Val Pusteria: vittoria e secondo posto in classifica

Milano e Val Pusteria incrociano i bastoni per quella che è l’ultima giornata del Master Round. I padroni di casa, dopo la bella vittoria di Martedì contro l’Asiago, affrontano un’altra pretendente al titolo finale. Il Brunico, sconfitto nettamente nell’ultima giornata dal Renon, persa la speranza di raggiungere l’Asiago in vetta al Master Round, deve guardarsi le spalle proprio dai Buam, impegnati questa sera a Torre Pellice. Curcio, oltre a Gron e Latin infortunati, rinuncia anche a Caletti, e schieraimage in attacco: Borghi, Fontanive e Vallorani; Petrov, Migliore e Frei; Colombo, Terzago e Piccinelli. Nel corso del match Frei prenderà il posto di Borghi in prima linea. In difesa si gioca praticamente in cinque con Lutz, Campanale, Waddell, Murray e Re. Negli ospiti assente per squalifica Berzins e per infortunio Erlacher. Il Milano inizia subito in avanti ed impegna Kuhn con Murray, Vallorani e Campanale. Al 5.03 viene fischiata la prima penalitá della partita; a finire in penalty box è Petrov. Con un uomo di movimento in più i gialloneri non incidono, anzi è il Milano ad avere la miglior occasione con Vallorani, in contropiede. Gli uomini di Curcio creano ancora con Waddell dalla blu. Quando il match sembra trascinarsi verso il primo intervallo, arriva la doccia fredda per gli oltre 1500 tifosi presenti: al 15.15 Rizzo, il più veloce a raccogliere una respinta di Caff, buca la rete per il vantaggio altoatesino. L’ultima azione della frazione è un tiro dalla blu di Lutz respinto dal goalie avversario.

imageIl secondo drittel inizia con 1.21 di superiorità rossoblù per penalitá inflitta a Devos nel periodo precedente. Il primo pericolo è un tiro dalla blu di Lutz bloccato da Kuhn. Al 2.54 viene fischiata una penalitá dubbia a Fontanive. È il momento migliore del Val Pusteria; Caffi viene chiamato in causa da Scandella e Devos. Il Milano prova a reagire, preme, e crea con i missili dalla blu di Lutz, Migliore e Fontanive. Il tempo si chiude con due tiri degli ospiti, Helfer e Makela gli autori.

Ad inizio del terzo tempo gli altoatesini raddoppiano in power play, Borghi sulla panca dei cattivi, con Hofer, che ribadisce in rete una respinta di Caffi su tiro di Devos. I padroni di casa reagiscono e al 6.13 accorciano con Vallorani, bravo a deviare una conclusione di Lutz. Il Milano ci crede, chiude gli avversari nel proprio terzo, ed impegna il portiere ospite con Piccinelli, Petrov, Murray, Fontanive, Campanale e Waddell. A 1.40 dalla fine, coach Curcio chiama time out per riordinare le idee alla propria squadra. Alla ripresa del gioco toglie Caffi per un uomo di movimento in più. La scelta è azzeccata e al 19.52 Fontanive impatta. Si va così all’overtime. I Rossoblu iniziano in avanti e creano imagecon Frei; sul ribaltamento di gioco è Devos a realizzare il goal partita. Il giocatore pusterese con la maglia numero 8 nell’esultanza è protagonista di un brutto gesto, poco sportivo, verso i tifosi milanesi; gli arbitri lo puniscono con penalitá partita. La rete oltre alla vittoria di questa sera regala al Brunico il secondo posto in classifica generale del Master Round. Nulla è servito per il Renon vincere a Torre. Il prossimo appuntamento per Migliore e soci è Sabato 21 Febbraio, in casa, per gara uno dei quarti di finale. L’avversario è la Valpe. Si incomincia a fare sul serio ed è vietato sbagliare.

Hockey Milano Rossoblu – Hc Val Pusteria Lupi 2-3 OT (0-1, 0-0, 2-1, 0-1)

Reti: 15:15 (0-1) P.Rizzo (R.Andergassen/P.Bona); 45:12 (0-2) A.Hofer (P.M.Devos/G.Scandella) in sup.num.; 46:13 (1-2) D.Vallorani (A.Lutz/N.Fontanive); 62:13 (2-3) P.M.Devos (G.Scandella)
Tiri: Milano 40, Val Pusteria 35
Penalitá: Milano 6 (12 minuti), Val Pusteria 5 (33 minuti)
Arbitri: Andrea Benvegnù ed Andrea Moschen; Giudici di linea: Patrick Gruber e Simone Mischiatti
Spettatori: 1551