News sui Picchietti di Feltre

U-13 e U-15: vittoria col Val di Sole e sconfitta a Fassa
(com. stampa HC Feltreghiaccio, G.D.G.) – Mi permetto di invadere un po’ … il territorio “di caccia” (terminologia gerronazziana!) del bravissimo cronista Lorenzo, avendo avuto occasione di assistere a distanza di poche ore alle esibizioni delle nostre U 15 e  U 13 (che, se si escludono i 4 ’97 e Sandro sono composte dagli stessi giocatori ’98 e ’99, ai quali, nella seconda, si aggiungono i tanti 2000). L’incontro della prima, tenutosi nel tardo pomeriggio di sabato 15 gennaio a Canazei, è terminato col punteggio di 10 a 2 per la compagine locale. Se non ci fossero stati i miracoli dei nostri due ottimi portieri avremmo potuto subire una sconfitta di dimensioni….storiche. Domenica 16, invece, il risultato è stato di 15 a 2 per i nostri colori. Cos’è che mi ha colpito? Sabato i picchietti, sicuramente inferiori d’età e di minor prestanza fisica (ma non così evidente, se si escludono 4 giocatori del Fassa probabilmente del ‘96), sono entrati in campo già sconfitti, senza orgoglio (non tutti!). Non ho visto una carica alla balaustra degna di questo nome, un contatto fisico da “giocatori di hockey”. Paura? Ci si preservava per la partita di domenica? Non lo so, ma francamente mi piace assai di meno la seconda ipotesi. Sono dell’idea che ogni partita vada giocata con lo stesso impegno. Più è forte l’avversario più ci si deve battere con orgoglio. Qualcuno dirà che sono retorico. Forse, ma credo che la maglia vada onorata in ogni occasione, senza calcoli. Domenica i picchietti hanno maramaldeggiato su una compagine nettamente inferiore di numero, età e, soprattutto, fisicamente. Vi giocavano anche due ragazze, che rendevano ad alcuni nostri giocatori quasi una testa e mezzo. Gli altri, salvo uno, erano poco più alti. Beh, avrei preferito perdere meglio a Canazei e segnare qualche gol di meno domenica. Ma il punto non è questo. Ho visto il Val di Sole battersi con tutte le sue forze, cercare di giocare nonostante l’evidente inferiorità, impegnarsi in scontri fisici del tutto impari affrontati con grande coraggio, senza tirarsi indietro. C’era l’orgoglio della maglia nel Val di Sole, che non ho visto nei nostri ragazzi il giorno prima. Hanno perso, ma sono usciti dal palaghiaccio a testa alta e con la mia ammirazione (conta poco, lo so!). Miglior giocatore in campo la ragazza difensore solandra, che ha più volte affrontato (meglio sarebbe dire che si è più volte schiantata) senza mai tirarsi indietro i giganti della nostra prima linea. Un esempio da seguire!

Sulle due partite non vi è nulla da dire. Un monologo entrambe: del Fassa sabato, del picchietti la domenica. Della prima non ricordo i nostri marcatori (l’età si fa sentire), nella seconda hanno segnato 4 reti Andrea (Flora), 4 Matteo, 5 Riccardo (Nachtigal), 1 Marco e, udite udite, 1 Alessio (meritatissima per quello che dà sempre in campo e per la generosità negli assist!). Papà Renzo non potrà sottrarsi prossimamente al rito della bevuta in compagnia!! Ora i picchietti U 13 sono attesi alla partita col Fassa U 13 primo in classifica e senza sconfitte. Un’occasione per rimediare alla figuraccia di sabato. Picchietti, metteteci il cuore e nulla sarà scontato!! FORZA RAGAZZI!!

U11: bella vittoria dei Picchietti 4 a 2 contro il Fassa
(com. stampa HC Feltreghiaccio, G.D.G.) – Bella vittoria dei picchietti U 11 nel torneo promozionale veneto. Sabato 15.01.11 superano con una gagliarda prestazione i forti pari età del Fassa, sino a quel momento imbattuti e primi in classifica. Restano però sotto i fassani di due punti, avendo giocato una partita in meno.
La tensione pre-partita (l’incontro è molto sentito dai nostri ragazzi) si stempera con il primo ingaggio. Le due formazioni giocano entrambe a tre linee. Mi raccontano che le prime e le seconde si equivalgono, mentre in terza il Feltre fa esordire qualche giovanissimo atleta: terza linea che deve quindi sopperire con la grinta alla minor esperienza.
Nel primo tempo il risultato viene sbloccato al 4’49” da Alepagnussat su assist di Tobia, seguito a breve da Lorenzo. Il Fassa, però, non demorde e accorcia le distanze all’8’43” col suo nr. 8. Il Feltre riparte alla carica e Alepagnussat raddoppia un minuto dopo, arricchendo il suo bottino di reti in campionato. Finale di tempo: 3 a 1 per i picchietti.
Il secondo “drittel“ segue la falsariga del primo, permettendo a Lorenzo di portare a 4 le reti feltrine e di eguagliare Alepagnussat, segnando a sua volta una doppietta.
Nel terzo il Fassa, mai domo, va a segno pochi secondi dopo l’ingaggio, riportandosi sotto. I picchietti, invece, non riescono più a passare, nonostante le due penalità subite dagli avversari. “Tengono” però sino alla fine, incamerando una vittoria di prestigio, che dà morale. Ora, però, bisogna volare basso, non sottovalutando gli avversari e rimanendo concentrati anche nella partita di ritorno, quando si giocherà sul difficile campo di Canazei. Non deve ripetersi l’errore fatto con l’Alleghe. FORZA PICCHIETTI!!