U18 – L’Asiago non centra la nona vittoria consecutiva. Passa il Gherdeina

(dal sito dell’Asiago Hockey) – La nostra under 18 domenica 29 gennaio è stata protagonista di una prova esemplare all’Odegar, opposta ai pari età del H.C. Gherdeina. Si giocava la 21a giornata e, i ragazzi di Peter Holaza imponendosi con il punteggio di 6 a 3 hanno portato a 8 le vittorie consecutive (4 in casa e 4 fuori).
Veniamo alla breve cronaca dell’incontro: Asiago privo del fantasista Gabri Radovan (infortunato a Collalbo) e di Davide dal Sasso. A difendere la gabbia oggi Norbert Chmara. Gardenesi privi di Marchetti, Castlungher e Bergmeister. Terna arbitrale composta da Rebeschini, Basso e Strazzabosco.
1° tempo di indubbio spessore tecnico che, come già peraltro si sapeva vede gli altotesini giocare un hockey veloce e ben organizzato, alla pari i nostri ragazzi che peraltro,subiscono al minuto 5 e 16 ” il gol di Cesare Sottsass lasciato libero in area. Solo al 14 e 59″ c’è il pareggio ad opera di Matteo Rossetto che, concretizza una bella combinazione degli stellati. La sirena manda le due squadre negli spogliatoi in perfetta parità anche se ai punti, il Gardena meriterebbe il vantaggio. Ottima prestazione del nostro goalie che in più occasioni neutralizza le folate degli ospiti.

2° periodo bello, veramente bello! Al 4 e 03″ frutto di una stupenda combinazione Pace, Magnabosco, Mondon, è quest’ultimo a gonfiare la rete difesa da Gianni Scola col puck che finisce sotto la traversa. Il Gherdeina accusa il colpo e, cinici i nostri li trafiggono ancora al 6 e 32″ in “penalty Killing” con una bella azione in velocità che, Fabrizio Pace assistito da Marco Magnabosco mette in rete. Gli altotesini sembrano feriti, reagiscono anche nervosamente ma, accorciano le distanze al minuto 10 e 03″ col loro uomo più pericoloso Oliver Schenk autore di un gran tiro in diagonale all’incrocio dei pali (assist di Samuel Bermeister). Sono ora i giallo rossi a sbandare messi sotto pressione dagli ospiti che,pareggiano in “power play” poco dopo al 11 e 25″ con Damiano Casagranda,autore di un gran tiro sul quale nulla può il nostro Norbert. Le emozioni non finiscono e, prima della seconda sirena, favoriti da una superiorità numerica, è il nostro Mario Hutka al 17 e 44″ a fissare il risultato sul 4 a 3 con un tiro certosino da poco entro la blu che, inganna il goalie avversario.
3° drittel che vede le due squadre un po stanche avendo sprecato sicuramente molte energie, il tempo scorre e, si giunge al minuto 15 e 33″ quando ancora in “penalty killing” riusciamo ad andare in gol e …che gol! con Marco Magnabosco. Il Gardena si arrende e un minuto dopo, subisce la sesta marcatura da “cineteca” ad opera di Matteo Mondon ben servito da Fabrizio Pace. Suona la sirena, abbiamo vinto per l’ottava volta consecutiva giocando veramente un bel hockey che, il numeroso pubblico dell’Odegar apprezza con un caloroso applauso finale ai nostri ragazzi in fila a centro pista con le stecche in alto.
Altra musica quella che, ci ha visto soccombere a Cortina per 7 a 2 martedì 31 gennaio nel recupero della 15a giornata non giocata il giorno di S. Stefano. Ci si presentava all’Olimpico con una formazione molto in emergenza, privi di Gabri Radovan, Andrea Strazzabosco e Nicola Munari. Non disponibile Davide Mantovani, a difesa della gabbia Norbert Chmara.
E’ difficile commentare una partita sicuramente giocata sottotono dai nostri ragazzi che, sono parsi non in forma, abbastanza stanchi e, al contrario della partita splendida col Gherdeina hanno fatto vedere un gioco non fluido,e poco ordinato. In fase conclusiva pochi i rimbalzi da noi sfruttati.
Cortina che,come si sapeva è capace di alternare opache prestazioni con gare dove esprime un hockey soprattutto con la prima linea molto veloce e aggressivo con lampi di ottimo gioco. Il risultato finale ci punisce oltremisura, considerando la quasi parità di tiri fatti dalle due squadre. (43 per i cortinesi e 38 per noi).
Per la cronaca il primo tempo ci ha visto sotto solo di un gol (autore Dominik Pomarè) La ripresa vede ancora gli scoiattoli andare in gol con Alessandro Zanatta e Ronny De Zanna. Terzo parziale che vede il Cortina allungare con ancora Dominik Pomarè, sul 4 a 0 reazione dei nostri ragazzi che accorciano con Fabrizio Pace e, realizzano con Simone Basso la seconda segnatura, l’arbitro poi annulla quello che poteva essere il 4 a 3 che sicuramente ci rimetteva in gioco ma, sono ancora gli ampezzani ad andare in gol con Renè Vallazza,Giorgio Talamini e Riccardo Frison che, fissa il finale sul 7 a 2.
Bravi lo stesso ragazzi! Una sconfitta dopo otto vittorie di fila ci può stare, ora dimentichiamo Cortina e concentriamoci sulla prossima in programma domenica 5 febbraio tra le mura amiche. Ci farà visita quell’Appiano che all’andata ci ha sconfitto per 5 a 4 e che certamente vorrete questa volta riscattare!

Tags: