EBEL: Black Wings ancora in testa, Bolzano difende il sesto posto

E’ cominciato il rush natalizio in EBEL, con la prima di una lunga serie di settimane di gioco. Tre matchdays nella settimana appena trascorsa, che hanno visto il Linz consolidarsi in testa alla classifica, sempre a +4 sul Salisburgo. Il Bolzano ottiene quattro punti in tre partite, alla bruciante sconfitta contro lo Znojmo segue una grande vittoria contro i Red Bull, mentre per l’ottava volta consecutiva, resta stregata l’arena del Dornbirn, che si conferma al terzo posto. In coda, tre squadre ormai distaccate, Villach e Vienna lottano per un posto in pick round.

ebel-austriaIn testa – Con regolarità di punti ed un gioco brillante e sempre più rodato, il Linz non si schioda dal primo posto. Martedì sera arriva un improvviso k.o in casa del Villach, che dimostra la sua fame di punti, 4-2 per i carinziani, rete decisiva di Pance. Venerdì sera è invece facile il 4-2 contro il derelitto Olimpjia Lubiana, ma la vittoria più importante è il sofferto 2-1 in casa del Vienna, firmato da Pichè e Hisey. In seconda posizione il Red Bull Salisburgo resta bello a metà, a volte troppo lezioso come nel caso della trasferta al Palaonda, a volte roboante come nel 7-2 in casa dell’Innsbruck. In gran spolvero Anthony Aquino, che sta attraversando un ottimo stato di forma. Al terzo posto si conferma la rivelazione del torneo: il Dornbirn. La squadra allenata da Dave MacQueen inizia male la settimana inciampando 1-0 in casa del Graz, ma si riscatta col 4-3 al Klagenfurt e soprattutto il 5-2 inflitto al Bolzano, gestendo bene il match contro un avversario ostico. L’Orli Znojmo, quarto in classifica, vince in rimonta all’overtime contro il Bolzano, spazza via il Graz con un perentorio 6-0, e fatica non poco contro l’Olimpija Lubiana strappando il 4-3. Klagenfurt scende al sesto posto a pari merito con il Bolzano, settimana negativa per il KAC, scandita da tre k.o contro Vienna (5-1), Dornbirn (4-3) e Villach nel derby (6-3).

Spazio Bolzano – Tom Pokel può vedere il bicchiere mezzo pieno, ma la sconfitta contro il Dornbirn è una medicina amara da mandare giù. La sconfitta interna contro lo Znojmo per 5-4 pesa poco, contro un avversario più forte, al termine di match perso solo per la coperta più corta rispetto agli sfidanti. Il gol-vittoria di Baca al 62:06 non abbatte Marco Insam e compagni, che venerdì giocano un match a tratti perfetto contro il Red Bull Salisburgo. Finisce 5-2 (match andato in diretta con la quinta Rosengarten Hockey Night di Hockey33), ma il parziale di 4-0 dimostra il gran gioco mostrato dai Foxes, in vantaggio con McMonagle, dilagano nel secondo drittel con la rete di Foster (che si risolleva dopo aver percepito il rischio del taglio), seguita da quelle di Insam e Vause. Il ritorno del Red Bull spaventa solo in parte, McMonagle chiude il match così come lo aveva aperto. Con lo stesso punteggio, ma a parti invertite, domenica arriva il k.o in casa del Dornbirn, che impone il suo gioco e strappa il 5-2, segnano Lembacher, Siddall due volte, Livingston e Grabher-Meier nel finale, per il Bolzano in rete Foster e Vause. Prossimo impegno per i Foxes a Lubiana.

In coda – Mentre il Villach cerca di risollevarsi dando il meglio di sè in pista (vittorie per 6-3 contro Villach, 3-2 contro Innsbruck e 4-2 contro Linz) e avvicinandosi all’altalenante Vienna Capitals, il SAPA Fehervar dovrà fare nelle prossime settimane i conti decisivi per vedere se può puntare il sesto posto, più vicino dopo il 5-1 al Graz, una squadra che ormai rappresenta il vero e proprio flop di questa stagione. Dopo un sudato 1-0 contro il Dornbirn, rete di Fornataro, arrivano due k.o, un 6-0 contro Znojmo, già sotto di 5 reti dopo il primo drittel e, come detto, 5-1 contro a Szekesfehervar. Graz, penultimo a 36 punti, Innsbruck, terzultimo con un punto in più, e l’Olimpija Lubiana fermo a 15 punti, dicono ufficialmente addio al pick-round, ma con una difesa così perforabile, per Graz e Innsbruck per ora sembra proibitivo pensare anche ai playoff, nonostante ci sia tempo per  invertire la rotta nel relegation round.

Risultati

martedì 15 dicembre, 31ª giornata
Klagenfurt – Vienna Capitals 1-5 (1-2; 0-2; 0-1)
VSV Villach – EHC Linz 4-2 (1-1; 0-0; 3-1)
Red Bull Salisburgo – SAPA Fehervar AV19 4-3 ot (1-2; 1-1; 1-0; 1-0)
Olimpija Lubiana – Innsbruck 2-4 (0-1; 1-2; 1-1)
HC Bolzano – Orli Znojmo 4-5 ot (2-1; 1-1; 1-2; 0-1)
Graz 99ers – Dornbirn EC 1-0 (1-0; 0-0; 0-0)

venerdì 18 dicembre, 32ª giornata
Orli Znojmo – Graz 99ers 6-0 (5-0; 0-0; 1-0)
HC Innsbruck – VSV Villach 2-3 (1-1; 0-1; 1-1)
SAPA Fehervar AV19 – Vienna Capitals 2-3 (0-3; 0-0; 2-0)
EHC Linz – Olimpija Lubiana 4-2 (3-0; 0-2; 1-0)
Klagenfurt – Dornbirn EC 3-4 (0-0; 2-3; 1-1)
HC Bolzano – Red Bull Salisburgo 5-2 (1-0; 3-1; 1-1)

domenica 20 dicembre, 33ª giornata
Vienna Capitals – EHC Linz 1-2 (1-1; 0-0; 0-1)
SAPA Fehervar AV19 – Graz 99ers 5-1 (1-1; 3-0; 1-0)
Olimpija Lubiana – Orli Znojmo 3-4 (0-3; 2-0; 1-1)
HC Innsbruck – Red Bull Salisburgo 2-7 (0-2; 1-3; 1-2)
Dornbirn EC – HC Bolzano 5-2 (2-1; 2-0; 1-1)
Klagenfurt – VSV Villach 3-6 (2-3; 0-2; 1-1)

Classifica GP GD
1 33 +33 68
2 33 +24 64
3 33 +24 61
4 33 +31 58
5 33 +4 53
6 33 +3 53
7 33 +15 51
8 33 +6 50
9 33 -6 48
10 33 -35 37
11 33 -36 36
12 33 -63 15