U16 – beffato il Vipiteno, la Valpe vince 4 a 2 a Torre Pellice

(dal sito del Valpellice) – Otto marzo 2015, inizio girone di ritorno del campionato nazionale U16, Cotta Morandini, Torre Pellice, queste le certezze che avevano tutti i ragazzi sul ghiaccio ieri nel tardo pomeriggio, quando stava per iniziare l’incontro.
Un’altra certezza era che mai come quest’anno, le squadre sono tutte di livello, e nessun incontro è scontato, da quando è iniziata questa fase se ne sono viste davvero delle belle, questo rende avvincenti gli incontri, e perché no per noi l’orgoglio e l’emozione di sapere fin dal fischio di inizio che ce le possiamo giocare tutte.

Dopo un inizio di tempo favorevole ai piemontesi il match diventa più equilibrato, le squadre si studiano, e il Vipiteno inizia a farsi insidioso in diverse occasioni, dove non arriva il nostro goalie Basraoui ci pensa la dea bendata a darci manforte assieme ad un immenso Payra che toglie la patata bollente, nello specifico un disco non fermato dal nostro estremo difensore che scivola lentamente dentro la nostra porta, ma Samuele Payra, è ben piazzato e lo scaglia violentemente fuori a 3 cm dalla riga di porta che sarebbe valso il goal avversario. Sospirone di sollievo sugli spalti e sul ghiaccio!

Ed è forse per coronare questo successo che lo stesso Payra porta in vantaggio la Valpe con una rete davvero bella, a finalizzare un buon power play arrivato per noi.
Ovviamente il Vipiteno, non gradisce e torna a farsi insidioso sfruttando a sua volta una superiorità numerica: in un’azione concitata davanti alla nostra porta Basraoui non ferma un disco, con la stecca tenta di allontanarlo, ma il puck resta davanti porta, il nostro avversario ne approfitta e realizza la rete del pareggio.

Nel secondo drittel, cresce il Vipiteno, i nostri faticano ad uscire dalla loro area e a rendersi pericolosi, la difesa comunque regge ed Andrea Basraoui, tiene bene il ritmo e spegne ogni intenzione avversaria di fare male: reti inviolate e risultato fermo sull’1 a 1.

Il tempo finale è quello che riserva le emozioni principali, i ragazzi di Migliotti tirano fuori quel po’ di coraggio che serve a dare una svolta all’incontro. E’ però il Vipiteno con il suo capitano che con il disco incollato alla stecca arriva dietro alla nostra porta e con un goal dei suoi (chi ha seguito le fasi finali del campionato u14 dello scorso anno sa di cosa parlo) beffa Benedetto, portando i suoi in vantaggio.
La squadra incassa e potrebbe patire più del dovuto questa marcatura, ma a questo punto è il nostro capitano Gabriele Morel a prendere in mano le redini dell’incontro, recupera un disco nella sua zona di gioco, s’invola inseguito dai suoi avversari, ma sul ghiaccio era come se ci fossero stati solo lui e il portiere del Vipiteno, e con un coast to coast degno di essere ricordato segna e riporta tutto in parità, Valpe 2 – Vipiteno 2.
Tanta grinta e tanta caparbietà rimettono le cose a posto anche nella testa dei nostri atleti, si torna a giocare con la testa, Benedetto blocca di pinza, di scudo e di gambale e le ripartenze veloci dei nostri sono micidiali per la difesa avversaria, le occasioni da rete si susseguono da ambo le parti prima con una traversa dei sudtirolesi subito pareggiata da un palo clamoroso di Morel.
A poco più di 3 minuti dalla fine arriva la rete che di fatto decide l’incontro: su assist del giovane Payra, Murisengo dalla blu scocca un tiro che viene deviato in rete da un bastone alto di un difensore altoatesino: esultanza dei biancorossi e vibrate (e onestamente eccessive) proteste dell’allenatore del Vipiteno che viene allontanato dalla panca per proteste e lancio di bastone in pista.
Il nervosismo coinvolge inevitabilmente gli atleti di ambo le squadre: il Vipiteno provoca e viene sanzionato con due minuti per offese e ingiurie, gli animi si esagitano più del dovuto e in questo clima una dura (anche questa eccessiva) carica in balaustra di Beccaria su un avversario gli costa la penalità partita.
In 4 contro 4, i ragazzi di Migliotti reggono e in controfuga arriva allo scadere del tempo la quarta rete firmata da Gay assistito alla perfezione da Geymonat.
Alla fine la Valpe festeggia con un po’ di amaro in bocca per una vittoria arrivata dopo una partita bella e corretta sino a pochi minuti dal termine, in cui gli episodi negativi sopra descritti si sarebbero potuti tranquillamente evitare.
Il 10 marzo turno di riposo: vediamo come andranno gli incontri delle altre formazioni per fare poi un punto della situazione e prepararci all’impegnativa trasferta di Selva Val Gardena.

H.C. VALPELLICE – WSV VIPITENO 4 – 2
Marcatori Valpe
: Payra – Morel – Murisengo – Gay
Penalità: Valpellice 31 min – Vipiteno 6 min
Formazione hc Valpellice: Basraoui – Benedetto – Porporato – Malan – Monandro – Beccaria – Martina – Galfione – Bonetto – Salvai – Piccinini – Gay – Geymonat – Payra – Gnone – Bonino- Morel (c) – Murisengo
Arbitro: Oderda – Vignolo

Tags: