Un Alleghe strepitoso non fa sconti alla Valpe

di Federico Xaiz

Alleghe – Valpellice 8-3 (2-1,4-0,2-2)

Al De Toni di Alleghe, in occasione della seconda giornata di ritorno, è ospite la Valpe di Huddy, Sirianni e compagni, reduce dalla sconfitta interna con i lupi di Brunico; i valligiani sanno di non potersi permette ulteriori passi falsi verso la sempre più distante quarta piazza in classifica, utile per la qualificazione alle Final Four di Coppa Italia tanto voluta dai bulldogs ad inizio stagione. Dal canto suo l’Alleghe deve fornire una prestazione convincente davanti al pubblico amico dopo la grigia sconfitta subita contro il Vipiteno.

Per quanto riguarda le formazioni la Valpe deve rinunciare a schierare tra i pali Kevin Regan lasciando spazio al backup Platè mentre le civette scendono in pista senza Tormen ma recuperano un tassello fondamentale nella loro retroguardia: Michael Shutte.

La partita si fa avvincente già dalle prime battute; Nicole Fontanive e Adam Henrich cercano l’intesa a due metri da Platè ma un bastone torrese si frappone fra i due. All’1:09 il primo della serata a scaldare la panca puniti è Alex Nikiforuk; il numero 9 dei bulldogs sarà solo il primo in una lunghissima lista di 25 infrazioni comminate alle due squadre nel corso della serata. In powerplay le civette non graffiano subito concedendo le ripartenze prima di Sirianni, che spara su Dennis, poi di Marco Pozzi a cui tocca la stessa sorte. Al 4:35 i padroni di casa però passano: il tiro di Lorenzi finisce su Platè che non trattiene e favorisce l’arrivo di Vincent Rocco il quale insacca la prima rete per le civette. Lo speaker non può nemmeno annunciare l’autore del vantaggio biancorosso che arriva il raddoppio delle civette; questa volta è Manuel Da Tos a infilare l’estremo difensore ospite. Non finisce qui il grande lavoro per l’annunciatore che al 5:22 deve riferire anche il goal di David Stricker il quale, due metri davanti a tutti, si invola verso Dennis è mette a segno una bella rete in contropiede insaccando alla sinistra del portiere canadese.

La Valpe potrebbe pure pareggiare due minuti dopo ma un goal che aveva fatto saltare in piedi tutta la panchina valigiana non viene convalidato dato che il disco era finito in fondo al sacco viziato da una deviazione alta di bastone .
Addentrandosi nei minuti centrali la partita non cala di intensità e si assiste a un bel gioco con le squadre che creano in continuazione azioni da rete. A metà frazione un disco uscente da una mischia sottoporta viene spinto verso la gabbia ospite da Milos Ganz; sulla trattenuta derivante si accende una piccola rissa che i due linesman sedano non senza qualche difficoltà. Dall’altra parte è Martinelli che prova a sorprendere Dennis con un giro da dietro porta ma senza successo; sul ribaltamento di fronte l’Alleghe mette le tende per un minuto e mezzo in area ospite e impegna Platè per ben 4 volte. Nel finale si vede di più la Valpe ma ancora Dennis non ne vuol sapere di concedere la soddisfazione del pareggio ai valligiani e si va negli spogliatoi sul 2 ad 1.

Il secondo tempo è la perfetta continuazione del primo: ritmi serrati da entrambe le parti. Prima Hogeboom in versione centometrista mette sui gambali di Platè dopo una gran corsa da centrocampo poi Desmet si divora il goal del pareggio su un rebound scaturito dalla conclusione ravvicinata di Kantee. Al 4:58 la Valpe viene punita per troppi uomini sul ghiaccio e Felicetti rincara la dose commettendo un fallo ingenuo di trattenuta. Il Powerplay alleghese è micidiale: al 6:12 Henrich scende sulla sinistra e si accorge di Vincent Rocco ben appostato dall’altra parte il quale deve solo appoggiare in rete il disco del 3-1. 36 secondi dopo è Tathinen a servire Greg Hogeboom che, a due passi dalla blu, non perdona. Ancora Nicola Fontanive potrebbe rincarare la dose, ben servito da Tathinen, ma il suo tiro dalla media distanza finisce sul portiere dei bulldogs.
8:31: ancora una volta la Valpe si trova a dover giocare in situazione di doppia inferiorità e ancora una volta un Alleghe decisamente cinico è pronto ad approfittarne. Al 9:01 Shutte finta il tiro ma serve Greg Hogeboom il quale, liberissimo sottoporta, batte un incolpevole Platè. Non è finita: al 9:56 ci pensa Rocco ad inventarsi l’ennesima rete in powerplay delle civette portando il punteggio sul 6 ad 1. L’italo-canadese concretizza la sua prima Hat-trick stagionale.
La Valpe è frastornata dalla valanga di reti subite in pochi minuti ma non molla l’osso; al 10:38, con Forstrom e Shutte in panca puniti sono loro a poter sfruttare la doppia superiorità. Il tempo però passa e l’Alleghe riesce a contenere l’irruenza torrese liberando e andando a raccogliere l’applauso da parte del pubblico del De Toni.
I bulldogs continuano a non darsi per vinti e perseverano nel pressing dalle parti di Dennis; a pochi minuti dalla fine l’estremo difensore alleghese si esalta con una parata spettacolare su Huddy e Nikiforuk lanciati a rete. Grande cuore comunque della Valpe che non si fa intimorire dallo svantaggio e continua a pressare la difesa dei locali.

Nel terzo periodo il primo pericolo sottorete lo porta Taggart Desmet ma è ancora l’Alleghe a passare con Adam Henrich che da buona posizione supera Platè appena sotto la traversa. Passano pochi secondi e a colpire ancora i legni ci pensa Veggiato il quale, dopo aver intercettato un passaggio nel terzo difensivo dei valligiani, spara sul palo esterno. La Valpe è pronta a recuperare e non perdona con Jon Awe che mette a segno il secondo goal torrese della serata, ma le emozioni non sono finite; l’ottavo goal delle civette porta ancora una volta la firma di Greg Hogeboom; appoggio da due metri dalla porta per il numero 21 alleghese che si affianca a Rocco nella “zona triplette”.
Con lo scorrere dei minuti i ritmi iniziano a calare, sia per la stanchezza sia per la piega presa dall’incontro che non ha più nulla da dare alle due formazioni. L’unico aspetto del match che non subisce tagli è la quantità di penalità, che fioccano numerose da una parte e dall’altra.
Nel finale la Valpe si fa onore andando a colpire prima la traversa con David Stricker e poi centrando la marcatura con Marco Pozzi; goal della bandiera per il numero 5 torrese. Ma mancano ormai 10 secondi e la sirena non tarda a porre fine alle ostilità mandando a riposare le due compagini. L’Alleghe va a raccogliere l’ultimo meritato applauso del suo pubblico prima di addentrarsi negli spogliatoi.

Partita entusiasmante e ricca di tiri, azioni, penalità, ripartenze, cariche; tutto gli ingredienti necessari a creare uno spettacolo hockeistico di alto livello. Malgrado il punteggio pesante, la Valpe non ha demeritato così tanto come sembrerebbe ma ha trovato sulla sua strada un ottimo Dennis e un’ottima squadra di casa che ha creato e concretizzato molto, specialmente in superiorità numerica.

Il grande hockey italiano torna sabato 29 quando l’Alleghe sarà impegnato nel derby del Fedaia coi cugini del Fassa. Il Valpellice ospiterà invece l’Asiago in un match che si preannuncia incandescente in quanto le due compagini hanno un disperato bisogno di punti e di risultati convincenti.

HC Alleghe Tegola Canadese – HC Valpellice Bodino Engineering 8-3 (2-1, 4-0, 2-2)
Marcatori
: 1-0 Vincent Rocco (4:35) (Adam Henrich, Michael Shutte), 2-0 Manuel Da Tos (4:48) (Michael Shutte), 2-1 David Stricker (5:22) (Nessun assist), 3-1 PP Vincent Rocco (26:12) (Adam Henrich, Michael Shutte), 4-1 PP Greg Hogeboom (26:48) (Markku Tathinen), 5-1 PP Greg Hogeboom (29:01) (Michael Shutte, Vincent Rocco), 6-1 PP Vincent Rocco (29:56) (Adam Henrich, Nicola Fontanive), 7-1 Adam Henrich (42:33) (Vincent Rocco), 7-2 PP Jon Awe (43:57) (Ryan Huddy, Alex Nikiforuk), 8-2 PP Greg Hogeboom (47:04) (Michael Shutte, Vincent Rocco), 8-3 PP Marco Pozzi (59:50) (Ryan Huddy, David Stricker)
Alleghe Tegola Canadese: Adam Dennis (Davide Fontanive); Michael Schutte, Jani Forsstrom, Mike Card, Francesco De Biasio, Matteo De Val, Milos Ganz; Nicola Fontanive, Adam Henrich, Vincent Rocco, Greg Hogeboom, Markku Tahtinen, Daniele Veggiato, Alberto Fontanive, Manuel De Toni, Jari Monferone, Manuel Da Tos, Erwin Bez. Allenatore: Steve McKenna
HC Valpellice Bodino Engineering: Marcello Platè (Andrea Malan); Jon Awe, Trevor Johnson, Ryan Martinelli, Kevin Kantee, David Urquhart, Florian Runer, Luca Rivoira, Martino Durand Varese; Robert Sirianni, Taggart Desmet, Garret Bembridge, Ryan Huddy, Alex Nikiforuk, Luca Frigo, Luca Felicetti,  Alex Silva, David Stricker, Marco Pozzi, Stefano Coco, Pietro Canale. Allenatore: Mike Ellis