FG1 : Eric Johansson guida il Renon in quel di Asiago

Appiano in sette e Milano in quattro; Gardena in quattro e Val Pusteria in sei per i Buam. Questi i cammini che hanno portato rispettivamente Asiago e Renon a disputare la finale targata 2014/2015, una finale che porta a sfidarsi le iridate delle ultime due stagioni di serie A.
Di fronte a 1800 spettatori, di cui pochissimi provenienti da Collalbo, nessuna novità a roster : gli ospiti optano per l’ennesimo turnover ai danni di De Benedetto, mentre per i padroni di casa spicca la solita assenza dell’infortunato Magnabosco. Una parte del blocco giovani asiaghese (A. Strazzabosco, Munari, Pace) va a referto ma senza mai scendere sul ghiaccio.
Classico starting VI da post-season per i giallorossi : Marozzi, Hotham, Miglioranzi, Bentivoglio, Ulmer, DeVergilio. Bianchi-rossi-blu che rispondono con : Weinhandl, Ramsey, Borgatello, Felicetti, Rissmiller, Tudin.

L’Asiago parte bene ma Borrelli allarga troppo al minuto 1:19. Borgatello impensierisce Marozzi dalla media verso il terzo minuto di gioco, mentre Borrelli si ritrova un altro ottimo puck sulla stecca al minuto 3:50, ma da solo contro Weinhandl spara contro il goalie austriaco. J. Kostner e Scelfo vengono murati con diligenza dal goalie avversario e al minuto 8:50 i giallorossi trovano la rete del vantaggio : ottimo lavoro di Ulmer dietro la gabbia, puck chirurgico per DeVergilio che deve solo piazzarlo sul primo palo. Iori incappa nella prima penalità al minuto 9:53 ma il PP del Renon risulta essere molto sterile. Mal giocato anche quello dell’Asiago guadagnato al minuto 14:39, con il solo tiro di Hotham che finisce dalle parti del goalie avversario. Il gambale di Marozzi ferma un piazzato di Borgatello al minuto 16:54, mentre Ansoldi non sfrutta una mischia a 1’45’’ dalla sirena. Un Renon che risulta molto più propositivo rispetto ai primi minuti, infatti al minuto 19:06 trova la rete del pareggio : Gruber trova lo slap perfetto dalla blu, imparabile. Marchetti prova dalla blu a sirena ormai suonata.

Bentivoglio e Sullivan in zona offensiva nei minuti iniziali della frazione centrale, mentre Tauferer si accomoda in panca puniti al minuto 22:15 e Nigro cerca di trascinare, senza successo, il PP asiaghese. Scelfo largo al minuto 24:30, mentre un ottimo coast-to-coast di Miglioranzi finisce alto al minuto 25:33. Lo stesso difensore asiaghese riceve un brutto colpo da M. Spinell al minuto 28:33, con quest’ultimo che riceva una chiara penalità partita (5+20). Nonostante il PP della durata di 5’, l’Asiago subisce la rete dello svantaggio al minuto 30:43 : difesa disorganizzata, con Johansson che ha tutto il tempo per andare nel terzo offensivo e piazzare il puck. Rampazzo regala un 5vs3 agli avversari al minuto 32:15 e l’Asiago sfrutta la situazione solamente nel finale : è il minuto 33:32 quando UImer, di fronte alla gabbia avversaria, sfrutta un rebound su tiro di Nigro. S. Kostner conclude di poco largo al minuto 34:02 e negli istanti successivi DeVergilio si accomoda in panca puniti e ad Ansoldi vengono rifilati 10’ per cattiva condotta. Situazioni che non cambiano nulla, con Tudin che scalda i gambali di Marozzi a 33’’ dalla seconda sirena.

Borgatello dalla blu ad inizio terza frazione, con Sullivan che risponde pochi istanti dopo. Miglioranzi si accomoda in panca puniti al minuto 45:09 ma, prima Gruber e successivamente S. Kostner, vengono murati da Marozzi. Lo stesso S. Kostner alza di pochissimo al minuto 47:26, mentre Ansoldi (appena tornato dalla penalità) chiude troppo sul primo palo al minuto 48:11. Nel giro di boa fioccano le penalità, due per gli ospiti ed una per i padroni di casa, con l’Asiago che gestisce in modo molto rivedibile il PP. Il Renon sembra accontentarsi di portare la gara all’OT, mentre l’organizzazione dell’Asiago fa notare delle chiare crepe, specialmente in zona difensiva. Weinhandl ferma DeVergilio al minuto 56:44, mentre l’ultima occasione arriva sulla stecca di Iori a 2’29’’ dalla terza sirena.

Un overtime che regala veramente poche emozioni, con delle squadre che non ne hanno per mettere sul ghiaccio un minimo di gioco costruttivo. Iori di poco largo al minuto 63:38, pinzata di Marozzi su Ramsey al minuto 68:14 e rete annullata ad Ulmer pochi secondi dopo, causa fuorigioco di Bentivoglio. Strazzabosco spara dalla blu al minuto 75:17 e gli ospiti chiamano il time-out, una cosa che farà anche l’Asiago a 51’’ dalla sirena finale. Per i padroni di casa il boccone amaro viene servito a 25’’ dalla sirena, quando Bentivoglio viene spedito in panca puniti per colpo di bastone. Il Renon non ci pensa due volte : al minuto 79:35 gran botta di Johansson dalla media sul primo palo. Lo svedese, così facendo, regala la vittoria e il primo punto della serie finale al Renon.

Asiago Hockey 1935 – Rittner Buam 2-3 OT (1-1, 1-1, 0-0, 0-1)

Reti : (1-0) 8’50” DeVergilio (Ulmer, Bentivoglio), (1-1) 19’05” Gruber (Rampazzo, Felicetti), (1-2 SH) 30’23” Johansson (Ansoldi, Gruber), (2-2 PP) 33’32” Ulmer (Nigro, Borrelli). (2-3 OT) 79’52” Johansson (Gruber)

Asiago Hockey 1935 : Marozzi (Tura); Sullivan, A. Strazzabosco, Miglioranzi, Casetti, Marchetti, Hotham, M. Strazzabosco, Munari; N. Tessari, Borrelli, Presti, Nigro, M. Tessari, Stevan, Ulmer, Bentivoglio, DeVergilio, Benetti, Iori, Pace
Allenatore : John Parco

Rittner Buam : Weinhandl (Fink); Ramsey, Tauferer, Rampazzo, Ambrosi, Borgatello, Gruber; Felicetti, Johansson, Alber, J. Kostner, Eisath, Tudin, M. Spinell, S. Kostner, Rissmiller, Daccordo, Ansoldi, Quinz, Scelfo, T. Spinell
Allenatore : Marty Raymond

Tiri : 45-35 (11-9, 15-5, 7-9, 12-12)

PIM : 10-45 (2-2, 2-39, 4-4, 2-0)

Spettatori : 1800

Arbitri : Colcuc, Pianezze
Giudici di linea : Detoni, Piniè

Calendario serie finale

Gara 2 / 28 Marzo 2015 / 19:30 / Renon – Asiago
Gara 3 / 31 Marzo 2015 / 20:00 / Asiago – Renon
Gara 4 / 2 Aprile 2015 / 20:30 / Renon – Asiago
Gara 5 / 4 Aprile 2015 / 20:30 / Asiago – Renon*
Gara 6 / 7 Aprile 2015 / 20:30 / Renon – Asiago*
Gara 7 / 9 Aprile 2015 / 20:30 / Asiago – Renon*

(* eventuale gara 5, gara 6, gara 7)

Tags: