CHL: la quinta giornata dei Gruppi G, H, I, J, K

Gruppo G di Tony Puma

La sconfitta all’overtime dello Sparta Praga a Mannheim rimette in gioco il primo posto del Gruppo G. Per i cechi una gara d’inseguimento vanificata dalla penalità fischiata al 60’ ad Adam Polasek e costato il goal del definitivo 2-3. Tedeschi in vantaggio in power play, al 6.11, con Kai Hospelt, il cui tiro di prima intenzione non lascia scampo a Ratislav Stana. Lo Sparta Praga raggiunge il pareggio nella frazione centrale con Lukas Pech lesto a finalizzare il suggerimento di Jan Piskacek. L’Adler potrebbe portarsi di nuovo in vantaggio, a 6’40” dalla conclusione del periodo, con il contropiede di Hospelt, l’appuntamento con il goal è rimandato al terzo periodo. Al termine di una discesa sulla sinistra, Frank Mauer, con un diagonale batte l’estremo difensore ceco.  Ad 1’33” dalla fine coach Josef Jandac toglie il portiere per l’uomo di movimento in più, la mossa, 45”più tardi, dà i suoi frutti con il goal dalla blu di Juraj Mikus. Certi di giocarsi la vittoria al supplementare, i cechi devono ricredersi al suono della sirena, quando il capo arbitro commina 2’ a Polasek per gancio con bastone ad un avversario. I tedeschi ringraziano per l’inaspettato regalo e dimostrano il loro apprezzamento realizzando, in superiorità, il goal del definitivo 3-2 con Jochen Hecht.

Adler Mannheim – Sparta Praga 3-2 ot (1-0; 0-1; 1-1; 1-0)
Marcatori: (1-0) 06.11 Kai Hospelt (Daniel Richmond – Christopher Fischer) PP; (1-1) 23.52 Lukas Pech; (2-1) 42.04 Frank Mauer (Christoph Ullmann – Daniel Richmond); (2-2) 59.17 Juraj Mikus (Lukas Pech – Karel Pilar); (3-2) 60.40 Jochen Hecht (Christoph Ullmann) PP

Il Växjö Lakers approfitta del mezzo passo falso dello Sparta Praga agganciando i cechi in testa alla classifica a discapito del KalPa Kuopio che, nonostante i risultati di giornata, rimane in corsa per il passaggio del turno. Alla prima occasione gli svedesi passano in vantaggio al termine di una ripartenza conclusa dal tiro rasoghiaccio di Tuomas Kiiskinen. Il KalPa impone il suo gioco sfiorando il pareggio in un paio di occasioni, tuttavia non sufficiente, nella frazione centrale i padroni di casa raddoppiano, in power play, con Nick Johnson, rapido a riprendere il disco su un rebound concesso da Eero Kilpelainen. Gli sforzi dei finlandesi sono premiati, al 50.37, dal goal di Tomas Kubalik sul suggerimento orizzontale di Toni Hyvarinen. A 3’36” dalla conclusione, Johnson ha la possibilità di chiudere la partita con il rigore concesso dagli arbitri, tuttavia l’attaccante, portatosi davanti al goalie avversario, fallisce l’occasione non riuscendo ad alzare abbastanza il puck sopra il gambale.
Växjö Lakers – KalPa Kuopio 2-1 (1-0; 1-0; 0-1)
Marcatori: (1-0) 03.11 Tuomas Kiiskinen (Ville Varakas – Teemu Laakso); (2-0) 22.02 Nick Johnson (Ville Varakas – Tuomas Kiiskinen) PP; (2-1) Tomas Kubalik (Toni Hyvarinen – Jaakko Rissanen)

Classifica: Sparta Praga p.ti 9; Växjö Lakers p.ti 9; KalPa Kuopio p.ti 7; Adler Mannheim p.ti 5

Prossimo turno
07/10 (18.30) KalPa Kuopio – Vaxjo Lakers
08/10 (20.00) Sparta Praga – Adler Mannheim

 

Girone H di Giuseppe Poli

Nello scontro al vertice del girone H, giocato alla Kisapuisto Arena, lo SaiPa sconfigge nettamente l’EV Zug 3 a 0 e si porta in testa a 11 punti, +2 sugli svizzeri. Pronti via e dopo poco di più di 6 minuti i finlandesi passano in vantaggio con Jesse Mankinen. Prima del primo intervallo Lasse Lappalainen raddoppia per i padroni di casa. A metà del secondo periodo Simo-Pekka Riikola chiude di fatto il match.

SaiPa Lappeenranta – EV Zug 3-0 (2:0, 1:0, 0:0)

Reti: 1-0 06:14 Jesse Mankinen (Simo-Pekka Riikola, Janne Tavi), 2-0 19:45 Lasse Lappalainen (Sami Venalainen, Markku Flinck), 3-0 30:32 PP1 Simo-Pekka Riikola (Dave Spina, David McIntyre)

Nel secondo incontro giocato allo Saturn Arena i campioni di Germania dell’Ingolstad perdono ai rigori contro l’Ostrava, shootout decisivo di Vandas. 4 a 4 il risultato fino a quel momento grazie alle reti di Martin Davidek, Petr Taticek, Martin Davidek e Jared Ross. Per gli ospiti realizzano Michal Hlinka, Lukas Klok, Peter Ceresnak e Rudolf Huna. Nell’ultima giornata i cechi dell’Ostrava ospiteranno lo SaiPa mentre lo Zugo andrà a far visita alle Pantere.

ERC Ingolstadt – Vítkovice Ostrava 4-5 SO (0:2, 2:1, 2:1, 0:0, 0:1)

Reti: 0-1 8:03 Michal Hlinka (Patrik Demel), 0-2 13:01 PP1 Lukas Klok (Rudolf Huna), 1-2 20:59 Martin Davidek (Michel Periard, Benedikt Kohl), 1-3 31:20 PP1 Peter Ceresnak (Vladimir Svacina, Ondrej Roman), 2-3 36:31 Petr Taticek (Benedikt Kohl, Martin Davidek), 3-3 47:34 Martin Davidek (Aaron Brocklehurst), 3-4 54:30 PP1 Rudolf Huna (Ondrej Roman, Vladimir Svacina), 4-4 59:59 PP1 Jared Ross, Shootout decisivo di Michael Vandas

Classifica: SaiPa Lappeenranta 11; EV Zug 9; Vitkovice Ostrava 6; ERC Ingolstadt 4

Prossima Giornata Martedì 7 Ottobre
Vítkovice Ostrava – SaiPa Lappeenranta
ERC Ingolstadt – EV Zug

 

Gruppo I di Gabriele Morganti

Nel Gruppo I vanno avanti forte i Red Bull Salzburg che salgono a 12 punti, dopo l’ultima vittoria contro i Kloten Flyers mentre i Jiväskylä si aggiudicano il derby Finlandia – Svezia ,con i Jönköping arresi solo dopo gli shootout.

Kloten Flyers – Red Bull Salzburg 0-2 (0-0; 0-0; 0-2)
A Kloten si sfidano la testa e la coda del girone. Salisburgo che arriva in Svizzera con un bottino di 3 vittorie su 4 partite da aumentare e una fila di 6 vittorie consecutive se si conta anche la EBEL; mentre i Flyers arrivano da un inizio di campionato disastroso che li vede come fanalino di coda della NL A, dopo 5 partite ancora fermi a 0 punti, e con un solo punto maturato fin qui in CHL, nella sconfitta subita agli overtime contro il JYP. Due morali dunque completamente diversi, due risultati ottenuti completamente diversi e due aspettative di fatto diverse. A bando però le ciance e primi venti minuti che iniziano. Azioni che si susseguono da una parte e dall’altra, la più grande arriva per il Salisburgo, sulla stecca di Pallestrang, il quale però a porta smarrita spedisce clamorosamente fuori il disco, la chance per l’austriaco è arrivata al minuto 17. Nel secondo periodo il Salisburgo comincia a farsi sentire in modo più forte ma Müller il numero 1 degli svizzeri, tira giù la saracinesca e respinge tutto ciò che arriva dalle sue parti., con il Salzburg che non riesce a concretizzare. Ultimo drittel che inizia e ospiti che cercano disperatamente il goal del vantaggio, goal che arriva in power play, tiro dalla blu, one tymer di Matthias Tratnige, nel traffico è di Brett Sterling la deviazione vincente che batte nel five hole Müller. Siamo al minuto 47 e i Red Bull sbloccano la gara. Nel finale il Kloten fa uscire il portiere per un giocatore di movimento in più ma arriva l’empty net goal che chiude definitivamente l’incontro firmato David Meckler.
Reti: Brett Sterling, 47.12 (0-1); David Meckler, 59.30 (0-2)

JYP Jiväskylä – HV71 Jönköping 4-3 SO (2-0; 0-2; 1-1; 0-0; 1-0)
In Finlandia alla Synergia Arena di Jiväskylä davanti a 4.000 spettatori è andata in scena la partita tra due squadre in piena lotta per l’accesso ai play off. Entrambe le squadre che arrivano all’incontro avendo maturato un bottino di 7 punti. A partire forte sono i padroni di casa del JYP, forte il loro pressing e dopo 1 minuto siamo già sul 1 a 0 per i finlandesi. Il goal porta la firma di Anssi Lofman ed è determinante il passaggio di Hannikainen che vede il compagno solo al centro che arriva veloce e lo serve subito sulla stecca, preciso. Passano 7 minuti e il JYP raddoppia, bruttissimo disco perso in attacco sulla linea blu dal HV71, a rubare il puck è Jari Tuppurainen che si invola verso la porta avversaria e batte con facilità Wesslau. Entriamo nei secondi venti minuti, power play per gli svedesi, classico tiro dalla blu in mezzo al traffico, il portiere vede poco o nulla e Mattias Karlsson accorcia le distanze per i suoi, esattamente a metà secondo periodo. 5 minuti più tardi ancora situazione di 5 vs 4 in favore degli ospiti, occasione che non si lasciano sfuggire, il tiro dal cerchio dell’ingaggio di Christensen indirizzato dalle parti di Turrki ma che si ferma sulla stecca di Ted Brithen il quale, sfruttando l’occasione ravvicinata, pareggia i conti e riequilibra il match. Special unit dell’HV71 che lavora molto bene. Terzo periodo che scivola veloce, finchè non arriviamo a 7 minuti dal termine, power play, 5 vs 3 in favore del JYP, i finlandesi sanno che è un’opportunità da non perdere con il match che si avvicina alle fasi conclusive, disco che arriva dalle parti di Kemilainen, il suo one-tymer in velocità, batte Wesslau dalle parti del blocker, 3 a 2 JYP. Dura poco però la gioia dei tifosi di casa, perche passa poco e questa volta il power play è per gli ospiti, che con la doppietta di Brithen fanno 3 goal in power play e si ritorna in parità. Overtime che vede nessuna delle due squadre chiudere la partita e dunque si va agli shootout, Turrki tra i pali del JYP è perfetto e para 4 rigori su 4 mentre i suoi compagni ne segnano 2 su 3 e si aggiudicano la partita.
Reti: Anssi Lofman, 1.08 (1-0); Jani Tuppurainen, 8.32 (2-0); Mattias Karlsson, 29.02 (2-1); Ted Brithen, 35,40 (2-2); Valtteri Kemilainen, 52.05 (3-2); Ted Brithen, 53.55 (3-3)

Ipotecata la quinta giornata ne resta solo una ormai da giocare, la sesta, il 7 Ottobre. Il Salisburgo in casa ospiterà gli svizzeri del Kloten mentre i Jönköping in casa contro i JYP alla ricerca disperata dei tre punti anche se ormai la loro speranza play-off è ridotta quasi ad un filo.

Classifica Gruppo I (dopo 5 giornate)
Red Bull Salzburg p.ti 12, JYP Jiväskylä p.ti 10, HV71 Jönköping p.ti 7, Kloten Flyers p.ti 1

Prossimo turno
07/10 (19.30): Red bull Salzburg – Kloten Flyers
07/10 (20.05): HV71 Jönköping – JYP Jiväskylä


Gruppo J 
di Lorenzo De Vidovich

Lo Skelleftea Aik vince il gruppo J superando l’IFK Helsinki con un secco 3-0 che regala anche lo shutout ad Hanses. Determinante il drittel centrale per gli svedesi, che lo concludono avanti di due reti; da lì in poi l’Helsinki non è stato più in grado di raddrizzare una gara cominciata su ritmi equilibrati. Il punteggio si sblocca a 26:24 con uno splendido one-timer di Widing, che trova tutto il tempo per coordinarsi e superare Husso, su assist al bacio di Holmstrom. Va vicino al 2-0 Pedersen, ma trova il guanto di Husso, che successivamente non può nulla sul secondo gol di Widing, imbeccato da Lindholm e lasciato troppo solo, con ampio spazio per trovare la porta. Cala il sipario a 58:05 con Lindholm che nello slot devia il puck scagliato da Lundberg proprio sulla sua stecca. 3-0 e Skelleftea che può festeggiare la vittoria del girone. Per l’IFK Helsinki una sconfitta che pesa solo in parte. Addio al primo posto, ma qualificazione ancora realmente possibile.

Skelleftea Aik – IFK Helsinki 3-0 (0-0; 2-0; 1-0)
Reti: (1-0) 26:24 Widing PP1 (Holmstrom, Forssell), (2-0) 38:25 Widing (Lindholm), (3-0), 58:05 Lindholm (Lundberg)

In una gara che ha poco significato in ottica playoff, Krefeld Pinguine e SonderjyskE Vojens  si scontrano a viso aperto, e alla sirena sono i danesi ad avere la meglio, ottenendo la prima vittoria entro i tempi regolamentari. Per Krefeld, 0 punti nel girone e un’amara esperienza europea che giunge ormai al termine. Eppure i tedeschi si portano in vantaggio in superiorità numerica dopo 5 minuti grazie a Courchaine, libero di siglare dalla destra su assist di Hauner. Lo stesso Courchaine si ripete circa cinque minuti dopo, sempre in power-play, con un tiro di polso che si insacca alle spalle dell’ex Valpe Jeff Frazee. Pochi secondi dopo i danesi accorciano le distanze con Spelling che riesce a segnare al termine di una bella ripartenza ostacolata solo nello slot, non abbastanza per evitare il gol del 2-1. Drittel centrale a reti bianche, per rivedere un gol bisogna aspettare il minuto 45, quando il Krefeld Pinguine si porta sul 3-1, ancora una volta sfruttando una superiorità numerica. Il colpo decisivo è di Hauner. Tutto finito? Nemmeno per sogno, perchè 33 secondi dopo il SonderjyskE Vojens accorcia nuovamente le distanze. Disco in balaustra, lo raccoglie Lund che si coordina e insacca. Gara riaperta, e pareggiata al 53:10 in power-play col gol di Gotto, che insacca dopo una carambola del disco su un difensore tedesco. Un errore in fase d’impostazione permette poi ai danesi di portarsi avanti nel punteggio. Spelling recupera il disco allontanato male dalla difesa del Krefeld, si allarga, mette il disco nello slot, e dopo il tocco di Quirk è Lykkeskov a segnare il gol definitivo 3-4.

Krefeld Pinguine – SonderjyskE Vojens 3-4 (2-1; 0-0; 1-3)
Reti: (1-0) 05:16 Courchaine PP1 (Hauner, St. Pierre), (2-0) 09:36 Courchaine PP1 (Long, Fischer), (2-1) 10:16 Spelling (Lykkeskov, Quirk), (3-1) 45:00 Hauner PP1 (Long, Courchaine), (3-2) 45:33 Lund (Eskesen, Frank), (3-3) 53:10 Gotto (Dineen, Quirk), (3-4) 54:54 Lykkeskov (Spelling, Quirk)

Classifica: Skelleftea Aik 15, IFK Helsinki 11, SonderjyskE Vojens 4, Krefeld Pinguine 0

Prossimo turno
07/10 (18:30) IFK Helsinki – Skelleftea Aik
07/10 (19:30) SonderjyskE Vojens – Krefeld Pinguine

 

Girone K di Giuseppe Poli

Nel Girone K, dove è già stato tutto deciso, tranne la prima posizione, prima vittoria per il Nottingham, che al National Ice Centre, supera un Amburgo sempre più in crisi, ultimo posto in classifica nel raggruppamento e ultimo posto a quota zero in classifica generale della DEL. Primo tempo equilibrato grazie alle reti di Wild, Panthers, e Pettinger, Freezers. Poi dal secondo drittel i padroni di casa prendono in mano il match e prima passano a condurre al 32.39 con Robinson e poi ad inizio del terzo tempo chiudono di fatto ogni discorso grazie alla marcatura di Lachowicz.

Nottingham Panthers – Hamburg Freezers 3-1 (1-1, 1-0, 1-0)

Reti: 1-0 08:17 Cody Wild (Steve Lee, Bruce Graham), 1-1 12:25 Matthew Pettinger (Thomas Oppenheimer, Martin Sertich), 2-1 32:39 PP1 Nathan Robinson (Robert Lachowicz, Evan Mosey), 3-1 44:53 Robert Lachowicz (Nathan Robinson, Chris Lawrence)

Nel secondo match, quello giocato alla Coop Norrbotten Arena, il Luleå Hockey supera il Lukko, 3 a 1 il risultato finale. Dopo un primo tempo molto equilibrato, gli svedesi passano in vantaggio al 33.53, rete di Wallmark in superiorità numerica. Poco prima del secondo intervallo i finlandesi impattano il risultato con Nurmi. I padroni di casa premono e prima passano in vantaggio ad inizio terzo drittel, goal di Granstrom e poi chiudono di fatto il match con Sylvegard. Nella prossima giornata gli incontri saranno gli stessi della quinta a campi invertiti.

Luleå Hockey – Lukko Raumav 3-1 (0:0, 1:1, 2:0)

Reti: 1-0 33:53 PP1 Lucas Wallmark (Chris Abbott, Daniel Zaar), 1-1 37:27 Teemu Nurmi (Eetu Koski, Janne Niskala), 2-1 44:56 Jonathan Granstrom (Kristian Nakyva, Daniel Mannberg), 3-1 49:42 Emil Sylvegard (Chris Abbott)

Classifica: Lulea Hockey 15; Lukko Rauma 12; Nottingham Panthers 3; Hamburg Freezers 0

Prossima giornata Martedì 7 Ottobre
Lukko Rauma – Luleå Hockey
Hamburg Freezers – Nottingham Panthers