Lugano : una vittoria sofferta che vale tre punti d’oro

Battuto di misura 5.4 il Losanna. Sempre in vantaggio, ma tutte le volte raggiunti, i bianconeri chiudono i conti con la rete di McLEAN (doppietta) in superiorità numerica. Decisiva la penalità di MIEVILLE. Ottima prova degli indomiti ospiti in gol con CONZ, MIEVILLE, PESONEN e LOUHIVAARA. STEINMANN,MAURER e PETTRSSON gli autori delle altre reti ticinesi.

Dopo la prestigiosa vittoria contro i campioni elvetici degli ZSC Lions, servita ad interrompere una breve fase negativa, il Lugano ha subito l’occasione di ripetersi affrontando alla Resega il Losanna, già sconfitto alla Patinoire de Malley nell’unico confronto stagionale finora disputato. L’unico problema per i bianconeri, è rappresento dall’alto numero di infortunati. Oltre ai soliti REUILLE, MURRAY, ULMER e KPARGHAI, il cui rientro è previsto nel prossimo week-end, ci sono da aggiungere Luca FAZZINI che ha riportato la frattura del setto nasale e dello zigomo e di BALMELLI, sottoposto ad accertamenti clinici. Unica nota positiva il recupero di DAL PIAN, ristabilitosi dalla lieve commozione cerebrale occorsagli nella sfida della Valascia. Esordio in campionato per i giovani ZANZI e MÜLLER della formazione degli Juniores Elite. Per il Losanna un solo cambiamento rispetto all’ultima partita contro il Rapperswil. PESONEN al posto dello slovacco RUZICKA. Infortunati GENOWAY, DERUNS e SEYDOUX.

Dopo 01:29, la prima opportunità di un certo rilievo della partita è a favore gli ospiti, con HYTÖNEN che impegna alla presa sicura MERZLIKINS, impegnato subito dopo dall’altro finlandese LOUHIVAARA con una conclusione velenosa sottomisura. Lo stesso attaccante, però, si rende protagonista poco dopo di un aggancio falloso, finendo in panca puniti. Occasione che il Lugano non si lascia scappare, trovando il vantaggio con STEINMANN dalla linea blu (1.0) al minuto 03:45. Sulla scia del primo gol i bianconeri vanno subito vicini al raddoppio dopo un’azione PETTERSSON-McLEAN, su cui HUET salva alla disperata. SAVARY manda il disco fuori dalla pista ed è fuori per due minuti. Questa volta senza conseguenze per la propria compagine. Ad inaugurare la penalità per i padroni di casa ci pensa CHIESA dopo 08:28. MERZLIKINS respinge il diagonale di capitan GOBBI, e, l’unica vera occasione per il Losanna sfuma. Al minuto 12:50 altra penalità per i bianconeri, quando STEINMANN ferma fallosamente ANTONIETTI, sgambettandolo nei pressi della balaustra. Nel conseguente power-play il Losanna è abile a trovare il pareggio con CONZ, bravo a castigare MERZLIKINS con un tiro nel traffico (1.1) al minuto 13:07. I vodesi sembrano in crescita e, con LOUHIVAARA, minacciano nuovamente la gabbia dei padroni di casa. Un duro contatto a centro pista tra RYTZ e DAL PIAN costringe gli arbitri a punire per due minuti il difensore biancorosso.

Il Losanna grazie al suo efficiente box-play si salva senza affanno. Anzi, è il Top Scorer HYTÖNEN a spaventare la retroguardia bianconera con un tiro che passa di poco a lato. Insistono gli ospiti, e, per poco PESONEN non trasforma in gol un respinta difettosa di MERZLIKINS, dopo una conclusione dalla linea blu di LEEGER. Però, come spesso succede, proprio nel loro miglior momento, i vodesi vengono puniti dal diagonale di MAURER, che riporta in vantaggio un po’ a sorpresa il Lugano (2.1) al minuto 25:07. Gli ospiti non si scoraggiano, e, con Simon FISCHER ottimamente servito da SAVARY, sfiorano il pareggio (pregevole nella circostanza la prodezza di MERZLIKINS). Una trattenuta di STEINMANN costringe il Lugano all’inferiorità numerica e la squadra di coach EHLERS, approfitta del vantaggio, trovando il meritato pareggio con MIEVILLE, grazie a una conclusione sottomisura (2.2) al minuto 30:44. Al minuto 34:12 i bianconeri possono sfruttare a loro volta l’uomo in più (fuori LARDI per aggancio) e quando l’occasione sembra sfumare nuovamente, a 1”dal termine, PETTERSSON si impossessa con rabbia del disco e scaglia un bolide da posizione centrale che fulmina HUET realizzando il nuovo vantaggio (3.2) al minuto 36:11. Nemmeno il tempo di riprendere il gioco, che VAUCLAIR commette un evidente fallo di ostruzione prontamente sanzionato dagli arbitri. Il box-play bianconero funziona, ma 3” dopo il suo rientro in pista, gli ospiti, al termine di un’azione insistita, riescono a impattare il risultato per la terza volta nella serata grazie al finlandese PESONEN (3.3) al minuto 38:32.

Il Losanna inizia alla grande il periodo conclusivo spaventando la retroguardia bianconera con HYTÖNEN e RYTZ. I bianconeri, sempre più acciaccati, faticano, disponendo solo di tre linee offensive. PETTERSSON e KLASEN ci provano comunque con iniziative individuali, ma HUET non si fa sorprendere. L’ingenuità di LARDI che colpisce duro DAL PIAN, costa cara al Losanna, che viene subito punito dalla deviazione sottoporta di McLEAN, che riporta in vantaggio i bianconeri (4.3) al minuto 47:54. Un’autentica mazzata per gli ospiti, che però non lasciano nulla di intentato e trovano dopo 11”il nuovo pareggio con LOUHIVAARA ben imbeccato da MIEVILLE (4.4). Adesso si assiste a continui i capovolgimenti di fronte. KLASEN sbaglia la mira da ottima posizione, poco prima che MIEVILLE sgambetti scioccamente KOSTNER. Penalità decisiva a vantaggio della squadra di FISCHER che, dopo il time-out, trova il vantaggio grazie ancora alla stecca di Brett McLEAN, che devia da posizione ravvicinata la conclusione di KLASEN (5.4) al minuto 53:31. EHLERS tenta a questo punto il tutto per tutto e, dopo una conclusione di LOUHIVAARA respinta da MERZLIKINS, chiama a sua volta un time-out a 02:09 dal termine, richiamando in panchina HUET. Non senza soffrire (miracolo di MERZLIKINS su BANG a 6”dal termine) i bianconeri portano alla fine a casa tre punti pesantissimi che, considerati i risultati negativi di Zurigo e Davos, permettono alla formazione di FISCHER di fare un gran balzo in classifica, avvicinando le due squadre di testa, in attesa della trasferta non proibitiva di Rapperswil, con i sangallesi reduci però dall’inaspettata successo della Valascia. Per l’ottimo Losanna prossimo impegno casalingo contro il Bienne.

LUGANO – LOSANNA 5 . 4 ( 1 . 1 – 2 . 2 – 2 . 1 )

03 : 45 1 . 0 21. STEINMANN ( 18. SCHLUMPF – 91. WALKER ) PP1

13 : 07 1 . 1 61. CONZ ( 7. LEEGER – 50. BANG ) PP1

25 : 07 2 . 1 47. MAURER ( 27. CHIESA – 71. PETTERSSON )

30 : 44 2 . 2 23. MIEVILLE ( 40. FROIDEVAUX – 82. PESONEN ) PP1

36 : 11 3 . 2 71. PETTERSSON ( 53. McLEAN – 30. MERZLIKINS ) PP1

38 : 32 3 . 3 82. PESONEN ( 9. FISCHER S. – 40. FROIDEVAUX )

47 : 54 4 . 3 53. McLEAN ( 71. PETTERSSON – 16. KIENZLE ) PP1

48 : 07 4 . 4 32. LOUHIVAARA ( 23. MIEVILLE )

53 : 31 5 . 4 53. McLEAN ( 86.KLASEN – 16. KIENZLE ) PP1

PENALITA’     : LUGANO 4 X 2 min.                                     LOSANNA 6 X 2 min.

ARBITRI         : Michael KÜNG – Marcus VINNERBORG     LINESMAN : Cedric BORGA – Andreas KOHLER

SPETTATORI : 4673

LUGANO : Merzlikins, Hirschi(C)-Kienzle, Klasen-McLean(A)-Pettersson(TS), Vauclair-Schlumpf, Dal Pian-Filppula-Walsky, Maurer-Chiesa, Kuonen-Steinmann-Walker, Sartori-Müller, Zanzi-Sannitz(A)-Kostner. All.Fischer

LOSANNA : Huet, Leeger-Gobbi(C), Conz-Hytönen(A/TS)-Pesonen, Lardi-Fischer J., Neuenschwander-Froidevaux(A)-Antonietti, Genazzi-Rytz, Louhivaara-Mieville-Bang, Marti, Ulmann-Savary- Fischer S.All.Ehlers

Tags: ,