Chi la dura la vince, così la Valpe supera un coriaceo Vipiteno

di Beatrice Badariotti

Buonissima prestazione del Valpellice che lotta portandosi a casa i tre punti contro un Vipiteno che, per fortuna, perde un po’ di concretezza davanti porta (42 tiri Vipiteno e 30 Valpellice). I valligiani partono fin da subito all’attacco creando la prima opportunità della serata con Bembridge davanti porta assistito da Nikiforuk, ma Tragust non si fa sorprendere. La Valpe continua e a 5’40” un bravissimo Pozzi sigla la prima rete assistito dal duo Sirianni-Desmet. I Broncos ci mettono un po’ di tempo a carburare; è il trio Gelech-Southern-Ginand che mette in difficoltà un Leinonen in serata. A 17’45” la terza linea del Vipiteno non perdona, gol di Lanz assistito da Wieser e Pichler.
Secondo terzo più movimentato con una serie di attacchi e contrattacchi; bellissima azione di Sirianni a 3’30” dall’inizio del tempo, scarta una serie di avversari e si trova davanti porta toccando il palo. Purtroppo la Valpe non sfrutta a pieno il power play, è comunque la terza linea che crea opportunità e vuole andare in gol con un Silva ispirato. A 13’50” l’ingaggio in zona Valpe diventa un assist per Ginand (tra i migliori della serata), che non sbaglia e porta il Vipiteno in vantaggio. Al minuto successivo la Valpe perde il disco in difesa e mette a rischio Leinonen, sempre presente. Quarto power play per i biancorossi, Johnson riceve il disco e sferra il suo colpo segnando la rete del pareggio.

Il terzo tempo inizia in power play 5 contro 3 a favore del Valpellice, che però non va a segno. La linea Nikiforuk-Bembridge-Stricker gioca bene e viene premiata con il gol di Runer a 2’26”. Al quinto minuto, il gol annullato ai Broncos dall’arbitro Scanacapra fa aumentare la loro aggressività; fino all’ultimo non getteranno la spugna. Sono sempre Ginand e Gelech a mettere in difficoltà la difesa valligiana; solo un Leinonen superlativo, nei sei minuti di inferiorità numerica, riesce più volte a chiudere lo specchio della porta. Anche Saviels (ex biancorosso) si fa sentire con i suoi tiri dalla Blu. La Valpe prova ancora con Bembridge e Pozzi che, ben assistiti dai compagni di linea, tirano in porta trovando un Tragust sempre pronto. I Broncos provano il tutto per tutto e a 30 secondi dalla fine tolgono il portiere, ma i padroni di casa non mollano e si portano a casa la vittoria. Il Vipiteno si conferma pericoloso soprattutto con la prima linea che mette paura; squadra molto unita (e si vede) con l’ultimo neoacquisto azzeccato. Buona prestazione di tutte le linee per i valligiani, molto bene la terza linea che si rende spesso pericolosa; non dimentichiamo il portiere Leinonen che si è confermato un ottimo giocatore, nonchè grande acquisto!

——————————————————————————————
(com.stampa Hc Valpellice) – Una Valpe combattiva supera 3 a 2 il Vipiteno
Grandissima prova quella disputata ieri sera dai ragazzi di Ellis di fronte a 1500 spettatori ; una vittoria sofferta per 3 a 2 che permette alla Valpe di conquistare tre punti fondamentali contro un Vipiteno agguerrito, sicuramente trasformato rispetto a quello visto nelle prime due partite della stagione, grazie a un ottimo Tragust, ai progressi di Ginand e al promettente difensore italiano Hackhofer (classe 90 dotato di ottima personalità e grinta, nonostante il fisico minuto).
I primi minuti sono tutti di marca torrese: Sirianni prima e Nikiforuk poi impegnano un attento Tragust che, però, nulla può al minuto 5’40” quando uno scatenato Pozzi trova la rete in mischia.
Il goal trovato, però, sembra spegnere un po’ lo spirito agguerrito dei Bulldogs e allora è il Vipiteno a trovare il pari, al minuto 17’45”, con Lanz, lasciato colpevolmente solo davanti allo slot.
Nel secondo tempo i ritmi calano: le due squadre per paura di scoprirsi non si sbilanciano, i Bulldogs sprecano tre powerplay e i Broncos sciupano occasioni importanti. A spezzare l’equilibrio e a gelare il pubblico è però il top scorer altoatesino Ginand, che, ricevuto il disco direttamente dall’ingaggio vinto da Southern, sorprende con un gran tiro Leinonen.
Incassato il goal, la Valpe non si disunisce e infatti due minuti più tardi trova la rete del pari grazie a Capitan Johnson che sfrutta un powerplay, ben orchestrato.
La terza ed ultima frazione vede ancora i valligiani sprecare due powerplay (un minuto di doppia superiorità), ma poco più tardi, ristabilita la parità numerica, è Runer, su perfetto assist di Bembridge, a segnare la rete del 3 a 2 con un gran tiro che si stampa sotto l’incrocio dei pali. I restanti minuti sono tutti del Vipiteno che, grazie anche alle numerose superiorità numeriche, tenta in tutti i modi di agguantare il pareggio, ma vede tutte le conclusioni respinte dall’ottima prova del portiere finlandese.

HC Valpellice Bodino Engineering – SSI Vipiteno Weihenstephan 3-2 (1-1, 1-1, 1-0)Marcatori: 1:0 Marco Pozzi (5.40), 1:1 Alex Lanz (17.45), 1:2 Ryan Ginand (34.50), 2:2 Trevor Johnson (36.30), 3:2 Florian Runer (42.26)
HC Valpellice Bodino Engineering: Tero Leinonen (Marcello Platè); Jon Awe, Trevor Johnson, Ryan Martinelli, Kevin Kantee, David Urquhart, Florian Runer, Luca Rivoira, Martino Durand Varese; Robert Sirianni, Taggart Desmet, Garett Bembridge, Alex Nikiforuk, Luca Frigo, Alex Silva, David Stricker, Marco Pozzi, Stefano Coco, Pietro Canale. Coach: Mike Ellis
Vipiteno Broncos Weihenstephan: Thomas Tragust (Dominik Steinmann); Aaron Power, Agris Saviels, Christian Rainer, Fabian Hackhofer, Simon Baur, Philip Pircher, Luca Scardoni; Ryan Ginand, Randall Gelech, Dirk Southern, Josh Prudden, Christian Sottsas, Hannes Stofner, Florian Wieser, Thomas Pichler, Patrick Mair, Alex Lanz. Coach: Oly Hicks