Decisa la città canadese che ospiterà i mondiali femminili 2013

In gennaio l’IIHF, la federazione internazionale, aveva deciso che il mondiale femminile 2012 si sarebbe giocato negli Stati Uniti e più precisamente a Burlington, alla Cairns Arena e alla Gutterson Fieldhouse, pista casalinga dell’Università del Vermont. E’ la terza volta che il mondiale si gioca in USA dopo Lake Placid nel 1994 e Minneapolis nel 2001. E in entrambi i tornei ha vinto il Canada, come pure ai mondiali under18 e alle olimpiadi disputate nella terra dello Zio Sam. La 15ª edizione si svolgerà dal 7 al 14 aprile 2012 con 22 partite.

S’era già stabilita anche la nazione (il Canada) che avrebbe organizzato il mondiale 2013 (dal 31 marzo al 9 aprile 2013), cioè quello che precederà le Olimpiadi di Sochi. La commissione formata da Bob Nicholson (presidente del Comitato olimpico canadese), Ken Corbett (presidente del consiglio di amministrazione canadese), Scott Smith (direttore operativo) e Scott Farley (vice-presidente del marketing) ha scelto Ottawa che ha battuto la concorrenza di Kamloops, Newfoundland-Labrador e Vancouver. Promotore speciale è stato Eugene Melnyk, proprietario degli Ottawa Senators che da una decina d’anni segue attivamente l’hockey femminile.

Le arene che ospiteranno la manifestazione saranno la Nepean Sportsplex e lo Scotiabank Place dei Senators che a capodanno 2010 davanti a 16.347 spettatori vide la nazionale della Foglia d’acero battere 3-2 le americane nell’ultima amichevole preolimpica.

Quello del 2013 sarà il sesto campionato del mondo disputato in Canada: Ottawa ha organizzato proprio la prima edizione iridata nel 1990. Nel 1997 si giocò a Kitchener, 2000 a Mississauga, 2004 ad Halifax e 2007 a Winnipeg.

Tags: