I risultati della quinta giornata di Campionato

Serie A – Itas Cup – Risultati – 5° Giornata – Stagione Regolare – Prima Fase.
Dopo un turno infrasettimanale all’insegna dell’equilibrio, questo sabato sera, in Serie A – Itas Cup, si registrano, invece, vittorie di largo punteggio. Asiago e Val Pusteria sommergono di reti le malcapitate Egna ed Appiano.
I Rittner Buam stravincono a Milano e la Valpe regola (4-2) il Gherdeina. Le vittorie di Cortina ad Alba di Canazei e del Vipiteno sul ghiaccio di casa contro il Caldaro, arrivano invece nei cinque minuti supplementari.
Il Renon (con una gara in più) mantiene la testa della classifica, insidiato dalla coppia delle formazioni venete, Asiago e Cortina. Sgranato, come un gruppetto di ciclisti nelle tappe di montagna, segue, il plotoncino delle inseguitrici a testimonianza dell’equilibrio attualmente in atto nel Campionato.

Hockey Milano Rossoblu – Rittner Buam 1-5 (1-0, 0-3, 0-2)

Stadio Agorà di Milano – ore 18:30.
Secca sconfitta casalinga del Milano, la seconda consecutiva dopo quella subita appena due giorni fa contro il Vipiteno. Diversamente da quella di giovedì, nella quale i meneghini hanno avuto molto da recriminare per un ko giunto all’overtime, in questa occasione la sconfitta è stata larga sia nel gioco e nel punteggio. I rossoblu, orfani dello squalificato Fontanive, sono passati in vantaggio e lo hanno nel primo periodo. I Campioni d’Italia sono però, venuti fuori alla distanza e già nel secondo drittel hanno ribaltato il punteggio. Sugli scudi l’ex Cortina Luca Felicetti autore di ben due segnature.
Con i tre punti conquistati in via dei Gelsomini, il Renon mantiene, sia pur con una gara in più, la testa della classifica mentre il Milano deve viene risucchiato nei bassifondi della Tabella Generale.
Marcatori: 1-0 Alexander Petrov (superiorità numerica) (Andreas Lutz, David Vallorani) 3:51; 1-1 Christian Borgatello (Thomas Spinell, Emanuel Scelfo) 27:14; 1-2 Luca Felicetti (Dan Tudin, Christian Borgatello) 28:47; 1-3 Ingemar Gruber (nessun assist) 39:10; 1-4 Luca Felicetti (superiorità numerica) (Simon Kostner, Ingemar Gruber) 12:31; 1-5 Rissmiller Patrick (Dan Tudin, Ivan Tauferer) 13:56.
Arbitri: Nadir Ceschini, Karel Metelka; Patrick Gruber, Stefano Terragni. Spettatori: 1.639.

H.C. Val Pusteria Lupi Fiat Professional – H.C. Appiano 8-2 (2-0, 3-1, 3-1)
Leitner Solar Arena di Brunico – ore 19.30

Con una prestazione tutta grinta e ritmo il Val Pusteria si libera facilmente dell’Appiano riscattando i due passi falsi consecutivi contro Renon e Gherdeina. Tra i Lupi da evidenziare la bella prestazione ed il Poker di marcature del ventiquattrenne centro canadese Philipp-Michale Devos.
I tifosi pusteresi, tra l’altro, sicuramente serberanno negli occhi, per un po’ di tempo, il ricordo del grande slalom concluso con la sesta segnatura del centro Canadese. Tra i Pirati, buona prestazione del sempre valido Miroslav Guren il quale, ha festeggiato i 38 anni compiuti la scorsa settimana, con una bella doppietta sul ghiaccio del Lungo Rienza.
Sul finale di gara, a risultato ampiamente “in ghiaccio” ci sono state un po’ di scaramucce, nate anche da un bruttissima carica da tergo di Jonathan Hazel il quale, per la scorrettezza, ha rimediato una Penalità partita. Negli ultimi cinque minuti si è rivisto a difesa della gabbia Pusterese il giovane Philipp Kosta, prodotto del vivaio locale.
Marcatori: 1-0 Daniel Glira (superiorità numerica) (Armin Hofer, Thomas Erlacher) 4:19; 2-0 Armin Hofer (Viktor Schweitzer, Philip-Michael Devos) 12:46; 3-0 Armin Helfer (superiorità numerica) (Thomas Erlacher, Patrick Rizzo) 22:40; 3-1 Miloslav Guren (Tobias Ebner, Fabian Ebner) 24:18; 4-1 Philip-Michael Devos (Max Oberrauch, Lukas Crepaz) 26:17; 5-1 Philip-Michael Devos (Max Oberrauch) 39:59; 5-2 Miloslav Guren (superiorità numerica) (Jan Waldner, Daniel Peruzzo) 42:19; 6-2 Philip-Michael Devos (Max Oberrauch, Armin Helfer) 43:06; 7-2 Thomas Erlacher (Alex Obermair, Michael Purdeller) 45:09; 8-2 Philip-Michael Devos (superiorità numerica 2) (Armand Berzins, Max Oberrauch) 52:24;
Arbitri: Marco Bagozza, Gregory Loreggia; Christian Cristeli, Marco Mori. Spettatori 1.250.

S.S.I. Vipiteno Weihenstephan – S.V. Caldaro Rothoblaas 2-1 d.t.s. (1-0, 0-0, 0-1, 1-0)
Weihenstephan Arena di Vipiteno – ore 19:30

Il Vipiteno coglie la terza vittoria consecutiva di questa settimana e dopo aver sbancato la Rittner Arena di Collalbo e l’Agorà di Milano, riesce, sia pure con qualche batticuore, a far suo anche il derby casalingo col Caldaro.
I Lucci, disputano una buona gara alla Weihenstephan Arena e cedono le armi solo ai supplementari conquistando, così, il primo punto della stagione; tra gli ospiti da segnalare la bella prestazione del portiere Hannes Pichler, sicuramente il migliore in campo.
Marcatori: 1-0 Simon Baur (superiorità numerica) (Florian Wieser, Patrick Mair) 13:48; 1-1 Alex Frei (Raphael Andergassen, Alexander Andergassen) 44:51; 2-1 R. Jordan Sayers Owen (Fabian Hackhofer) 63:26.
Arbitri: Davide Deidda, Andrea Benvegnù; Marco Bettarini, Maurizio Lorengo. Spettatori 538.

S.H.C. Fassa – S.G. Cortina 1-2 d.t.s. (0-0, 1-1, 0-0, 0-1 )
Stadio G.Scola di Alba di Canazei – ore 19:30

Il Cortina vince ai supplementari il derby del Gianmario Scola e con i due punti ottenuti mantiene la posizione nei quartieri alti della classifica generale. La partita non è stata elettrizzante e si è conclusa a favori degli ospiti per un numero di alta scuola hockeistica di Ryan Dingle che a circa quindici secondi dai tiri di rigore ha deciso la gara a favore degli Scoiattoli. I Fassani possono recitare il “mea culpa” per le penalità che, nei momenti caldi della partita, hanno penalizzato il rendimento della formazione di Kostner.
Marcatori: 0-1 Francesco Adami (Christian Menardi, Luca Zandonella) 25:57; 1-1 Per Filip William Bjork (Sami Juhani Ryhanen, Martin Castlunger) 34:43; 1-2 Ryan Haynes Dingle (Giorgio De Bettin) 64:43.
Arbitri: Claudio Ferrini, Andrea Moschen; Matthias Cristeli, Simone Mischiatti. Spettatori 245.

H.C. Valpellice Bodino Engineering – H.C. Gherdeina 4-2 (2-1, 1-1, 1-0)
Stadio Cotta Morandini di Torre Pellice – ore 20:30

La Valpe vince, diverte e convince contro il tenacissimo Gherdeina. I Piemontesi si erano portati sul doppio vantaggio con Campbell e Frigo. I gardenesi approfittavano di una superiorità numerica per accorciare le distanze con Stampfer. Nel secondo tempo i Torresi reagivano al pareggio di Benjamin Kostner e si riportavano subito avanti con Matt Pope. Il goal dell’ex asiaghese Andrè Signoretti poneva fine alla contesa: i tre punti restavano nelle mani dei ragazzi di Jeff Pyle mentre i gardenesi, dopo quella ai tiri di rigore, subita ad Asiago, conoscevano la prima battuta di arresto nell’arco dei sessanta minuti regolamentari. C’è da dire che, stasera, per la prima volta dall’inizio di questo torneo, il Gherdeina ha trovato una formazione che ha saputo metterla veramente in difficoltà. Onore quindi ai Bulldogs che si sono confermati fortissimi soprattutto sul ghiaccio di casa.
Marcatori: 1-0 Scott Nicolas Campbell (Vesa Matti Kulmala, Matt Pope) 7:29; 2-0 Luca Frigo (Francesco De Biasio, Jesse Tapio Urone) 9:56; 2-1 Rupert Stampfer (superiorità numerica) (Jacob Leslie Newton, Daniele Veggiato) 11:21; 2-2 Benjamin Kostner (Joel Brugnoli) 34:49; 3-2 Matt Pope (Scott Nicolas Campbell, Andrè Signoretti) 35:31; 4-2 Andrè Signoretti (superiorità numerica 2) (Matt Pope, Trevor George Johnson) 51:55.
Arbitri: Fabio Lottaroli, Luca Marri; Simone Lega, Manuel Manfroi. Spettatori 1.069.

Supermercati Migross Asiago – H.C. Egna Riwega 12-1 (1-0, 8-1, 3-0)
Stadio Odegar di Asiago – ore 20:30
Larghissima vittoria dei leoni asiaghesi che sommergono di segnature il malcapitato Egna.
Dopo un primo drittel giocato un po’ sottotono, i giallo rossi nella ripresa chiudono i conti e trovano a ripetizione la via del goal.
La gara non offre grandi motivi di discussione anche perché il divario tecnico, soprattutto a partire dal secondo periodo, a favore di Ulmer e compagni è stato francamente schiacciante.
Da segnalare fra i padroni di casa, le prime segnature nella massima serie di tre giovani prodotti del vivaio locale: Simone Olivero (doppietta per lui!!), Fabrizio Pace ed Andrea Strazzabosco.
Marcatori: 1-0 Sean David Bentivoglio (Diego Iori) 5:02; 2-0 Layne Ulmer (superiorità numerica) (Michele Strazzabosco, Scott Hothan) 20:23; 3-0 Layne Ulmer (Sean David Bentivoglio, Diego Iori) 22:07; 3-1 Alexander Berry (Eric Daniel Lampe, Steve Pellettier) 23:5; 4-1 Diego Iori (inferiorità numerica) (David Aaron Borrelli, Enrico Miglioranzi ) 26:56; 5-1 Diego Iori (Enrico Miglioranzi , Daniel Anthony Sullivan) 29:32; 6-1 Kevin Devergilio (Matteo Tessari, Michele Strazzabosco) 29:46; 7-1 David Aaron Borrelli (Scott Hothan, Lorenzo Casetti) 30:51; 8-1 Simone Olivero (Jose Magnabosco, Mirko Presti) 36:37; 9-1 Sean David Bentivoglio (Layne Ulmer, Diego Iori) 38:27; 10-1 Fabrizio Pace (Jose Magnabosco, Simone Olivero) 42:33; 11-1 Andrea Strazzabosco (Matteo Tessari, Stefano Marchetti) 6:05; 12-1 Simone Olivero (Jose Magnabosco) 16:37.
Arbitri: Glauco Colcuc, Leandro Soraperra; Federico Giacomozzi, Alberto Plancher. Spettatori: 990.

La Classifica
1. Rittner Buam 12 punti (+1 gara)
2. SG Cortina Hafro 11
3. HC Asiago 11
4 HC Gherdeina – Valgardena 9
5. HC Val Pusteria 9
6. SSI Vipiteno Weihenstephan 9 (+1 gara)
7. HC Appiano 8
8. HC Valpellice Bodino 8
9. HC Egna Riwega 7
10. Milano Rossoblu 5
11. SHC Val di Fassa 3
12. SV Caldaro Rothoblaas 1

Tags: