo; i Leoni rimangono in testa alla classifica appaiati al Losanna che ha strapazzato il Langnau.

ambri-piotta_banner logoAl settimo tentativo l’Ambrì coglie la tanto sospirata vittoria in campionato, seppur ottenuta all’overtime: due punti anziché tre sono meglio di niente in periodo di vacche magre. Certamente è energia per il morale della squadra, il cui livello finora è rimasto sotto i tacchi, anche se sarebbe meglio dire sotto le lame. Una vittoria sudata ottenuta al termine di una gara condotta, ancora una volta, all’inseguimento degli avversari e complicatasi con il goal, a pochi secondi dalla fine, dello Zugo. Coach Hans Kossmann mischia le linee inserendo l’Azzurro Diego Kostner in seconda al fianco di Janne Pesonen e Jason Fuchs, mentre Goi è tornato ai Ticino Rockets.
Nonostante la serata sottotono lo Zugo passa in vantaggio, nel primo tempo, con Reto Suri; i leventinesi riescono a pareggiare, dopo diversi tentativi, solo a metà gara con Thibaut Monnet. Gli svizzero centrali capitalizzano le poche occasioni create con il nuovo vantaggio di Lino Martschini, Le difficoltà dei biancoblù vengono messe in risalto nel doppio power play, tuttavia nei minuti successivi, i padroni di casa ribaltano la situazione a loro vantaggio con Pesonen e Matt D’Agostini, il quale conferma d’aver ritrovato il feeling con il goal. Nel mezzo anche il palo colpito da Cory Emmerton. I tre punti sembrano essere a portata di mano dei piottini, i quali devono fare i conti con la mossa disperata del coach dello Zugo Harold Kreis, il quale toglie il portiere per l’uomo di movimento in più che vale il pareggio di Josh Holden. Dopo l’overtime chiuso a reti bianche, ai rigori decide Peter Guggisberg al ventiduesimo tentativo.

lugano2016_bannerIl Lugano soffre di mal di trasferta: dopo le sconfitte contro Zugo e Kloten, i bianconeri cadono anche con lo Zurigo mettendo sul ghiaccio una prestazione caratterizzata da numerosi errori difensivi e da un attacco poco incisivo. Inti Pestoni sente odore di derby ed apre le danze con il vantaggio zurighese. La risposta del Lugano non si lascia attendere e un minuto e mezzo più tardi pareggia con il nazionale italiano Giovanni Morini, al suo primo goal stagionale. La serata di vendette prosegue con la doppietta dell’ex bianconero Patrick Thoresen che, a cavallo dei primi due tempi, segna il solco tra le due formazioni. Il Lugano subisce le iniziative dei padroni di casa: Pestoni segna un secondo goal, ma gli arbitri annullano per aver calciato il disco, ma l’appuntamento con il goal è rimandato di poco: a realizzarlo è Patrick Geering. Sul 4-1 allo Zurigo non rimane che controllare il gioco e accaparrarsi i tre punti in palio.

LNA

Vola sulle ali dell’entusiasmo il Losanna che spadroneggia con il malcapitato Langnau con una cinquina firmata da Eric Walsky, Matteo Nodari, Sven Rysen, Alain Mieville e Johnny Kneubuehler. Vittorie esterne anche per Berna e Davos, ma all’overtime: i capitolini, sotto nel punteggio per effetto del goal di Andrey Bykov, si portano in vantaggio con la rete fortunosa di Martin Plüss, seguita da quella di Ryan Lasch innescato da Maxime Noreau. I burgundi pareggiano con Mathieu Maret ad inizio terzo tempo, ciò nonostante il goal vittoria è messo a referto al 63.22 da Ramon Untersander che regala agli Orsi bernesi il successo.
A Kloten l’incontro tra gli ex Flyers e il Davos è vietata ai deboli di cuore: il doppio vantaggio dei grigionesi di Perttu Lindgren e Marc Wieser è reso vano da Drew Shore e Denis Hollestein; lo statunitense de Kloten, in serata di vena, è autore di altri due goal che portano i zurighesi sul momentaneo 4-2 a fine secondo tempo. Nell’ultima frazione di gioco, i cinque minuti di follia del reparto arretrato dei padroni di casa consentono agli uomini di Arno del Curto di invertire la tendenza con i goal di Perttu Lindgren, Andres Ambühl e Robert Kousal. Il Kloten raggiunge il pareggio con Vincent Praplan all’ultimo assalto, grazie all’uomo di movimento in più, tuttavia al supplementare deve arrendersi all’iniziativa di Ambühl.
Il Biel sconfigge il Ginevra tra le mura amiche raggiungendo  il quarto posto in classifica: a segno per i seelander Robbie Earl, Gäetan Haas, Marco Pedretti e Mike Lundin. Per i granata rete di Cody Almond.

Risultati LNA:
martedì 20 settembre
Zurigo   – Lugano   4-1
Biel     – Ginevra  4-1
Langnau  – Losanna  0-5
Ambrì    – Zugo     4-3 so
Friborgo – Berna    2-3 ot
Kloten   – Davos    5-6 ot

Classifica LNA (dopo 5 giornate)
1.Losanna  15 punti
2.Zurigo   15*
3.Zugo     13
4.Biel     12
5.Kloten   11
6.Berna    11
7.Lugano    9
8.Ginevra   7
9.Davos     7
10.Friborgo 6
11.Ambrì    4*
12.Langnau  1
*=una partita in più


Top Scorer LNA
#               Club   Punti (reti+assist)
1.M.Arcobello  (Berna)    9     (3+6)
2.R.Wick       (Zurigo)   8     (3+5)
3.L.Martschini (Zugo)     8     (3+5)
4.L.Klasen     (Lugano)   8     (1+7)
5.V.Praplan    (Kloten)   7     (4+3)
6.J.Micflikier (Biel)     7     (3+4)
7.R.Earl       (Biel)     7     (2+5)
8.M.Maenpaa    (Ambrì)    7     (1+6)

Top Goalies
#                  Club       Svs%  GAA
1.C.Huet          (Losanna)  95,2   1.34
2.L.Boltshauser   (Kloten)   95,7   1.48
3.L.Flueler       (Zurigo)   93,8   1.58
4.J.Hiller        (Biel)     93,6   1.84
5.L.Genoni        (Berna)    92,3   2.15

Tags: ,