Cantano le Civette, Mastini ancora K.O.

di Massimo Airoldi

Varese e Alleghe è sempre una partita di grande richiamo, un’amarcord che rievoca tempi addietro ed antichi fasti. Quella di ieri sera non è stata certo una partita da ricordare, ma è stata pur sempre una sfida interessante valevole per il quarto turno di serie B, giocatasi, per motivi organizzativi, a campi invertiti rispetto al calendario.

Per Varese era utile misurarsi con una realtà più affermata, per l’Alleghe era occasione per smuovere la classifica dopo un inizio campionato molto sotto le attese. Gli agordini hanno raggiunto l’obiettivo trovando i tre punti sul ghiaccio varesino, vincendo per 4:1 dopo due tempi molto equilibrati e combattuti, legittimando poi nel terzo drittel il risultato.

Pronti via e subito le civette in avanti con una grande occasione da rete ben sventata dal portiere giallonero Bertin che compie una bella parata su una conclusione ravvicinata da parte di un attaccante dell’Alleghe. Sono proprio gli ospiti a passare pochi istanti dopo, al 3’38”, sfruttando una situazione di power play, che si concretizza con la rete di Davide Testori, autore di una buona partita.

Nemmeno tre minuti dopo arriva il pareggio del Varese, grazie ad un power play ben giocato: Andreoni raccoglie il puck da un compagno, prende le mira e scaglia da posizione leggermente defilata un tiro imparabile che si infila sotto l’incrocio dei pali alla sinistra del portiere Manfroi, il quale rimedia poco più tardi a due situazioni difficili. Mastini caparbi e ancora in avanti, ma un paio di sortite offensive interessanti vengono vanificate dal ritardo degli attaccanti: bellissime due azioni in fotocopia con il disco che viene messo in mezzo forte e teso, ma prima Privitera e poi Mazzacane mancano di un soffio la deviazione sicura a rete.

Bertin e la difesa dei Mastini Varese, si destreggiano bene in un altro paio di situazioni di inferiorità numerica, ma poi è ancora una penalità (questa volta doppia) a favorire gli ospiti, i quali, con Varese in tre raddoppiano con un tiro di Fontanive da appena dentro la blu: Bertin incerto e disco che si infila tra i gambali dell’estremo difensore giallonero e siamo poco oltre il 15′ minuto di gioco. Sarà l’unico errore del numero 29 giallonero, che ben si è comportato durante tutto l’incontro.

2015_10_11 VARESE ALLEGHE 206

Il secondo drittel è combattutissimo e ricco di occasioni. Gioca bene Varese, soprattutto nei primi dieci minuti. Buoni gli schemi applicati dai gialloneri in regime di power play, anche se sono veramente poche le occasioni per metterli in mostra. Sono state almeno quattro le occasioni importanti per i padroni di casa, col portiere avversario chiamato in causa più volte in maniera brillante. Privitera, Sorrenti, Odoni, Andreoni, Mazzacane ci provano a turno, ma senza fortuna e con Manfroi sugli scudi, grazie ad un paio di parate in sequenza ravvicinata. Anzi è l’Alleghe che si porta in avanti e in un’occasione scheggia la traversa di Bertin. I Mastini iniziano ad accusare un pò di stanchezza sul finale di periodo, mentre la pattinata agordina è fluida e veloce.

Il terzo tempo si apre con un’occasione per parte: dapprima De Val costringe Bertin ad una respinta col gambale, successivamente è ghiotta l’occasione per i gialloneri che non riescono a ribadire in rete un’eccellente parata del portiere biancorosso. Passano poco più di due minuti e l’Alleghe triplica con Pra Floriani, fortunato a trovare dalla distanza, dopo una conclusione senza pretese, una deviazione decisiva di un difensore giallonero che spiazza Bertin.

Attaccano i Mastini con l’orgoglio e pochissimi istanti dopo c’è una doppia occasione: prima Michael Mazzacane impegna severamente Manfroi, poi Sorrenti coglie il palo alla sinistra dello stesso portiere, con un tocco ravvicinato. Un coraggiosissimo Manfroi esce fino alla linea blu per contrastare Di Vincenzo lanciatissimo a rete.

Bravissimo Bertin poi a fermare prima Testori e poi Fontanive, ma nulla può su una bellissima azione orchestrata in power play dall’Alleghe a circa nove minuti dal termine: assist da dietro la gabbia e lestissimo è ancora Testori a toccare al volo il puck che si infila alla sinistra dell’incolpevole Bertin. Azione velocissima, molto simile ad uno schema messo in atto anche dall’Appiano la scorsa settimana proprio a Varese.

I Mastini faticano a uscire, l’Alleghe preme ancora e legittima il risultato con una serie di ulteriori occasioni, nonostante una buona difesa dei gialloneri.

Da segnalare un paio di robuste risse, la più “entusiasmante” quella tra Di Vincenzo e Prà Floriani, i quali abbandonando guantoni, bastioni e caschi, hanno dato vita ad un vero e proprio match di pugilato. Qualche nervosismo di troppo durante il match, che comunque ha visto la squadre bellunese meritare la vittoria proprio grazie ad un terzo periodo maggiormente incisivo. Viste le sole due linee di difesa con cui l’Alleghe è sceso sul ghiaccio, si poteva pensare che la stanchezza potesse affiorare maggiromente, invece a patire è stato il Varese che non ha saputo cambiare passo.

2015_10_11 VARESE ALLEGHE 079

Troppe le penalità per la compagine giallonera: alla fine si conteranno trenta minuti complessivi: praticamente mezza partita giocata con almeno un uomo in panca puniti. Ai Mastini serviranno sicuramente una maggiore concretezza e una maggior disciplina se vorranno provare ad invertire il trand.

Prossimo turno sulla carta proibitivo per i Mastini, che sabato andranno in trasferta a Caldaro, ma occorre provare a giocare con queste caratteristiche. Gli schemi di Merzario già si apprezzano, soprattutto nel power play, dove la squadra riesce a creare qualche situazione pericolosa e riesca a piazzare un uomo davanti alla porta avversaria, ma serve ancora tempo e serve ancora dedizione.

L’Alleghe trova i suoi primi punti sul ghiaccio di Varese: pattinata fluida e veloce e una maggior coralità nel gioco, sono state le caratteristiche viste sulla pista giallonera.

Hc Varese 1 – Hc Alleghe 4  (1:2, 0:0, 0:2)

Hc Varese: P. Bertin (Crippa), D: Borghi F, Cortenova, Frizzera, Gaggini, Iuratti, Odoni, Papalillo, Termanini, A: Andreoni, Borghi P., Di Vincenzo, Manfè, Mazzacane E., Mazzacane M., Privitera,  Senigagliesi, Sorrenti. All. Merzario

Hc Alleghe: Manfroi (De Toni P.), D: De Toni J, De Toni L, De Toni M, Moretti, A:  Benvegnù, De Val, Fontanive A, Fontanive E, Martini, Meneghetti, Nicolao, Pra Floriani, Scopelliti, Testori. All. Fontana

Arbitri: De Zordo (Cassol, Piniè)

Marcatori:

(0-1) 03.38 Davide Testori (De Val – Fontanive) PP;

(1-1) 06.06 Riccardo Privitera (F. Borghi – Odoni) PP;

(2-1) 15.22 Alberto Fontanive (Prà Floriani – M. De Toni) PP2;

(1-3) 43.10 Juri Prà Floriani (De Val – M. De Toni);

(1-4) 51.17 Davide Testori (De Val) PP

Spettatori: 375

Penalità: Varese 30’, Alleghe 26’