Il ritiro dei White Weasels

(Comun. stampa Bozen 84) – Il titolo potrebbe suonare allarmante e onde evitare qualsiasi qui pro quo, precisiamo che nella fattispecie si parla di allenamento della prima squadra dell’EV Bozen 84. A differenza della passata stagione, dove alla fine di luglio non era ancora chiaro se e come la squadra avrebbe disputato l’A2, quest’anno nulla è lasciato al caso.

In effetti, dal 31 agosto al 4 settembre la squadra rispondera alla chiamata dello staff tecnico Egon Schenk e Max Fedrizzi e si rechera in Slovacchia, precisamente a Trencin per gettare le basi per la stagione al via. Meta e la Marian-Gaborik-Arena costruita da Marian Gaborik, giocatore dei New York Rangers. La struttura, completa di palestra e sala pesi, pensata dallo stesso Gaborik offre i migliori presupposti per un proficuo allenamento. Come ciliegina sulla torta i giocatori avranno modo di conoscere una delle stelle della NHL.

Oltre ai rituali allenamenti sul ghiaccio e in palestra è prevista anche una partita contro una squadra locale. Faranno parte della spedizione quasi tutti i giocatori della passata stagione e alcuni U20 che nell’occasione avranno la possibilità di mettersi in mostra. A bordo del pullmann anche Tuomo Harjula e, per modo di dire Stanislav Jasecko, visto che per lui la cittadina slovacca è praticamente dietro l’angolo. I due si sono recentemente incontrati a Bolzano per rinfrescare la conoscenza che risale ai loro anni passati in SM-Liga.

Chi sarà il terzo straniero al momento non si sa. Fatto sta che l’EV Bozen sta attualmente giocando su più piazze con opzioni in parte clamorose.

Tags: