I Mastini Varese si muovono sul mercato

In attesa della presentazione ufficiale dell’intera squadra che parteciperà al campionato di serie B, anche quest’anno l’HC Varese ha raggiunto l’accordo di farm team per la stagione sportiva 2015/16 con l’HC Valpellice.

Nel frattempo la dirigenza dei Mastini ha ingaggiato due nuovi giocatori: i portieri Davide Bertin e Mattia Mai, in sostituzione di Lorenzo Broggi, passato ad altra formazione.

Davide Bertin, classe 1994 giunge a Varese in prestito annuale proprio dal Valpellice. Ha iniziato a pattinare da bambino a Pinerolo per poi trasferirsi dopo un solo anno nel club di Torre Pellice di cui ha vestito la maglia fino ai 18 anni.

La sua trafila nel settore giovanile è stata premiata con l’ingresso in prima squadra, con cui ha disputato qualche partita in Serie A. Bertin ha assaggiato l’A2 a Bolzano, dove è rimasto pochi mesi, prima di passare, sempre in prestito, all’Asiago; lì ha giocato e conquistato da titolare il campionato Under 20 della stagione 2013/14. La scorsa annata ha militato nel Chiavenna in Serie B dove ha avuto la possibilità di misurarsi e accumulare esperienza in un torneo molto competitivo.

“Sono pronto a mettermi a disposizione del coach e dei miei compagni. È un onore per me far parte di una squadra gloriosa e ambiziosa come quella dei Mastini. Ci vediamo presto al PalAlbani!”.

Dopo tre anni, gradito ritorno in porta dei gialloneri per Mattia Mai (classe 1989) che metterà a servizio dei Mastini il suo talento e la sua grande esperienza. Mattia torna quindi ai piedi del Sacro Monte dopo l’annata molto positiva in serie C del 2012-2013 con ventun presenze alla difesa della porta giallonera e in cui si è fatto notare a suon di ottime prestazioni.
Mai inizia a pattinare da piccolo nei Milano Devils per poi continuare nel settore giovanile dei Milano Vipers; da qui il passaggio ai Torino Bulls dove rimane per quattro anni ed esordisce a 17 anni in A2. Rientrato alla base nel Milano Rossoblu, milita per quattro stagioni nel club meneghino e nel 2011/2012 vince il campionato di A2 conquistando il passaggio in A1. L’anno successivo è girato in prestito a Varese. Nelle ultime due annate ha giocato nei Milano Quanta, squadra di hockey inline con la quale ha vinto tutti i titoli in palio.

Mai Mattia
Mai, inoltre, è nel giro della nazionale azzurra di inline.

“Mi ha fatto molto piacere vedere l’interesse nei miei confronti da parte della società e del presidente Quilici” – afferma Mai – “Vuol dire che hanno conservato un buon ricordo di me e delle mie prestazioni. Spero quindi di potermi confermare quando sarò chiamato in causa e di contribuire a disputare un campionato di alto livello insieme ai compagni”.

SETTORE GIOVANILE HC VARESE –  Il nuovo responsabile del settore giovanile giallonero è Igor Kosovic. Serbo, classe 1966, torna a Varese dopo l’esperienza come coach all’epoca dei Mastini nella stagione 1999-2000.
Kosovic è laureato in Educazione Fisica in Serbia e attualmente sta frequentando un master in Psicologia dello Sport. Esperto giocatore, ha militato in tutte le nazionali giovanili dell’ex Jugoslavia nonché in quella maggiore, con la quale ha disputato anche alcuni campionati del mondo come atleta e come allenatore. Nel suo palmares può vantare due vittorie del campionato con la maglia della Stella Rossa Belgrado. Ha trascorsi pure in Germania, dove ha giocato per quattro anni, di cui uno in Prima Lega.  La sua carriera di allenatore inizia al Partizan Belgrado, di cui dal 1996 al 1999 è il responsabile del settore giovanile. Passa ai Mastini, dove ricopre la stessa carica e raggiunge il secondo posto a livello nazionale con l’Under 19; prima assistente allenatore della A1, diventa successivamente capo allenatore della squadra di serie C. Nel 2002 torna in patria per sedersi sulla panchina della nazionale Under 20 e su quella del Partizan Belgrado e dal 2003 al 2006 lo si ritrova di nuovo in Italia, a Gardena, quale allenatore responsabile delle giovanili e assistente alla prima squadra di serie A. Recentemente ha assunto la mansione anche di direttore sportivo nonché di responsabile dell’HK Beostar e frequenti sono le sue collaborazioni con le nazionali serbe Under 18, Under 20 e Senior.
Un curriculum di tutto rispetto per Kosovic, che ha accettato di buon grado l’incarico propostogli dalla dirigenza di Varese, club al quale è sempre stato molto legato.