EIHC: Giovanni Morini, un esordio con la Senior inaspettato

(Vienna) – L’Italia, che punta a dare una svolta alla sua storia, ha deciso di puntare sui giovani. Scelta coraggiosa, ma anche di grandi rischi. Tuttavia i risultati inanellati in questa stagione stanno dando ragione alla Federazione. La Nazionale Under 20 ha centrato l’obiettivo salvezza, sfiorando, per di più la medaglia di bronzo, svanita nell’ultima gara contro la Slovenia. Tra i tanti che si sono messi in mostra in questa Nazionale, c’è un giocatore che è stato fatto esordire dallo staff tecnico con la maglia della Senior nell’Euro Ice Hockey Challenge in scena a Vienna. Giovanni Morini.

Giovanni Morini(2)Dalla Nazionale Under 20 alla Senior. Ti aspettavi questa chiamata?

In verità devo confessare che non me l’aspettavo, però ci speravo, perché avevo disputato un buon Mondiale Under 20. Ringrazio lo staff per la fiducia che ha mi voluto accordare convocandomi. Sono molto contento.

Qual è stata la tua reazione quando hai ricevuto la convocazione?

All’inizio ero un po’ sorpreso, successivamente è subentrata la felicità. Ho chiamato subito mio padre per dirglielo.

Giovanni Morini(5)Hai avuto modo di parlare con Diego Kostner (altro italiano nel Lugano, nda)?

No, non abbiamo parlato della convocazione. Mi ha solo detto che non avrebbe potuto raggiungere la Nazionale.

Facendo un passo indietro, come è andato il raduno?

Abbiamo lavorato bene. Non abbiamo avuto tanto tempo, tuttavia oggi si è visto che abbiamo impostato il gioco; abbiamo giocato di squadra. Penso abbiamo svolto un ottimo lavoro.

Il tuo esordio è avvenuto contro la Slovacchia, formazione di alto livello. Come giudichi la tua gara?

Penso di aver disputato una buona partita, probabilmente ho commesso qualche errore nel forechecking, ma nel complesso penso di aver giocato una buona partita d’esordio. Giocare nella Nazionale Senior mi è servito anche per capire il livello e come comportarmi nelle prossime apparizioni.

Giovanni Morini(4)Avete sofferto nel secondo tempo, mentre negli altri due periodi avete tenuto controllato bene la gara.

Nel primo tempo abbiamo giocato molto bene. Forse un po’ sorpresi da come stava andando la partita contro una Nazionale molto forte. Poi la concentrazione è venuta meno, o forse, la Slovacchia ha avuto un moto d’orgoglio e ha cercato di chiudere la partita, ciò nonostante siamo usciti alla distanza nel terzo tempo raggiungendo il successo.