Il resoconto della diciassettesima giornata

di Max

Dopo la sosta di quasi due settimane, legata agli impegni della Nazionale é ripreso il Campionato. A queste ultime due giornate del primo girone di ritorno si chiedeva principalmente di farci conoscere il nome della quarta componente la griglia della Final Four di Coppa Italia ed il mistero, già da stasera, è stato svelato. Col pareggio strappato al termine dei sessanta minuti regolari, il Valpellice (sconfitto poi ai rigori) ha infatti guadagnato quel punto che gli serviva per aggiungersi a Val Pusteria, Alleghe e Renon già da tempo qualificate.

Alla Leitner Solar Arena di Brunico, è andato in scena l’incontro meno equilibrato della serata. La capolista Val Pusteria si è rivelata, infatti, da subito, troppo forte per il Fassa incerottato di questi tempi. Dopo lo stop casalingo subìto contro l’Alleghe, i giallo neri hanno dominato in lungo ed in largo i malcapitati ladini (57 a 18 i tiri in porta a favore dei padroni di casa). L’incontro si è concluso sul 5:0 [2 Seabrooks, 2 Jensen, Iannone] e già dopo il primo drittel (4:0) il risultato non era più in discussione, sia per la forza del gioco espresso dai locali che per le numerose assenze degli ospiti. Lo Shutout conseguito “in tandem” dalla coppia di giovani portieri lascia ben sperare per il proseguo della stagione del Val Pusteria anche perché JP Aubin mancherà a difesa della sua gabbia per ancora molte giornate. Philipp Kosta ha ben impressionato e, a poco più di due minuti dalla fine, a seguito di un suo leggero infortunio, anche il giovanissimo Alexander Niederbrunner ha avuto l’occasione per mettersi positivamente in mostra. Spettatori 1.400, arbitro Thomas Gasser, giudici di linea Simone Mischiatti e Marco Bettarini.

Fa notizia il ritorno alla vittoria del Bolzano (3:1) nel derby quasi stracittadino con il Renon. Tra i bianco rossi da registrare il debutto dei neo acquisti Nikklas Hjalmarson e Thomas Dabo. Il primo drittel é stato molto equilibrato. Si é aperto con la segnatura ospite di Domenico Perna, peraltro in inferiorità numerica, e si è concluso con il pareggio di MacGregor Sharp. Poi, nei due drittel conclusivi, i bolzanini hanno regolato i Rittner Buam grazie ad una segnatura per tempo con le firme di Mark McCutcheon e MacGregor Sharp. Buona la prestazione complessiva della formazione di Brian McCutcheon mentre il Renon non ha giocato ai soliti livelli. Spettatori oltre 2.000 (discreta presenza ospite); arbitro Glauco Colcuc, giudici di linea Christian Gamper e Alexander Waldthaler.

Milano ed Asiago si è decisa ai rigori. Era la sesta volta che i rosso blu andavano ai supplementari e la quinta che arrivavano ai rigori. In tutti i precedenti casi la vittoria aveva arriso agli avversari ma questa volta la pattuglia di Da Rin, pur soffrendo, ha centrato l’obbiettivo dei due punti. Nel Milano debuttava Ryan Kinasewich mentre era assente l’altro neo acquisto, Jordan Knackstedt, ancora bloccato da motivi burocratici. Nell’Asiago mancavano il lungo degente Chris Di Domenico e, un po’ a sorpresa, il goalie Josh Tordjman al quale è stato preferito l’ex Merano, Vincenzo Marozzi. La partita è stata molto equilibrata ed ai due vantaggi dei meneghini hanno sempre replicato gli ospiti. [Tommaso Goi (Mi), Matteo Tessari (As) Diego Iori (Mi) e Paul Zanette (As)]. Poi, all’overtime, l’Asiago ha dato l’impressione di avere più energie da spendere ed ha avuto buone occasioni per chiudere il match ma Andrew Raycroft ha alzato la saracinesca, rimandando ancora l’esito finale. Ai rigori questa volta il Milano ha sfatato il tabù e, grazie alla trasformazione di Tommaso Goi, ha fatto suo l’incontro. Spettatori 2.380; arbitro Fabio Lottaroli, giudici di linea Per Lorenzo Chiodo e Stefano Terragni.

Anche il match dell’Alvise De Toni si è deciso ai tiri di rigore. Ha vinto l’Alleghe al termine di un’incontro molto equilibrato. Sugli scudi i due golie: Adam Dennis e Jordan Parise confermatisi fra i più in forma del torneo. Il primo periodo si era chiuso a reti inviolate ed il secondo e terzo drittel non avevano saputo alterare quell’equilibrio. Le segnature di Nicola Fontanive (A) e Matt Waddell (A) erano state infatti intramezzate da quelle di Marco Pozzi (VP) e di Robert Sirianni (VP). Nulla succedeva nell’overtime e le due formazioni si giocavano la vittoria da due punti ai rigori. Dei dieci tentativi di trasformazione solo tre andavano a segno. Ai goal di Sean McMonagle e Daniele Veggiato per i locali, rispondeva il solo Anthony Aquino per i piemontesi. Risultato: due punti per l’Alleghe ed uno, ma preziosissimo, per il Valpellice. Spettatori 610, arbitro Karel Metelka, giudici di linea Maurizio Lorengo e Claus Unterweger.

Il Cortina ha sbancato il Pala Vuerich al termine di un’incredibile rimonta. I Friulani si erano addirittura portati sul 3:0 ma poi hanno mostrato tutti i loro limiti permettendo agli scoiattoli di agguantare la vittoria. Le segnature di Erik Weismann, Rok Pajic distanziate fra loro di appena dieci secondi e quella successiva di Miroslav Guren avevano illuso i supporter locali: al 26′ i friulani erano sopra di tre reti e l’incontro sembrava essere avviati su binari per loro soddisfacenti. Ma Ryan Dingle e compagni ci hanno sempre creduto. Sul 2:0 hanno rimesso a difesa della loro gabbia il goalie titolare JP Levasseur quindi, in situazione di power play, hanno segnato il punto della bandiera con Stanislav Gron riuscendo ad impattare prima della fine del secondo drittel con le reti di Darrell Hay e Giorgio De Bettin. A metà del drittel finale un goal di Michele Zanatta ha poi dato i tre punti agli ospiti. Spettatori circa 250. Arbitro Andrea Moschen, giudici di linea Ulrich Pardatscher e Lorenzo Calligaro.

Giovedì 15 Novembre 2012;
risultati della diciassettesima giornata:
Alleghe Tegola Canadese – Valpellice Boino Engineering 3:2 d.t.r. (1:1, 1:0, 0:1, 0:0, 1:0)
HC Bolzano Foxes – Renon Sport Renault Tracks 3:1 (1:1, 1:0, 1:0);
Lupi Fiat Professional Val Pusteria – Val di Fassa Ferrarini 5:0 (4:0, 1:0, 0:0);
Milano Rossoblu – Migross Supermercati Asiago 3:2 d.t.r. (1:1, 1:0, 0:1, 0:0, 1:0).
Aquile FVG Pontebba – Hafro Cortina 3:4 (2:0, 1:3, 0:1).

Classifica:
Lupi Fiat Professional Val Pusteria 45
Alleghe Tegola Canadese 34
Renon Sport Renault Tracks 31
Valpellice Boino Engineering 31
HC Bolzano Foxes 27
Milano Rossoblu 26
Migross Supermercati Asiago 22
Hafro Cortina 18
Val di Fassa Ferrarini 13
Aquile FVG Pontebba 8

Tags: