Un impassibile Egna fa da spettatore sul ghiaccio dell’Odegar

Di fronte a 990 spettatori, l’Asiago di John Parco e l’Egna di Mike Flanagan si incontrano per la prima volta in stagione sul ghiaccio dell’Odegar. Una partita da alta-media classifica, dove gli otto punti guadagnati in quattro partite hanno permesso ai padroni di casa di posizionarsi dietro il terzetto di testa formato da Renon, Cortina e Gherdeina. L’Egna, con il passo falso casalingo contro il Fassa, si presenta nell’Altopiano con sette punti.

Marozzi e Tragust a difesa delle due gabbie, mentre nella difesa asiaghese torna a disposizione Marchetti (out ad Appiano). Le assenze, da ambo le parti, risultano essere le solite : Dorigatti e Massar per le oche; Mattivi per i giallorossi. John Parco decide di fare a meno anche di altri giocatori : N. Tessari, Gabri e Stevan.
Un blando avvio fa compagnia al pubblico, che così può ben studiare le prime linee : l’Asiago schiera Hotham-Casetti, Iori-Ulmer-Bentivoglio; l’Egna risponde con A. Sullamann-Bertignoll, M.Sullmann-Locatin-Lo Presti. La prima fiamma del match si presenta al minuto 2:10, quando Iori frana contro Tragust a causa di una spinta di Bustreo. Prima Ulmer, Iori e successivamente Sullivan, M.Tessari non riescono a sfruttare la superiorità numerica. La rete del vantaggio, ed unica del primo periodo, arriva al minuto 5:02 : Iori vince un ingaggio e trova un Bentivoglio totalmente libero di fronte a Tragust, che con semplicità lo trafigge tra i gambali. L’Egna non sembra essere in serata e la prima sterile sortita offensiva arriva ben dopo il giro di boa del terzo, quando Lampe trova un attento Marozzi. Tra superiorità numeriche non sfruttate ed un Asiago che controlla la partita con tranquillità, i primi 20’ terminano con un Miglioranzi (alla prima in casa dal ritorno) che si dirige verso gli spogliatoi ben prima del fischio finale.

Il deragliamento delle oche nel terzo centrale si presenta fin dall’inizio, quando dopo 15’’ A. Sullmann si deve accomodare in panca puniti per un colpo di bastone ai danni di Bentivoglio. Passano 8’’ ed Ulmer devia uno slap dalla blu di M. Strazzabosco, trovando la rete del 2-0. Non passano nemmeno 2’ e lo stesso Ulmer trova la doppietta personale e il 3-0 per i giallorossi. Gli ospiti hanno un moto d’orgoglio, grazie anche ad una sortita offensiva di Miglioranzi che crea una prateria a favore di Lampe, e al minuto 23:51 trovano la rete del 3-1 con Berry. Preludio ad una possibile rimonta? Decisamente no, perché al minuto 30:51 il tabellino risulta chiaro e preciso : 7-1 per l’Asiago. Le reti del 4-1 e del 5-1 le sigla il trentino Iori, con la prima di una bellezza rara (coast to coast e Tragust umiliato), mentre le altre due finiscono tutte sotto l’incrocio dei pali grazie a DeVergilio e Borrelli. L’Egna non gioca più, con Giovanelli che prende il posto di Tragust, e dopo una traversa di DeVergilio i padroni di casa trovano altre due reti prima della seconda sirena : prima nel massimo campionato del giovane Olivero, con il goalie avversario che schiva il disco di riflesso, e doppietta di serata anche per Bentivoglio, in solitaria e tra i gambali dell’avversario.
Il periodo finale è solamente un qualcosa per pompare il risultato, le statistiche personali e permettere a John Parco di far giocare con continuità tutti i giovani, compreso l’ingresso di Tura al posto di Marozzi. Infatti le ultime tre reti vengono siglate da “vergini della rete” : Pace ed A. Strazzabosco, oltre alla seconda rete di serata per Olivero. Ulmer, Bentivoglio, DeVergilio e Borrelli ai box durante gli ultimi 20’ di gioco.

Asiago – Egna 12-1 (1-0; 8-1; 3-0)

05:02 (1-0) Bentivoglio (Iori, Ulmer); 20:23 (2-0 PP) Ulmer (M.Strazzabosco, DeVergilio); 22:07 (3-0) Ulmer (Bentivoglio, Iori); 23:51 (3-1) Berry (Lampe, Pellettier); 26:56 (4-1 PK) Iori (Borrelli, Miglioranzi); 29:32 (5-1) Iori (Pace, Borrelli); 29:46 (6-1) DeVergilio (M.Tessari, M.Strazzabosco); 30:51 (7-1) Borrelli (Hotham, Casetti); 36:37 (8-1) Olivero (Magnabosco, Hothan); 38:27 (9-1) Bentivoglio (Ulmer, Iori); 42:33 (10-1) Pace (Magnabosco, Olivero); 46:05 (11-1) A.Strazzabosco (M.Tessari, Marchetti); 56:37 (12-1) Olivero (Magnabosco, Tura)

Arbitri : Karl Pichler, Leandro Soraperra; Linesman : Nicola Basso, Alberto Plancher

Supermercati Migross Asiago : Marozzi (Tura) / Sullivan, A. Strazzabosco, Miglioranzi, Casetti, Hotham, M. Strazzabosco / Borrelli, Presti, Pace, M. Tessari, Iori, Ulmer, Bentivoglio, DeVergilio, Benetti, Olivero, Magnabosco
Head coach : John Parco

HC Egna Riwega : Tragust (Giovanelli) / Zucal, Bertignoll, Cataldi, Willeit, Brighenti, Pelletier, A. Sullmann / M. Sullmann, Locatin, Nagele, Peiti, Lo Presti, Lampe, Steiner, Bustreo, Berry, Faggioni, Piroso, Graf
Head coach : Mike Flanagan

Spettatori : 990