Varese e l’infausto terzo tempo

A Varese si sapeva: coi campioni di categoria in carica del Dobbiaco non sarebbe stata una partita facile. I ragazzi di Dvorak hanno tenuto testa agli avversari per due periodi; le penalità e le troppe amnesie difensive hanno vanificato quanto di buono costruito nei primi 40’. Gli Orsi pusteresi colpiscono a freddo dopo appena 21” con il passaggio da fondo pista di Rehmann per l’accorrente Volgger nel ruolo di finalizzatore. Nei primi 3’ di gioco gli ospiti schiacciano i Mastini nel proprio terzo difensivo, costringendo i padroni di casa a ricorrere sovente alla liberazione vietata. Prese le misure al Dobbiaco i gialloneri giungono al pareggio con il tiro centrale di Andreoni al 4.31, lo stesso giocatore, al 6.26 ha l’opportunità di raddoppiare in situazione di inferiorità con una conclusione dalla zona neutra che non sorprende Burzacca. I dobbiacensi tornano ad imperversare dalle parti di Broggi al 10.31 con un tiro centrale di Rehmann, a cui risponde un minuto più tardi Cortenova in contropiede, tuttavia il giallonero, anziché scaricare su un compagno meglio piazzato, preferisce mirare al varco lasciato dal portiere altoatesino, il quale neutralizza bloccando il puck.

La frazione centrale si apre con il Varese messo sotto pressione dagli avversari a causa di due penalità, una delle quali subita ad un minuto dal suono della prima sirena; se il primo penalty killing è trascorso indenne, durante il secondo, al 22.39, Rehmann inventa uno slalom concluso con il puck depositato nel sette alla sinistra di Broggi. Al 26.33 Zanol va in cerca del terzo goal con un’azione simile senza riuscire nell’impresa; la squadra capitanata da Andreoni  reagisce rendendosi pericolosa al 28.58 con un’iniziativa da posizione defilata di Gaggini deviata a lato da Sorrenti posizionato davanti allo slot. Al 30.05 è il turno di Mannini, ma sul capovolgimento di fronte Broggi è chiamato a sbrogliare la matassa in due occasioni; il Dobbiaco insiste e, in situazione di 4 contro 4, al 32.16 Rehmann si vede deviato a lato la sua rasoiata. Dal goal mancato per gli ospiti, al goal realizzato dai padroni di casa il passo è breve: al 35.00, anche in questo frangente in 4 contro 4, De Lorenzo conclude a botta sicura su assist di Gaggini riequilibrando il punteggio; passano solo 30” e Piccinelli potrebbe  portare in vantaggio i suoi, il back hand è troppo alto e il disco  finisce sopra la traversa. La fortuna non assiste neanche Milo al 35.50, il quale, a tu per tu con il portiere gli tira addosso. Il finale di periodo è di marca ospite: Broggi, in gran serata, non si lascia intimorire, ma a 28” dal secondo intervallo Rehmann è lasciato libero di agire dalla sua difesa e l’ex attaccante del Val Pusteria realizza il momentaneo 3-2 sfruttando la superiorità numerica.

Nella frazione conclusiva i sei minuti iniziali sono un vero incubo per la retroguardia varesina: al 41.45 Vercellio Segate, messo a sedere il goalie giallonero, porta a quattro le marcature del Dobbiaco, il quale allunga al 43.41 con un’azione insistita concretizzata in power play da Zanol. Il pasticcio difensivo, maturato al 45.27, consente a Boito di insaccare a porta sguarnita. Messi in cassaforte i due punti, al Dobbiaco non resta che gestire la partita: subito il terzo goal da Privitera, che insacca facendo passare il disco tra i gambali del portiere, a chiudere le ostilità ci pensa al 56.59 Farinella al termine di un contropiede sul quale Marchetti, entrato dopo il sesto goal degli ospiti, non riesce ad opporsi.


Varese – Dobbiaco 3-7 (1-1; 1-2; 1-4)
Varese:
Lorenzo Broggi (dal 45.27 Ilario Marchetti); Luca Barbieri – Dario Cortenova – Matteo De Lorenzo – Alessandro Gaggini – Stefano Mannini – Rudi Rossi; Marco Andreoni – Samuele Ceccato – Daniele Di Vincenzo – Marco Fiori – Erik Steve Mazzacane – Filippo Milo – Lorenzo Piccinelli – Riccardo Privitera – Fabio Senigagliesi – Salvatore Sorrenti. Coach: Zdenek Kudrna
Dobbiaco: Luca Burzacca (Alex Engl); Manuel Boito – Georg Feichter – Simone Waink – Marcel Lanzinger – Stefano Vercellio Segate; Fabio Alverà – Tiziano Farinella – Patrick Lanzinger – Daniel Mair – Matthias Rehmann – Daniel Rizzo – Thomas Trenker – Michele Valle Da Rin – Klaus Volgger – Denis Zanol. Coach: Miroslav Hosek
Arbitro: Mauro Scanacapra Linesmen: Simone Lega e David Bertoldi
Penalità: Varese20 (6/8/6) – Dobbiaco 16 (4/8/4)
Tiri: Varese 24 (9/7/8) – Dobbiaco 58 (20/21/17)
Marcatori: (0-1) 00.21 Klaus Volgger (Matthias Rehmann); (1-1) 04.31 Marco Andreoni (Lorenzo Piccinelli – Daniele Di Vincenzo) PP; (1-2) 22.39 Matthias Rehmann PP; (2-2) 35.00 Matteo Di Lorenzo (Alessandro Gaggini) (4 contro 4); (2-3) 39.32 Matthias Rehmann (Tiziano Farinella – Klaus Volgger); (2-4) 41.45 Stefano Vercellio Segate; (2-5) 43.41 Denis Zanol PP; (2-6) 45.27 Manuel Boito (Klaus Volgger – Matthias Rehmann) PP; (3-6) 50.57 Riccardo Privitera (Salvatore Sorrenti) PP; (3-7) 56.59 Tiziano Farinella (Simone Waink – Manuel Boito)
Spettatori: 210

Tags: