Halloween sorride al Pergine, Ev Bozen ed Egna

(dal sito della LIHG)

Pergine Solarplus – HC Gherdeina 5-2 (2:1, 2:1, 1:0)

Nel Pergine roster al completo per Marco Liberatore, che può contare sui “bolzanini” Hannes Oberdörfer, Peter Wunderer e Stefano Piva. Nel Gherdeina assente per infortunio Fabrizio Senoner e il giovane Oliver Schenk, out per squalifica Gabriel Lang. Parte bene il Gherdeina, che sblocca il risultato in apertura con Fabio Kostner. Il Pergine non accusa il colpo, prova a reagire e sfrutta al meglio l’arma del powerplay: tiro di Oberdörfer e la deviazione vincente è di Mantovani per l’1:1. Il Pergine galvanizzato dal pareggio pesca anche il vantaggio, che porta la firma di  Alberto Virzi e che chiude la prima frazione sul 2:1. Nel secondo tempo il Pergine parte a razzo: prima Stefano Piva, dopo quasi minuti, poi Pontus Moren al 7.40, lanciano i trentini sul 4:1. Il Gherdeina riordina le idee e torna in partita con Benjamin Kostner. Terzo tempo godibile, è ancora il Pergine a passare e a chiudere definitivamente i conti: al 9.55 Troy Barnes infila con un siluro Grossgasteiger e porta a cinque le reti dei trentini. E’ la rete che chiude la serata di Vigalzano. Il Pergine torna a vincere dopo un mese (30 settembre), per il Gherdeina quinto stop di fila.

Pergine Solarplus: Thomas Commisso (Daniele Facchinetti), Alberto Meneghini, Alessandro Ambrosi, Troy Barnes, Fabio Rigoni, Hannes Oberdörfer; Lino De Toni, Alessandro De Polo, Pontus Moren, Davide Mantovani, Devid Piffer, Alberto Virzi, Denny Deanesi, Lorenz Vincenzi, Marco Demattio, Davide Conci, Peter Wunderer, Andrea Meneghini, Luca Mattivi. Coach: Marco Liberatore

HC Gherdeina: Florian Grossgasteiger (Giancarlo Kostner), Benjamin Bregenzer, Ryan Gaucher, Simon Vinatzer, Marco Senoner; Joel Brugnoli, Fabian Costa, Rupert Stampfer, Gabriel Vinatzer, Ivan Demetz, Kevin Senoner, Benjamin Kostner, Fabio Kostner, Davide Holzknecht, Aaron Pitschieler, Gabriel Senoner. Coach: Thomas Kostner

Reti: 0:1 Fabio Kostner (1.50), 1:1 Davide Mantovani (10.29), 2:1 Alberto Virzi (17.40), 3:1 Stefano Piva (21.27), 4:1 Pontus Moren (27.40), 4:2 Benjamin Kostner (29.16), 5:2 Troy Barnes (49.55)

Ev Bozen 84 Groupon – Appiano Sarah 3-1 (0:0, 1:0, 2:1)

Tra i bolzanini torna in porta Marcello Platè, ancora fuori in attacco Christian Timpone. Al completo la capoclassifica Appiano. Partita equilibrata a Bolzano. Gli ospiti conducono le danze, mantengono alto il baricentro, ma la difesa dell’Ev Bozen regge l’urto. Il primo tempo va in archivio a reti bianche. Nel periodo centrale i bolzanini entrano in pista senza timori reverenziali e con una buona dose di cattiveria in più: Battisti e compagni passano a sorpresa. La firma è di Oliver Schenk, che buca Demetz per l’1:0. L’Appiano non ci sta: i Pirati provano a creare pericoli alla difesa bolzanini, riuscendoci, ma non trovando mai il colpo vincente e la prima rete della serata, che possa interrompere il lungo digiuno di gol. Quasi inusuale, trattandosi della capoclassifica. Nel terzo tempo i biancoblu di casa raddoppiano grazie al “cecchino” Dylan Stanley. La partita dell’Appiano inizia di fatto dopo la seconda rete di Stanley: gli ospiti accorciano con Stefan Unterkofler. E’ la rete che inizia a movimentare la serata del Palaonda. L’Appiano va all’assalto all’arma bianca, la truppa di Carroll resiste e piazza il definitivo 3:1 con la rete a porta vuota di Federico Piccinelli.

Ev Bozen Groupon: Marcello Platè (Federico Tesini), Stanislav Jasecko, Roland Battisti, Matteo Lotti, Luca Franza, Matthias Albarello, Christian Fabbretti, Daniele Da Ponte; Oliver Schenk, Dylan Stanley, Thomas Unterfrauner, Philipp Grandi, Nicolò Pace, Hannes Holzl, Franz Josef Plankl, Alexander Pancheri, Manuel Accarino, Lorenzo Piccinelli, Simon Obexer. Coach: Fred Carroll

Appiano Sarah: Mark Demetz (Alex Tomasi), David Ceresa, Fabian Ebner, Matthias Eisenstecken, Lukas Martini, Jake Newton, Peter Stimpfl, Johannes Weger; Patrick Wallenberg, Tobias Ebner, Alex Jaitner, Philipp Jaitner, Daniel Peruzzo, Philipp Platter, Stefan Unterkofler, Alex Rottensteiner, Jan Waldner. Luca Sartore, Tobias Spitaler. Coach: Jarno Mensonen

Reti: 1:0 Oliver Schenk (32.17), 2:0 Dylan Stanley (45.30), 2:1 Stefan Unterkofler (49.00), 3:1 Lorenzo Piccinelli (59.59 porta vuota)

HC Merano Junior – Egna Riwega 4-5 (0:3, 3:1, 1:1)

Nel Merano assente in avanti Michael Stocker, nell’Egna out per squalifica l’attaccante Marian Zelger. Parte bene la truppa di Joe West, che passa a condure al 4.27 con Hannes Walter, che regala la prima gioia alla formazione ospite. A Merano l’Egna continua a produrre gioco: il raddoppio è opera di  Brent Patry, in doppia superiorità numerica. Il terzo gol è di patrick Zambaldi. Il Merano non c’è, l’Egna dopo il primo drittel chiude sul velluto avanti 3:0. Il secondo tempo premia il carattere del Merano: l’Egna commette l’errore si sedersi e prima Taggart Desmet (3.56), poi Thomas Mitterer (7.14), riaprono incredibilmente i conti. Il pareggio è solo questione di minuti: il Merano lo trova con Stefan Palla, che completa la rimonta. L’Egna è squadra cinica ed esperta: ci pensa Nick Bonino a riaccendere la luce e a servire a David Stricker un disco d’oro, che vale il nuovo vantaggio dei Wild Goose. Terzo tempo e subito il pareggio: il Merano lo agguanta con Michele Ciresa, dopo soli 56 secondi. L’Egna non ci sta e si affida alle giocate di Nick Bonino: l’asso degli Anaheim Ducks colpisce al 9.43, portando gli ospiti sul nuovo vantaggio. E’ la rete che vale i tre punti. Ora l’Egna e secondo in tabella

HC Merano Junior: Vincenzo Marozzi (Massimo Quagliato), Jan Mair, Daniel Valgoi, Viktor Wallin, Ivan Althuber; Taggart Desmet, Michele Ciresa, Thomas Mitterer, Max Ansoldi Julian Schwienbacher, Stefan Palla, Daniel Rizzi, Patrick Cainelli, Daniel Frank, Michael Guarise, Riccardo Tombolato, Stefan Kobler, Daniel Huber, Davide Turrin. Coach: Doug McKay

Egna Riwega: Alex Caffi (Martin Rizzi); Kevin Zucal, Manuel Bertignoll, Giulio Bosetti, Christian Rainer, Brent Patry, Alexander Sullmann; Nick Bonino, Michael Sullmann, Daniele Delladio, Urban Giovanelli, Markus Simonazzi, Matteo Peiti, Rudi Locatin, David Stricker, Flavio Faggioni, Hannes Walter, Patrick Zambaldi, Dominik Massar, Alex Tiziani. Coach: Joseph West

Reti: 0:1 Hannes Walter (4.27), 0:2 Brent Patry (9.54), 0:3 Patrick Zambaldi (15.33), 1:3 Taggart Desmet (23.26), 2:3 Thomas Mitterer (27.14), 3:3 Stefan Palla (28.59), 3:4 David Stricker (31.18). 4:4 Michele Ciresa (40.56), 4:5 Nick Bonino (49.43),

Tags: