Mair, Wieser e Baur: tre pilastri sosterranno ancora i Broncos

(dal sito dei Broncos Vipiteno) – L’SSI Vipiteno Broncos Weihenstephan è felicissimo di comunicare il rinnovo dei contratti con gli attaccanti Patrick Mair e Florian Wieser cosiccome con il difensore Simon Baur.

Patrick Mair, annata 1990 e con 88 kg per 187 cm uno dei “pesi massimi” nelle file avanzate dei Broncos, negli ultimi due anni si è guadagnato un posto nelle prime due linee d’attacco e, sopratutto durante l’anno scorso, ha iniziato anche a sfruttare bene le possibilità che il suo fisico gli offrono. Sia negli scontri sotto balaustra come anche davanti alla porta, Patrick nella Serie A è riuscito a mettere un’altra marcia ed ha tutte le carte in regola per realizzare il suo potenziale. Il suo bilancio sulla carta, con tre reti e sette assists, 24 minuti di penalità in 48 reti, sarà ancora modesto, ma il suo gioco va ben oltre le nude cifre.

In questa stagione però, Mair vuole brillare anche e sopratutto con punti sullo scoresheet ed è determinato a dare un contributo pesante in fase offensiva, ed è per questo motivo che cambierà anche il suo numero di maglietta. Alla firma del contratto infatti ci racconta:

“Con il numero 10 sia nelle giovanili come anche nelle nazionali juniores ho sempre segnato tante reti, per questo nella prossima stagione porterò il 10.”

I presupposti per riuscirci ci sono tutti, sia dal punto di vista fisico come anche da quello tecnico, e vista la sua evoluzione negli ultimi due anni è più che auspicabile che riuscirà a sorpassare di un bel po’ i suoi record stagionali di sei reti e rispettivamente di dodici assists.
I suoi progressi sono stati notati anche dal c.t. della nazionale, Rick Cornacchia, il quale lo ha convocato per i due tornei della Euro Ice Hockey Challenge in Norvegia ed in Ungheria, dove in cinque partite ha registrato un assist, due minuti di penalità ed un bilancio +/- di +1.

Florian Wieser, classe 1989 e con 84 kg distribuiti su 180 cm un’altro giocatore dotato di un buon fisico, già da tempo è diventato una pedina molto importante nella formazione dei Broncos. Trasformatosi, sotto la guida di Oly Hicks, da uno specialista offensivo in un affidabilissimo centro a due vie, Wieser nella scorsa stagione era il perno centrale della terza linea dei Broncos, la quale contro le migliori formazioni offensive della Serie A ha giocato costantemente su un altissimo livello. La linea con lui al centro e con Christian Sottsas e vari attori sulle ali però non era forte solo in fase difensiva, ma anche in attacco era sempre pericolosa e più di una volta ha firmato reti importantissime.
Con quattro reti e nove assists in 44 partite, Wieser era il secondo miglior marcatore di scuola italiana dopo Markus Gander, e oltretutto questo gli è riuscito praticamente senza vedere il ghiaccio in superiorità numerica. Le sue doti negli ingaggi e le ormai arci note qualità di peste insopportabile completano il vasto arsenale di Florian Wieser e ne fanno una pedina importantissima per gli stalloni della Wipptal. Anche da lui ci si può aspettare un notevole apporto alla statistica offensiva dei Broncos, anche perché nelle quattro stagioni dal 2007 al 2011, in Serie A2 già ha registrato una media di più di 0,7 punti per partita.

Infine, ma non per ultimo, anche Simon Baur, il quale era corteggiato anche da una blasonata società di Serie A, dopo una estesa fase di trattative e di riflessione, ha deciso di restare nella sua società di casa per ricoprire un ruolo da leader nella difesa. Il Vipitenese, classe 1989, con 184 cm e 85 kg vanta una stazza di tutto rispetto, e nelle ultime tre stagioni è diventato un difensore a due vie molto affidabile, il quale può giocare un buon primo passaggio ed è anche in grado di punire gli avversari con pesanti cariche.
L’inizio della scorsa stagione, dopo una preseason da definire quasi spettacolare, per “Guido” era piuttosto sottotono, ma ha ritrovato il suo gioco con l’arrivo di Agris Saviels, e da lì in poi i due formavano una coppia fissa in difesa. Non per nulla con due reti ed undici assists, Baur è riuscito a perfezionare la sua stagione più prolifica proprio in Serie A, ed anche oltre l’apporto offensivo le sue prestazioni sul ghiaccio erano senza ogni dubbio da Serie A. Proprio per questo è un’ottima notizia che Simon Baur, nonostante l’offerta lusinghiera dalla Serie A, ha preferito restare in Wipptal per maturare ulteriormente come protagonista nella sua società di casa!