EBEL Weekend: la classifica si accorcia, otto squadre in cinque punti

Al termine della nona e decima giornata di EBEL la classifica vede accorciare le distanze fra le squadre, con lo Znojmo che conquista 1 punto in due partite restando però in testa, e otto squadre raccolte in cinque punti, dalla seconda posizione del Linz alla non posto del Bolzano, che confeziona una vittoria allo scadere a Vienna e una sconfitta a testa a Salisburgo.

Bolzano on the road – Fine settimana distante dal Palaonda per il Bolzano, impegnato nella doppia trasferta sulle piste difficili di Vienna e Salisburgo, con l’intenzione di confermare le potenzialità che stanno emergendo sul piano del gioco. Sul pullmann di ritorno da Salisburgo i punti sono 3, conquistati due giorni prima contro i Capitals, in un match combattuto e risolto quasi alla sirena. Niente da fare in casa dei campioni in carica, che la spuntano 2-1. Tom Pokel ritrova la panchina dove iniziò – senza terminarla – la scorsa stagione, e fa uno sgambetto al Vienna vincendo con merito l’incontro. Il vantaggio però è dei Capitals, con Kurtis McLean bravo a ribadire in rete il gol convalidato dal video replay, il palo poi nega il gol a Gander. Il pareggio biancorosso arriva dopo pochi secondi dall’inizio del terzo drittel, e lo firma Pollastrone su ottimo assist di Vause, che a 25” dal termine sigla il gol-vittoria sfruttando un errore difensivo. Motivati, i Foxes si spostano a Salisburgo dove però cedono il passo ai Red Bull con lo stesso punteggio inflitto al Vienna. Il match viene deciso nel drittel centrale, dove il doppio vantaggio spiana la strada al Salisburgo: prima Trattnig ben piazzato sul palo scoperto da Hübl, poi Welser dalla lunga distanza, stessa situazione in cui accorcia Brett Fleming con una rasoiata. Il risultato non cambia.

Bene Salisburgo – I Red Bull vincono con merito ma anche con fatica, dimostrando però una crescita atletica e conquistando altri tre punti dopo l’agevole vittoria per 4-1 sul Graz, firmata nel terzo tempo grazie all’allungo con reti di Duncan, Hughes e Heinrich. Il gol dell’1-0 porta la firma italiana di Peter Hockhofler, alla sua seconda rete in EBEL: decisiva deviazione sul tiro da posizione impossibile del giovane Viveiros. L’unica rete del Graz in crisi è di Poulsen, per i Moser Medical prosegue il momento negativo, otto gol subiti in due partite (1-4 contro i Red Bull, 2-4 contro Linz).

ebel-austriaZnojmo primo, Linz secondo – Le Black Wings nella giornata di domenica superano il Graz in una gara piacevole: apre Fabio Hofer in power-play, pareggia Kovacevic in apertura di secondo drittel. Dieci minuti dopo ancora Hofer per il 2-1, poi quasi a metà terzo drittel Kozek segna il gol che sarà decisivo, inutile il 3-2 di De Simone, prima del 4-2 di Göhringer. Il Linz riscatta così la brutta sconfitta casalinga per 3-0 contro il Dornbirn, che approfitta delle superiorità segnando con Arniel e Siddall, rete finale di Petrik. Weekend invece incerto per lo Znojmo, che però mantiene la leadership solitaria. In casa del Villach finisce 4-2 per i carinziani, bravi a ribaltare il vantaggio di Tomas con Petrik e Kelly. Domenica contro il Vienna Capitals i cechi conquistano invece un punto, uscendo sconfitti all’overtime in una gara sino all’ultimo respiro, con MacGregor Sharp protagonista della doppietta che ribalta il match e regala la vittoria al Vienna, terzo a quota 18 con Klagenfurt e Red Bull.

Reazione Villach – Servivano punti, e i punti sono arrivati per il Villach, in un weekend che li ha visti in netta ripresa. Prima la vittoria ai danni della capolista, col 4-2 appena raccontato, e poi il roboante 5-1 nel derby carinziano contro il Klagenfurt, squadra in forma. In un’arena gremita da 4500 persone, metà in blu e metà in rosso, apre le danze Petrik nel traffico, poi il VSV si scatena nel secondo periodo: Platzer su rebound, ancora Petrik, poi McKernan. Harand segna il gol della bandiera, e Nageler con l’uomo in meno fissa il 5-1 a porta vuota per la gioia dei tifosi del Villach.

Le altre – Un 3-0 in casa del Linz e una sconfitta all’overtime per 3-2 in casa dell’Innsbruck sono i risultati di un Dornbirn che resta a contatto con le zone alte, raggiunto a quota 16 proprio dall’Innsbruck che si sta facendo valere sino ad ora. Ulmer segna dopo 63′ il gol decisivo, già autore del pareggio in doppia inferiorità. Inutili i doppi vantaggi di Zagrapan e D’Alvise per i Bulldogs. I tirolesi rendono un fortino la propria arena, vincendo anche venerdì contro il Sapa Fehervar, 2-1 di misura che porta la firma dell’ex Asiago Nick Ross, autore di una doppietta. Per gli ungheresi magra consolazione nello 0-1 ottenuto con le unghie e con i denti in casa dell’Olimpija Lubiana grazie alla rete di Wehrs in power-play. Sloveni k.o anche contro il Klagenfurt (1-4) e staccati in classifica dal Fehervar, cui servivano punti per risalire la china. Znojmo primo a quota 22 dal Linz al Bolzano sono in otto nel giro di cinque punti. Squadre di nuovo sul ghiaccio martedì 13.

Risultati 9^ giornata
Olimpija Lubiana – EC Klagenfurt 1-4 (0-2; 1-0; 0-2)
EC VSV – Orli Znojmo 4-2 (2-1; 1-0; 1-1)
Vienna Capitals – HCB Südtirol 1-2 (1-0; 0-0; 0-2)
Graz 99ers – Red Bull Salisburgo 1-4 (0-1; 1-0; 0-3)
EHC Linz – EC Dornbirn 0-3 (0-0; 0-1; 0-2)
HC Innsbruck – Sapa Fehervar 2-1 (0-0; 1-0; 1-1)

Risultati 10^ giornata
Orli Znojmo – Vienna Capitals 1-2 ot (1-0; 0-0; 0-1; 0-1)
Red Bull Salisburgo – HCB Südtirol 2-1 (0-0; 2-1; 0-0)
HC Innsbruck – EC Dornbirn 3-2 ot (0-0; 2-2; 0-0; 1-0)
Olimpija Lubiana – Sapa Fehervar 0-1 (0-0; 0-1; 0-0)
Graz 99ers – EHC Linz 2-4 (0-1; 1-1; 1-2)
EC VSV – Klagenfurt 5-1 (1-0; 3-1; 1-0)

Classifica GP GD PTS
1 10 +16 22
2 10 +3 19
3 10 +11 18
4 10 +4 18
5 10 +2 18
6 10 +1 16
7 10 -3 16
8 10 +3 15
9 10 -1 15
10 10 -7 11
11 10 -12 7
12 10 -17 5