Il Lugano inizia la stagione con una vittoria

I bianconeri si impongono 3.1 sui Lakers grazie ad un ottimo periodo centrale. Reti di REUILLE, PETTERSSON e FAZZINI.

Finalmente ritorna il campionato con l’ambizioso Lugano che affronta il Rapperswil sul ghiaccio amico della Resega. Le due squadre si sono già affrontate in una partita amichevole durante la preparazione estiva terminata con un’agevole vittoria dei bianconeri per 5-0. La formazione guidata da Patrick FISCHER inizia la nuova stagione completamente rivoluzionata. Tra gli stranieri McLEAN è l’unico confermato, mentre sono molto attesi al debutto i nuovi acquisti KLASEN e FILPPULA che, con l’aggiunta di PETTERSSON, cambiano “geograficamente” l’attacco , ora quasi totalmente scandinavo. C’è grande curiosità per l’applicazione della nuova regola che quest’anno ha portato all’ampliamento di un metro e mezzo delle zone offensive. I Lakers, guidati da ELDEBRINK, hanno esordito con una sconfitta a Zurigo e non sono certo tra i favoriti, ma possono contare sulla solita temibile “pattuglia” di svedesi, ultimo dei quali FRANSSON già bianconero. Peccato per la defezione di un altro illustre ex, Matteo NODARI, fermo ai box per problemi all’inguine così come PERSSON che accusa problemi muscolari. Nel Lugano unico assente KPARGHAI.

HC Lugano - Rapperswil-Jona LakersLa prima conclusione verso la porta avversaria è di VAUCLAIR ben servito da PETTERSSON dopo 50” fuori di un soffio. Lo stesso difensore si ripete pochi istanti dopo con un gran diagonale deviato da WOLF. Al 4:14 prima penalità della partita contro gli ospiti (fuori Sven BERGER per sgambetto). Con l’uomo in più però i bianconeri non riescono a capitalizzare mentre HEITZMANN sull’altro versante supera in slalom tutta la difesa bianconera concludendo contro il corpo di MANZATO in uscita. E’ un buon momento per i sangallesi che, in superiorità numerica a loro volta per l’uscita di KLASEN, si rendono pericolosi con un tiro dalla distanza di WALSER. Dopo un promettente avvio di partita i bianconeri si spengono progressivamente e gli ospiti possono controllare agevolmente il prosieguo del match correndo davvero pochi pericoli. Nei minuti finali del primo periodo la partita ha un sussulto. Due penalità consecutive fischiate dagli arbitri ai danni di OBRIST prima e di HÄCHLER un minuto più tardi, entrambe per cross-check, offrono al Lugano la ghiotta chance per aprire finalmente il match, ma restano pochi secondi sul cronometro e l’occasione sfuma.

Nel periodo centrale restano solo 12”per sfruttare la doppia superiorità numerica e 1:40 prima che le due formazioni tornino al completo. KLASEN e PETTERSSON, con la loro velocità, provano in tutti i modi a scardinare la porta avversaria ma WOLF, molto attento, chiude tutti i varchi. Dopo una conclusione pericolosa di WALKER, REUILLE, al termine di un’azione confusa davanti allo slot sfiora la rete del vantaggio. I bianconeri tornano ad essere padroni del ghiaccio e al minuto 29:09 sbloccano il risultato grazie allo stesso REUILLE che corregge sottomisura un diagonale di capitan HIRSCHI (1.0). ELDEBRINK chiama immediatamente time-out, ma alla ripresa del gioco è lo svedese PETTERSSON ad andare vicino al raddoppio dopo un’azione personale. I bianconeri acquisiscono sempre più sicurezza e dilagano. Nell’azione successiva infatti trovano nuovamente la rete proprio con PETTERSSON che finalizza un’azione partita dalla stecca di KLASEN per il meritatissimo (2.0) al minuto 31:17. E’ancora lo svedese numero #71# a dare spettacolo fornendo uno splendido assist a ULMER su cui WOLF deve compiere un autentico miracolo. Il portiere ospite diventa sempre più protagonista. E’infatti solo per merito suo se i bianconeri vantano soli due gol all’attivo. Sul finire del periodo infatti altri due suoi interventi risultano decisivi, rispettivamente su HIRSCHI e SANNITZ. Ma il Rapperswil, palesemente alle corde come un pugile suonato, ha il grande merito di non rassegnarsi e, a dire il vero, anche aiutato da un
pizzico di fortuna trova, a fil sirena, la rete del (2.1) con il difensore canadese WALSER, che riapre inaspettatamente i giochi.

HC Lugano - Rapperswil-Jona LakersNel periodo conclusivo i padroni di casa entrano in pista decisi a chiudere al più presto il match. Il solito PETTERSSON e McLEAN, in situazione di uno contro uno, impegnano l’estremo difensore ospite. Tocca allora al giovane FAZZINI ristabilire le distanze con un diagonale da sinistra (3.1) al minuto 43:43. Gli ospiti però sono ancora in partita e, in transizione, Nils BERGER minaccia la retroguardia bianconera (ottima nell’occasione la copertura di KIENZLE). Il Lugano crea con un veloce contropiede i presupposti per chiudere la partita ma FILPPULA si divora la rete a tu per tu con WOLF (ottimo l’assist di STEINMANN). A 5.30 dal termine FISCHER sfrutta il time-out. Il Lugano con qualche patema controlla il gioco. MANZATO salva su FRANSSON, ma nell’azione successiva è il palo a respingere il diagonale di DANIELSSON. JOHANSSON si prende un 2 +10 per comportamento antisportivo e dopo questa penalità finisce virtualmente il match. I bianconeri inaugurano così la stagione con una vittoria ed è questo conta. Gli ospiti, invece, pur non demeritando, lasciano i tre punti alla Resega (decisivo in negativo il periodo centrale) e collezionano la seconda sconfitta consecutiva. Ora sono attesi dal debutto casalingo contro lo Zugo. Per i bianconeri difficile trasferta a Ginevra. La prima rivincita, dopo l’amara eliminazione dai playoff della scorsa stagione.

LUGANO – LAKERS 3 . 1 ( 0 . 0 – 2 .1 – 1 . 0 )

29:09 1 . 0 32. REUILLE ( 8. HIRSCHI – 10. WALSKY )

31:17 2 . 0 71. PETTERSSON ( 38. SANNITZ – 22. ULMER )

39:59 2 . 1 43. WALSER ( 20. FRANSSON – 28. J.MURRAY )

43:43 3 . 1 17. FAZZINI ( 53. McLEAN – 3. VAUCLAIR )

PENALITA’    : LUGANO   1 x 2 MIN.                         LAKERS   3 X 2 MIN.+ 1 x 2+10 MIN. JOHANSSON

ARBITRI        : Michael KÜNG – Danny KURMANN   LINESMAN : Franco ESPINOZA – Roman KADERLI

SPETTATORI : 5130

LUGANO      : Manzato, Hirschi (C)-Schlumpf, B.Murray-McLEAN(A)-Fazzini, Vauclair-Ulmer, KLASEN-Sannitz(A)- PETTERSSON, Kienzle-Chies
a, Steinmann-FILPPULA-Walker, Maurer-Dal Pian, Reuille-Walsky-Kostner

LAKERS      : Wolf, WALSER-Weisskopf,N,Berger(TS)-JOHANSSSONDANIELSSON, Sataric-FRANSSON,                        Rizzello(A)-Hürlimann(C)-Thibadeau, S.Berger-Hächler, J.Murray-Obrist-Pedretti, Geyer(A)-Eigenmann, Neukom-Heitzmann-Hüsler