FG2: l’Asiago ruggisce all’Arena Ritten

Con una gara determinata e caparbia, l’Asiago espugna l’Arena Ritten portando in parità la Serie di finale. I Rittner Buam devono rammaricarsi per una fase difensiva che ha mostrato qualche faglia di troppo, soprattutto nel primo tempo, quando gli ospiti ne hanno approfittato ribaltando il punteggio. I padroni di casa si presentano sul ghiaccio senza gli squalificati Luca Ansoldi e  Markus Spinell, mentre per scelta tecnica DiBenedetto deve accomodarsi in tribuna. L’Asiago registra la sola assenza di José Magnabosco.

Le prime battute sono griffate Rittner Buam, Ramsey è il giocatore maggiormente pericoloso con una conclusione finita a lato, seguito, poco dopo, da Daccordo, il quale, a tu per tu con Marozzi si vede il tiro deviato dal gambale dell’estremo difensore. L’Asiago impiega un po’ a carburare, la prima azione pericolosa, imbastita da Presti, s’infrange su Weinhandl . Gli altoatesini tornano all’attacco con Ramsey, il cui taglio orizzontale, al termine di una discesa sulla destra, non trova Spinell all’appuntamento con il goal. L’ardore dei padroni di casa tuttavia non paga, l’Asiago  prende in prestito dai Buam quel pizzico di cinismo mostrato dagli altoatesini in gara 1 e si porta in vantaggio con Bentivoglio che finalizza il passaggio orizzontale dall’angolo sinistro di DeVergilio. Neanche il tempo di esultare e i Rittner Buam pareggiano con Simon Kostner lesto a mettere la stecca sulla fiondata centrale di Ramsey. La gara s’infiamma, le due formazioni danno vita ad una partita dai ritmi alti, il Ritten Sport tiene saldamente in mano le redini del gioco trovando il vantaggio: Rampazzo recupera il disco nell’angolo alla sinistra di Marozzi, serve Scelfo che di prima intenzione piega il goalie asiaghese con un diagonale imprendibile. Gli stellati rimangono freddi davanti allo svantaggio e sferrano un uno-due che li porta al primo intervallo in vantaggio: dapprima Ulmer pareggia approfittando dell’immobilità della difesa avversaria, al termine di una transizione impostata da Bentivoglio e DeVergilio, un minuto più tardi Nigro, posizionato davanti allo slot, deposita il disco in rete con un backhand concretizzando il taglio dalla sinistra di Sullivan.

2015-03-28 Rittner Buam-Asiago(2)Asiago subito pericoloso in apertura di secondo tempo, Rampazzo fatica a trovare un compagno in grado di ricevere il disco, il passaggio è intercettato da Matteo Tessari che cede il puck a Presti la cui conclusione non inquadra lo specchio della gabbia. I padroni di casa devono fare i conti anche con la penalità inflitta da Borgatello; Ulmer, dalla media distanza, e Nigro, dalla blu, non hanno fortuna. E’ un’Asiago intraprendente quello che all’8’ sfiora il quarto goal con Nigro messo in condizione di realizzare da Borrelli. Il Renon fatica a creare grattacapi a Marozzi quasi inoperoso fino al 10’, quando ad impegnarlo seriamente ci pensa Tudin. L’estremo difensore dovrà ripetersi sventando il tentativo di Ambrosi. Se tre indizi danno una prova, con Johansson i Rittner Buam danno segnali di risveglio. Tuttavia il Renon è ancora troppo timido per pensare di riequilibrare la gara, prova ne è il tiro di Scelfo al 13’. Gli ospiti lasciano giocare senza disdegnare qualche sortita in avanti che tiene in allerta i rossoblu, ne sa qualcosa Weinhandl, il quale si ritrova davanti allo slot DeVergilio capace di incunearsi tra le maglie della difesa in cerca dell’allungo. Nel finale di periodo l’acceso scambio di vedute tra Michele Strazzabosco ed Eisath li costringe ad accomodarsi nel penalty box; l’asiaghese farà posto, di lì a poco, a Hotham reo di aver gettato il disco fuori pista. La superiorità non aiuta i Rittner Buam, costretti a tornare negli spogliatoi ancora sotto di un goal.

In avvio di terzo tempo i padroni di casa hanno a disposizione un altro power play, la cui durata si limita a 38” per una trattenuta di Rissmiller. La carica con bastone di Bentivoglio permette ai Buam di tornare a giocare in superiorità, Rissmiller, scontati i canonici 2’ di penalità, si fa perdonare la leggerezza precedente pareggiando con un tiro di prima intenzione dall’area di ingaggio alla sinistra del goalie giallorosso. Il botta e risposta tra le due formazioni non si arresta, i vicentini impiegano 4’ a tornare in vantaggio con Ulmer, provvidenziale nel deviare un tiro raso ghiaccio dalla blu di Hotham . E’ il colpo del definitivo K.O., nonostante i ragazzi di coach Raymond provino a cercare il pareggio con Rissmiller e Johannsson.

Rittner Buam – Asiago 3-4 (2-3; 0-0; 1-1)
Rittner Buam: Fabian Weinhandl (Roland Fink); Ruben Rampazzo – Ingemar Gruber – Travis Ramsey – Christian Borgatello – Ivan Tauferer – Andrea Ambrosi; Luca Felicetti – Eric Johansson – Simon Kostner – Andreas Albert – Lorenz Daccordo – Dan Tudin –  Patrick Rissmiller – Emanuel Scelfo – Julian Kostner – Thomas Spinell – Alexander Eisath – Mirko Quinz. Coach: Marty Raymond
Asiago: Vincenzo Marozzi (Alessandro Tura); Dan Sullivan – Stefano Marchetti – Enrico Miglioranzi – Scott Hotham – Michele Strazzabosco – Lorenzo Casetti – Andrea Strazzabosco – Nicola Munari; Diego Iori – David Borrelli – Anthony Nigro – Sean Bentivoglio – Layne Ulmer –Kevin DeVergilio – Mirko Presti – Matteo Tessari – Federico Benetti – Nicola Tessari – Michele Stevan – Fabrizio Pace. Coach: John Parco
Arbitri: Luca Cassol e Alex Lazzeri Linesmen: Marco Mori e Ulrich Pardascher
Penalità: Rittner Buam 10 (2/4/4) – Asiago 10 (0/4/6)
Tiri: Rittner Buam 32 (10/15/7) – Asiago 24 (8/10/6)
Marcatori: (0-1) 06.00 Sean Bentivoglio (Kevin DeVergilio); (1-1) 07.12 Simon Kostner (Travis Ramsey – Luca Felicetti); (2-1) 14.40 Emanuel Scelfo (Ruben Rampazzo); (2-2) 16.05 Layne Ulmer (Sean Bentivoglio – Kevin DeVergilio); (2-3) 17.22 Anthony Nigro (David Borrelli – Daniel Sullivan); (3-3) 05.54 Patrick Rissmiller (Thomas Spinell – Christian Borgatello) PP; (3-4) 09.43
Spettatori: 1.907

Tags: