Slovenia lanciata verso la salvezza: umiliata la Lettonia

Slovenia – Lettonia 5-2 (0-0, 3-0, 2-2)

Nell’incontro giocato alla Orange Arena di Bratislava tra Lettonia e Slovenia, dopo un primo periodo che ha visto le squadre giocare contratte data l’alta posta in palio,e dove le poche occasioni da rete sono state abilmente neutralizzate dai portieri.

E’ invece il secondo periodo ad accendere la partita; è la Slovenia a sbloccare il risultato al 27.59 in situazione di superiorità numerica grazie alla rete messa a segno da Rok Ticar. La rete ha un effetto esaltante sulla formazione slovena e al contrario destabilizzante sulla Lettonia, ne consegue che la Slovenia prima della fine della seconda frazione realizza altre due reti entrambe con la prima linea offensiva, a segnare è sempre Tomaz Razingar (al 33.55 e al 39.11) e in ambedue le segnature ad assistere l’attaccante del Villach sono David e Marcel Rodman,

Il terzo periodo inizia nella stessa maniera com’era finito il secondo ovvero con una rete slovena, è ancora Rok Ticar a segnare la doppietta personale al 40.54, ma passano soli 33 secondi e arriva anche la rete numero 5 per la Slovenia con Rock Pajic. Probabilmente arriva tardiva anche la disperata mossa del cambio di portiere, fuori Masalkis dentro Raitums. La partita scivola via tra una penalità e l’altra vi è anche una penalità partita contro il lettone Pujacs per una brutta carica da tergo. Al 51.33 arriva la rete “della bandiera” per la formazione baltica con Martins Cipulis. Sulla sirena del 60mo minuto arriva anche la seconda rete lettone per il definitivo 5-2 in favore della Slovenia, che batte la Lettonia per la prima volta in un incontro valido per i mondiali.

Con questa vittoria la nazionale slovena pone serie basi per la permanenza in Top Division, mentre un po’ a sorpresa la Lettonia rischia seriamente la retrocessione, anche siamo solo alla prima giornata e tutto è ancora possibile

Marcatori: 27:59 (1-0=Pp) Ticar R (Jeglic Z, Robar M), 33:55 (2-0) Razingar T (Rodman M, Rodman D), 39:11 (3-0) Razingar T (Rodman M, Rodman D), 40:54 (4-0) Ticar R (Sabolic R), 41:27 (5-0) Pajic R (Golicic B), 51:33 (5-1) Cipulis M (Redlihs J, Andersons J), 59:59 (5-2) Bukarts R (Sotnieks K, Meija G)
Slovenia: Kristan Robert (Hocevar Andrej); Kuznik Gregory – Kranjc Ales, Razingar Tomaz “C” – Rodman David – Rodman Marcel “A”; Gregorc Blaz – Robar Mitja “A”, Jeglic Ziga – Ticar Rok – Sabolic Robert; Tavzelj Andrej – Dervaric Damjan, Golicic Bostjan – Pajic Rok – Hebar Andrej; Pavlin Ziga – Kovacevic Sabahudin, Hocevar Matej – Pance Ziga – Ankerst Jaka. Allenatore: Kopitar Matjaz
Lettonia: Masalskis Edgars (dal 41:27 Raitums Martins); Rekis Arvids – Pujacs Georgijs, Vasiljevs Herberts “C” – Nizivijs Aleksandrs “A” – Cipulis Martins; Redlihs Krisjanis – Cibulskis Oskars, Saulietis Kaspars – Dzerins Andris – Redlihs Mikelis; Sotnieks Kristaps – Redlihs Jekabs, Kenins Ronalds – Pecura Sergejs – Ankipans Girts “A”; Andersons Janis – Stals Juris, Bukarts Roberts – Berzins Armands – Meija Gints. Allenatore: Znaroks Olegs
Assenti: Slovenia: Pretnar Klemen (D), Sivic Mitja (A) – Lettonia: Darzins Lauris (A), Kulda Arturs (D, squalificato)
Penalità: 12-37 (2-4, 4-4, 6-29)
Tiri: 35-31 (7-9, 14-15, 14-7)
Spettatori: 7.467
Migliori giocatori: Ticar Rok – Nizivijs Aleksandrs

[TABLE=153,6r]