Canucks: finito il road trip

di Tiziano Levorato

04.12.2014 CANUCKS – PITTSBURGH PENGUINS 3 – 0

Coach Desjardins schiera in porta il giovane Lack e questo cosa ti combina: il primo shutout stagionale all’ottava presenza in campo. Ma è tutta la “linea verde” di Vancouver a far vedere i “sorci verdi” (ovviamente) alla corrazzata Penguins. E’ Richardson a sbloccare a metà del primo tempo su servizio di Matthias. A metà del secondo tempo i due si ricambiano il favore: “Rich” per “Matt” che insacca per il due a zero. Due minuti e ancora “Rich” in shorthand realizza il tre a zero. Il terzo tempo è un assalto di Pittsburgh ma Lack chiude la saracinesca.

06.12.2014 CANUCKS – TORONTO MAPLE LEAFS 2 – 5

Solita storia! Vancouver regala quasi due tempi agli avversari prima di entrare in partita. Toronto va avanti di quattro – Gardiner, Panik, Holland e Lupul – prima di svegliarsi. Segnano Dan Sedin e Tanev – primo goal stagionale – ma Clarkson sigla a porta vuota il 5 a 2. Lack al posto di un frastornato Miller dopo il quarto goal.

07.12.2014 CANUCKS – OTTAWA SENATORS 3 – 4 OT

Non si può! Essere avanti di tre – Vrbata, Bieksa, Richardson – a metà partita ed essere ripresi in otto minuti nel secondo tempo – Legwand e due volte Zibanejad – per poi perdere al supplementare – a segno Karlsson. Troppo sicuri….

09.12.2014 CANUCKS – MONTREAL CANADIENS 1 – 3

Nella serata in onore al leggendario Canadien Jean Beliveau – appena scomparso – Montreal offre una prova di spessore mettendo spesso alle corde Vancouver. Miller regge al meglio la baracca tenendo la squadra a galla fino quasi al termine. Infatti a cinque minuti dalla fine si è sull’ 1 a 1 – botta e risposta Gallagher e Dorsett – ma Plekanec sigla su assist di Andrighetto. Il 3 a 1 è a porta vuota ad opera di Pacioretty a un secondo dalla fine.

Il road trip regala tre vittorie e quattro sconfitte di cui una all’overtime. Non male se non fosse per qualche mancanza di concentrazione ad inizio partita o cali improvvisi a metà… su queste lacune “di gioventù” dovrà lavorare Desjardins.