Vittoria sudata per i Foxes

Pontebba – Bolzano    2-3   (1-0; 0-2; 1-1)

Dopo la sconfitta in casa dei campioni d’Italia, le Aquile sono chiamate a riconfermare la grinta e la determinazione dimostrata durante la prima giornata, per affrontare un super Bolzano che ha messo al tappeto il Renon con un netto 5 a 0.

Grande partenza per le due compagini. Il Bolzano, dal canto suo, già dai primi minuti comincia a farsi vedere dalle parti della gabbia difesa dal giovane Petizian. Ad otto minuti sono i bianco neri ad esultare, i festeggiamenti, però, durano poco in quanto gli arbitri annullano la rete a causa dei troppi giocatori in campo. Il Pontebba non molla, continuando a premere ripetutamente sugli altoatesini fino al 17.03 quando Goebel, su assist di Nicoletti, sblocca il risultato. Ad un paio di minuti dal termine scoppia una rissa davanti alla porta di Zaba, fortunatamente senza gravi conseguenze.

Aquile sempre più determinate a mettere sotto chiave il gol del raddoppio; il loro sogno, però, viene infranto al 28.06 da Rogers servito da Insam ed Edwardson. Le Volpi aumentano la loro grinta nel secondo parziale e, dopo essere riuscite a ribaltare il risultato, al 32.34 grazie a Knackstedt riescono anche a portarsi in vantaggio. Inutili le pressioni dei friulani a fine periodo: Pontebba – Bolzano 1 a 2.

Ultimi venti minuti decisamente impegnativi per i due team, entrambi con un unico obiettivo: mettere in cassaforte i tre punti in palio. I bianco rossi fin dall’inizio della ripresa provano ad aumentare il ritmo del gioco, mettendo molte volte sotto pressione la retroguardia friulana. I padroni di casa si difendono come possono fino al 56.28 quando si vedono costretti a subire la rete del doppio vantaggio messa a segno da Giliati. A pochi istanti dalla sirena, quando ormai nessuno se l’aspettava, arriva la seconda rete per i bianco neri realizzata da Rigoni in inferiorità numerica.

Pontebba – Bolzano 2-3 (1-0; 0-2; 1-1;)
Marcatori: (1-0) 17.03 Goebel (Nicoletti); (1-1) 28.06 Rogers (Insam – Edwardson); (1-2) 32.34 Knackstedt (Sharp – Giliati); (1-3) 56.28 Giliati (Knackstedt – Bruun); (2-3) 58.12 Rigoni (Rizzo – Nicoletti).

httpvh://www.youtube.com/watch?v=SFuGSLHnw4o

Tags: