L’Asiago ci riprova in Europa

di Marco Depaoli

Dopo l’uscita di scena prematura dell’anno scorso (quel che è peggio, in casa) l’Asiago tornato campione d’Italia vuole riprovarci in Europa. L’anno scorso furono fatali i danesi dello SønderjyskE dell’ex Mario Simioni. Questa volta vogliono essere i vicentini a rendere il “dispetto” espugnando il ghiaccio dell’Herning Blue Fox. Un altro avversario da cui guardarsi sono gli inglesi dello Sheffield Steelers, rappresentativa di un campionato spigoloso le cui formazioni in passato hanno spesso dato filo da torcere alle nostre. Dopo i rumeni del Miercurea (battuti dai giallorossi l’anno scorso per 6-1 e quest’estate in amichevole 4-2) dal medesimo campionato MOL giungono gli ungheresi del Dunaujvarosi Acelbikak, unica formazione del gruppo ad essersi conquistata sul campo la qualificazione nei gironi preliminari.
Tutte le partite dell’Asiago saranno trasmesse in diretta radiofonica su Radio Asiago, ascoltabile anche in streaming al sito radioasiago.it. Un nutrito gruppo di tifosi vicentini nelle prossime ore si aggregherà alla trasferta.

Quella di quest’anno è la quinta partecipazione dell’Asiago nella manifestazione continentale, per la quale il miglior risultato di un’italiana è stato il secondo posto dei Vipers Milano. L’antenato della Continental Cup, l’allora Federation Cup, in un’occasione fu vinta invece dal Varese.

Calendario del Gruppo D

  • Venerdì 25 Novembre
    ore 15 Sheffield Steelers – HC Asiago
    ore 19 Dunaujvarosi Acelbikak – Herning Blue Fox
  • Sabato 26 Novembre
    ore 15 HC Asiago – Dunaujvarosi Acelbikak
    ore 19 Herning Blue Fox – Sheffield Steelers
  • Domenica 27 Novembre
    ore 15 Dunaujvarosi Acelbikak – Sheffield Steelers
    ore 19 Herning Blue Fox-HC Asiago

__________________________________________________

Sheffield Steelers

Gran Bretagna – Sito internet

  • Portieri:
    1  John DeCaro (Usa)
    40  Geoff Woolhouse
  • Difensori:
    13  Steve Birnstill (Usa)
    18  Lee Haywood
    77  Chad Huttel (Usa)
    19  Rod Sarich “A” (C/Cro)
    48  Matt Stephenson (Can)
    44  Mark Thomas
  • Attaccanti:
    15  Neil Clark (Can)
    57  Lee Esders
    23  Ryan Finnerty (Can)
    2  R.G. Flath (Usa)
    17  Jason Hewitt
    45  Colt King (Can)
    11  Jeff Legue “A” (Can)
    20  Jonathan Phillips “C”
    39  Mike Ramsay (Can)
    10  Thomas Squires
    21  Ashley Tait
    42  Warren Tait
  • Allenatore:
    Ryan Finnerty
  • 2° Allenatore:
    Ashley Tait
ELITE Ice Hockey League – Campionato britannico
Ultima partita: Sheffield-Nottingham 3-2 ot
Classifica al 23 novembre
.                   P.ti PG  gol
1 Belfast Giants      34 21 85:42
2 Nottingham Panthers 29 20 89:40
3 Sheffield Steelers  28 16 64:28
4 Coventry Blaze      22 17 67:52
5 Cardiff Devils      20 16 51:48
6 Braehead Clan       16 15 62:50
7 Edinburgh Capitals  14 16 41:78
8 Hull Stingrays      12 18 49:66
9 Dundee Stars         8 16 29:67
10 Fife Flyers         5 17 29:95
.
Top scorer                PG G   A P.ti
1   Scott Champagne (NoP) 25  9 25   34 
2   Rene Jarolin (EdC)    22 20 13   33 
3   Jade Galbraith (BrC)  18  8 24   32 

Lo Sheffild partecipa alla Continental Cup avendo chiuso al primo posto la regular season dello scorso campionato britannico EIHL, l’obiettivo più prestigioso per l’hockey inglese. Uscì poi in semifinale all’overtime per mano dei Nottingham Panthers, che vinsero poi i play-off.
In questo avvio di stagione Sheffield si trova al terzo posto dietro di 6 punti ai Belfast Giants e uno dal Nottingham (contro cui gli Steelers hanno vinto l’ultima gara). Tuttavia gli Steelers hanno rispettivamente 5 e 4 partite in meno degli avversari che la precedono.
Da tradizione inglese, gli allenatori sono nel contempo giocatori, e sono entrambi nostre vecchie conoscenze: head coach è Ryan Finnerty, a Caldaro nel 2006/07, mentre in seconda c’è Ashley Tait, due stagioni fa al Ritten Sport. I top scorer degli inglesi fino a questo momento sono Jeff Legue, Ashley Tait e Neil Clark che ha avuto recentemente problemi fisici. Potrebbero non essere ancora recuperati invece gli attaccanti Mike Ramsay (che dello Sheffield è il più prolifico) e il capitano Phillips appena operato. Numerosa la colonia nordamericana con 10 elementi. Goalie titolare è l’americano John De Caro, miglior portiere della Lega davanti anche all’ex “Muro” di Torre Pellice, Craig Kowalski.
I roster delle squadri inglesi sono minimalisti ma ben studiati. Un campanello d’allarme per gli asiaghesi è il ricordo dell’eliminazione del Bolzano al Palaonda proprio per mano inglese, che raccolse i complimenti in patria anche dalle “odiate” avversarie.
La società economicamente in estate ha attraversato momenti difficili con la riduzione degli stipendi ai giocatori (cosa che ha comportato la cessione di validi elementi ritenuti “intoccabili”, allenatore compreso) e l’aumento dei prezzi dei biglietti.

Palmares: Formazione nata nel 1991 ha vinto il titolo 7 volte nel 1996, 1997, 2001, 2002, 2004, 2008, 2009. Sheffield ha chiuso al primo posto in regular season nel 1995, 1996, 2001, 2003, 2004, 2009, 2011. Quattro Challenge Cup: 1999, 2000, 2001, 2003

__________________________________________________

Dunaujvarosi Acelbikak

Ungheria – Sito internet

  • Portieri:
    31 Rajna Miklós
    30 Kiss Tamás
    5 Peter Sevela (Slo)
  • Difensori:
    42 Nagy Richárd
    8 Ványi Gergo
    17 Kiss Dániel
    19 Erdélyi Péter
    4 Pozsgai Tamás
    18 Jobb Dávid
    28 Hüffner Adrián
    41 Hegyi Ádám
    6 Lubos Velebny (Svk)
    3 Lencsés Tamás
    15 Tokési Lajos
    Henry Acres (Sve/Can)
  • Attaccanti:
    92 Papp Csaba
    22 Pilcsik Tamás
    12 Pavuk Attila
    10 Somogyi Balázs
    61 Virág Tamás
    11 Strenk Hunor
    20 Dancsfalvi Norbert
    27 Gyori Tamás
    89 Szabados Róbert (Slo)
    29 Jonkl László
    16 Mestyán István
    36 Hegyi Adám Zoltán
    88 Galanisz Nikandrosz
    97 Kiss Akos
    91 Szappanos Dávid
    90 Azari Zsolt
    26 Papp Viktor
    78 Vaszjunyin Artyom (Ucr)
    49 Gröschl Tamás
    77 Peterdi Imre
    22 Jozef Mihalik (Svk)
  • Allenatore:
    Stephan Lundh
Nationalliga austriaca
Ultima partita: Dab. Docler – ATSE Graz 0-3
Classifica al 23 novembre
.                   P.ti PG gol
.1 ATSE Graz          39 14 79:25
.2 EC Dornbirn        36 14 63:28
.3 HC Innsbruck       31 14 80:28
.4 VEU Feldkirch      31 15 58:43
.5 EHC Lustenau       28 15 58:39
.6 Dab.Docler         23 14 55:41
.7 EK Zeller Eisbären 17 15 47:56
.8 Silver Capitals    17 14 45:56
.9 Kapfenberg Bulls   13 14 40:57
10 Bregenzerwald      12 15 35:62
11 Back Wings Linz II  7 14 28:90
12 EC KAC II           4 14 26:90
.
Topscorer                 GP  G  A  P
1. Saarinen Toni (Lus)    15 11 22 33
2. Höller Alexander (Inn) 14  9 21 30
3. Murray Raymond (Inn)   14 15 14 29
.
Liga MOL
Ultima partita: SAPA Fehérvár AV19 – Dab.Docler 1-4
Classifica al 23 novembre
.                 P.ti PG  gol
1 HSC Csíkszereda   47 19 94:36
2 Dab.Docler        47 21 85:48
3 Fenestela Brasov  37 22 91:72
4 Miskolci JJSE     34 21 73:53
5 Ferencvárosi TC   32 22 73:76
6 Sapa Fehérv. AV19 31 23 86:92
7 Steaua Rangers    24 22 71:111
8 Újpesti TE         6 22 55:140
.
Topscorer             GP  G  A  P
1. Novak Vaclav (Csi) 19 20 16 36
2. Timaru Ioan (Ste)  22 13 19 32
3. Hajós Roland (Feh) 23  9 23 32

Dunaújváros è il polo hockeystico ungherese terzo incomodo tra Budapest e Székesfehérvár la cui squadra da alcuni anni si sta dedicando al campionato austriaco EBEL. La cittadina (sita esattamente in mezzo all’Ungheria) prende il suo nome dal Danubio che la attraversa. Per un decennio dopo la Seconda Guerra prese il nome di Sztálinváros (cioè “Stalingrado” in ungherese) e di quel periodo è l’ampliamento dai 3 ai 30mila abitanti di ciò che era un piccolo villaggio chiamato Dunapentele. Oggi la città ha 48.000 abitanti, poco più del doppio dei residenti dell’Altopiano di Asiago. La squadra di hockey è nata nel 1974 e nel corso degli ultimi 30 anni ha cambiato più volte denominazione: da Dunaújvárosi Kohász SE fino al 1988 a Sziketherm HK fino al ’90. Poi Dunaferr SE fino al 2004, DAC-Invitel per due stagioni e infine l’attuale DAB. Docler dal 2006. Acélbikák significa invece “tori d’acciaio“.
L’anno scorso il DAB ha vinto la Coppa d’Ungheria battendo 5-1 il Vasas HC. S’è classificato anche primo nel torneo a 6 squadre denominato “OB I bajnokság” (cioè “OB Prima Lega”), titolo che gli è valso la partecipazione alla Continental Cup. In MOL Liga invece (campionato in convivenza con formazioni rumene), il Dunaújváros ha perso in finale 1-3 con l’HSC Csíkszereda, l’avversaria dell’Asiago lo scorso anno in Continental. Da quest’anno il Dab. Docler ha deciso di fare il salto di qualità e sulle orme dello Székesfehérvár ha orientato i suoi orizzonti verso l’Austria. In questo momento sta partecipando alla Nationalliga (la serie B d’oltrebrennero), inserita nel girone Est con ATSE Graz, Kapfenberger e le seconde squadre di Linz, Klagenfurt e Vienna Capitals. Nella classifica complessiva è a metà posizione mentre nella MOL-Liga sta affrontando un testa a testa con l’eterna rivale del Miercurea Ciuc alla quale ha ceduto il titolo negli ultimi due anni.
Un roster molto modesto con quattro innesti stranieri di basso livello a cui s’è aggiunto il canadese di origini svedesi Henry Acres (dalle leghe minori delle Tre Corone) e uno slovacco in prova. L’elemento di pregio è l’allenatore, Stephan Lundh, svedese che dal 1991 ha allenato ininterrottamente in Elitserien prima come secondo e poi come Head Coach. Ha anche allenato la nazionale svedese: nel ’99 e nel 2000 la senior (un bronzo) e dal 2007 al 2010 l’under 18.
Gli attaccanti più prolifici sono risultati fino a questo momento Zsolt Azari, Dávid Szappanos e Nikandrosz Galanisz. Titolare tra i pali lo slovacco 28enne Peter Sevela con i suoi trascorsi in Extraliga ceca.
Gli ungheresi sono alla loro settimana patrecipazione in Continental Cup (1997, 1998, 2002, 2003, 2004, 2009). Hanno superato il girone eliminatorio battendo lo Jaca, la squadra olandese dell’Aia e i belgi del White Caps Turnhout.

Palmares: Quattro volte campione d’Ungheria nel 1996, 1998, 2000, 2002. Più ricca la bacheca di Coppa d’Ungheria: 1995, 1996, 1998, 2000, 2001, 2002, 2003, 2004

__________________________________________________

Herning Blue Fox

Danimarca – Sito internet

  • Portieri:
    1 Lubos Pisar (Svk)
    35 Martin Jørgensen
    39 Georg Sørensen
  • Difensori:
    23 Mitch Ganzak (Usa)
    28 Teemu Jääskeläinen (Fin)
    3 Rasmus Knudsen
    55 Tero Konttinen (Fin)
    16 Patrick Madsen
    20 Rasmus Nielsen “A”
    27 Anders Overmark Larsen
    24 Mathias Pedersen
  • Attaccanti:
    11 Patrick Bjorkstrand
    10 Oliver Bjorkstrand
    49 Marty Guerin (Usa)
    37 Anders H. Poulsen
    29 Antti Hölli (Fin)
    15 Emil B. Kristensen
    21 Morten Lie “A”
    9 Joachim Linnet
    9 Mathias H. Mølgaard
    47 Nikolai Pagh
    7 Casper Pedersen
    5 Lasse Sandgaard
    8 Thomas Spelling
    15 Andreas Søgaard Jensen
    91 Jason Walters “C” (Can)
    19 Bjørn F. Østergaard
  • Allenatore:
    Todd Bjorkstrand
  • 2° Allenatore:
    Adam Wozninski
AL-Bank Ligaen
Ultima partita
: Blue Fox Herming – AaB Ishockey 2-1
Classifica al 23 novembre
.                 P.ti PG  gol
1 SønderjyskE       51 20 79:37
2 Odense            41 21 71:59
3 Herning           39 21 72:49
4 Frederikshavn     31 21 58:63
5 Herlev            30 20 48:53
6 Rødovre           29 21 59:58
7 AaB               23 21 51:65
8 EfB Ishockey      21 21 52:71
9 Copenhagen Hockey 14 20 44:80
.
Topscorer              GP  G  A  P
1. Rob Ricci (Ode)     21 16 15 31
2. Olof Mårs (Ode)     21 10 20 30
3. Kim Lykkeskov (Søn) 20 12 16 28 

Anche la cittadina di Herning ha 46.000 abitanti e la sua squadra è tra le più decorate di Danimarca, nazione che negli ultimi anni ha fatto passi da gigante tanto da rappresentare ora per l’Asiago l’ostacolo più ostico. Allenata dallo svedese Todd Bjorkstrand (coach anche della nazionale under 20 dove la Danimarca è in Top Division) l’Herning ha conquistato il titolo battendo il SønderjyskE di Mario Simioni. Ha in squadra gli americani Mitch Ganzak, proveniente da Torre Pellice, e l’ex beniamino del Pontebba Marty Guerin che al momento sta cercando di recuperare da un infortunio. I top scorer oltre all’ex friulano sono Thomas Spelling e Jason Walters, goleador di casa il primo, assistman canadese il secondo con la “C” sul petto. In porta c’è lo slovacco Lubos Pisar, in Danimarca da 8 anni. Non è più a roster lo sloveno Sabahudin Kovacevic che ha negli ultimi anni giocato proprio con la maglia dell’Asiago.
In campionato l’Herning è solo terzo dietro l’acerrima rivale SønderjyskE (che ha vinto recentemente anche lo scontro diretto con i Blue Fox) e l’Odense.

Palmares: Formazione nata nel 1947 è stata 15 volte campione di Danimarca: 1973, 1977, 1987, 1991, 1992, 1994, 1995, 1997, 1998, 2001, 2003, 2005, 2007, 2008, 2011. Più altre 12 volte sul podio: sei argenti e sei bronzi. Quattro coppe di Danimarca: 1991, 1994, 1996, 1998

__________________________________________________

Albo d’oro

  • 2010/2011 Final Four a Minsk (Blr)
    1 Yunost Minsk (Bielorussia)
    2 EC Red Bull Salisburgo (Austria)
    3 SønderjyskE Ishockey (Danimarca)
    4 Dragons de Rouen (Francia)
    Partecip. italiana: Asiago Hockey
  • 2009/2010 Final Four a Grenoble (Fra)
    Red Bull Salisburgo (Austria)
    2 Yunost Minsk (Bielorussia)
    3 Sheffield Steelers (Gran Bretagna)
    4 Brûleurs de Loups de Grenoble (Francia)
    Partecip. italiana: HC Bolzano
  • 2008/2009 Final Four a Rouen (Fra)
    MHC Martin (Slovacchia)
    2 Dragons de Rouen (Francia)
    3 HC Bolzano (Italia)
    4 Keramin Minsk (Blr)
    Partecip. italiana: HC Bolzano
  • 2007/2008 Final Four a Riga (Lat)
    Ak Bars Kazan (Russia)
    2 Riga 2000 (Lettonia)
    3 Kaztsink-Torpedo (Kazakistan)
    4 AaB Ishockey (Danimarca)
    Partecip. italiana: nessuna
  • 2006/2007 Final Four a Szekesfehervar (Ung)
    Yunost Minsk (Bielorussia)
    2 Avangard Omsk (Russia)
    3 Ilves Tampere (Finlandia)
    4 Alba Volán (Ungheria)
    Partecip. italiana: nessuna
  • 2005/2006 Final Four a Szekesfehervar (Ung)
    Lada Togliatti (Russia)
    2 Riga 2000 (Lettonia)
    3 ZSC Lions (Svizzera)
    4 Alba Volán (Ungheria)
    Partecip. italiana: nessuna
  • 2004/2005 Final Four a Szekesfehervar (Ung)
    HK Zvolen (Slovacchia)
    2 Dynamo Mosca (Russia)
    3 Alba Volán (Ungheria)
    4 Milano Vipers (Italia)
    Partecip. italiana: HCJ Vipers Milano
  • 2003/2004 Final Four a Gomel (Blr)
    Slovan Bratislava (Slovacchia)
    2 Gomel (Bielorussia)
    3 Lugano (Svizzera)
    4 Severstal Cherepovets (Russia)
    Partecip. italiane: HCJ Vipers Milano, AS Asiago
  • 2002/2003 Final Eight a Lugano (Svi) e Milano (Ita)
    1 Jokerit Helsinki (Finlandia)
    2 Lokomotiv Yaroslavl’ (Russia)
    3 Lugano (Svizzera)
    4 Keramin Minsk (Bieelorussia)
    Partecip. italiane: HCJ Vipers Milano, AS Asiago
  • 2001/2002 Final Four a Zurigo (Svi)
    Lions Zurigo (Svizzera)
    2 Milano Vipers (Italia)
    3 Zvolen (Slovacchia)
    4 Mikkelin Jukurit (Finlandia)
    Partecip. italiane: HCJ Vipers Milano, AS Asiago
  • 2000/2001 Final Four a Zurigo (Svi)
    Lions Zurigo (Svizzera)
    2 London Knights (Gran Bretagna)
    3 Slovan Bratislava (Slovacchia)
    4 Maddogs München (Germania)
    Partecip. italiana: HCJ Vipers Milano
  • 1999/2000 Final Four a Berlino (Ger)
    Ambri Piotta (Svizzera)
    2 Eisbären Berlin (Germania)
    3 Ak Bars Kazan (Russia)
    4 Zvolen (Slovacchia)
    Partecip. italiana: HCJ Milano
  • 1998/1999 Final Four a Kosice (Svk)
    Ambri Piotta (Svizzera)
    2 Kosice (Slovacchia)
    3 Avangard Omsk (Russia)
    4 DEG Metro Stars (Germania)
    Partecip. italiana: nessuna
  • 1997/1998 Final Four a Tampere (Fin)
    1 Kosice (Slovacchia)
    2 Eisbären Berlin (Germania)
    3 Ilves Tampere (Finlandia)
    4 Salavat Yulaev Ufa (Rus)
    Partecip. italiana: nessuna

__________________________________________________

Interviste sulla Continental dal sito dell’Asiago

(com. stampa Asiago Hockey) – Jeff Lerg, qual’è la condizione della nostra squadra a pochissimi giorni dalla Continental Cup?

La nostra squadra ha giocato bene nelle ultime due settimane; anche se abbiamo qualche infortunio di troppo, credo che tutti saranno pronti per questa Continental Cup.
Siamo molto eccitati per l’opportunità che abbiamo!

Quante possibilità abbiamo di vincere, a tuo parere?

Credo che se giochiamo al massimo del nostro potenziale, potremo vincere il girone. Ogni partita sarà dura, quindi dobbiamo giocare al nostro meglio.

Chi credi parta come favorita?

Non conosco molto bene le alter squadre; quello che posso dire è che sono partite secche quindi le dobbiamo affrontare una alla volta senza guardare troppo avanti.

La nostra prima partita sarà contro lo Sheffield. Cosa pensi di loro?

Lo Sheffield sembra essere una formazione molto difensiva, e stanno avendo una buona stagione. Hanno trovato la continuità per vincere tante partite quindi per noi sarà uno scontro difficile.

(com. stampa Asiago Hockey) – John Vigilante, qual’è la condizione della nostra squadra a pochissimi giorni dalla Continental Cup?

Credo che la nostra squadra sia pronta per l’avventura in Danimarca dove speriamo di poter vincere!Purtroppo abbiamo avuto degli infortuni a pochi giorni dal torneo che ci hanno portato via dei giocatori importanti.

Quante possibilità abbiamo di vincere, a tuo parere?

Credo che abbiamo delle buone possibilità di vincere perché abbiamo portato a casa delle belle vittorie ultimamente; in ogni caso il nostro obiettivo è quello massimo.

Chi credi parta come favorita?

Credo che tutte le squadre abbiano la stessa possibilità di vincere il girone ma credo che la formazione Danese dell’Herning, sia la squadra più difficile da affrontare.

La nostra prima partita sarà contro lo Sheffield. Cosa pensi di loro?

Sarà una partita molto difficile ma ci faremo trovare pronti; la nostra speranza è di iniziare questo torneo con una vittoria!