Il Linz capolista va K.O. al Palaonda, il Bolzano continua nella sua serie positiva

Anche la capolista cade al Palaonda. Il Bolzano schianta 4 a 1 il Linz e raccoglie la sua quarta vittoria consecutiva in EBEL. C’era bisogno di scalare la classifica e i biancorossi hanno recepito l’ordine, mostrando finalmente del grande, grandissimo hockey. La scelta di Simioni di rivoluzionare le linee, già mostrata contro l’Innsbruck, premia anche questa volta. Subito in vantaggio, i Foxes controllano il match e nel secondo tempo piazzano un micidiale uno-due che stende gli austriaci. Il Linz prova ad accorciare le distanze, ma non a rimontare: il 4 a 1 finale porta la firma dell’empty-net-goal di Paul Zanette.

HCB Alto Adige – EHC Liwest Linz 4 – 1 [1-0; 2-1; 1-0]
Dopo soli 28 secondi i biancorossi sono già in vantaggio: è Ziga Pance che riceve da Egger e infila con il rovescio al sette. Il Linz prova a rispondere subito con Rau, che chiama alla parata di riflessi Hübl. Poco dopo è Iberer a sfruttare un’ingenuità in neutra dei biancorossi, ma il numero 15 austriaco aggira la porta e vede materializzarsi la pinza del goalie ceco, che gli nega la gioia del goal. I Foxes tengono molto bene il ghiaccio nel corso del primo tempo, sprecano un powerplay ma vanno vicini due volte al raddoppio, prima con Bernard e poi con Zanette, ma Ouzas non si lascia sorprendere. 1 a 0 dopo 20 minuti di gioco.

Grande hockey nella seconda frazione. Il Bolzano trova il raddoppio dopo un minuto e 30, con Marco Insam che prima chiama Ouzas alla grande parata, poi fa 2 a 0 sul rebound. Passano altri due minuti e mezzo e i biancorossi segnano ancora: questa volta è Derek Nesbitt a deviare in rete il tiro dalla blu di Oberdoerfer. Il Linz però non ci sta e, un po’ a sorpresa, accorcia le distanze con un tiro senza troppe pretese di Jason Ulmer, che riesce però nell’intento di trafiggere Hübl. I Foxes comunque non si perdono d’animo e iniziano a dare spettacolo, ingabbiando gli austriaci nel proprio terzo difensivo e andando più volte vicini al quarto goal, soprattutto con Zanette che centra in pieno la traversa. Tra gli applausi del Palaonda però la spinta offensiva pian piano scema e il Linz ci prova ancora con Iberer, a un passo dal goal con un tocco sotto misura. Al termine del secondo tempo però l’HCB è ancora avanti per 3 a 1.

Primo powerplay del match per gli austriaci dopo 6 minuti giocati nel terzo periodo, ma i biancorossi si chiudono bene. Il match scivola via senza grosse emozioni, anche se i Foxes potrebbero chiudere la partita con Egger che riceve male da Sisca su un ghiotto 2 contro 1. L’HCB controlla e chiude il risultato sul 4 a 1 grazie all’empty net goal di Paul Zanette.

Tags: