Mondiale U18 Donne – Sorpresa Germania

di Marco Depaoli

Sorpresa Germania e scandinave deludenti. Sono questi gli elementi che emergono dalle prime due giornate del mondiale under 18 femminile. Al mondiale di Stoccolma le svedesi (prime tra le europee per due anni) hanno faticato sia contro il Giappone sia contro la Repubblica Ceca. Contro le nipponiche pur avendo più occasioni da gol la Svezia ha segnato la rete della vittoria in powerplay trascinando il vantaggio risicato fino al termine della gara. Più faticosa la vittoria contro la Repubblica Ceca: in svantaggio dopo 46 secondi le svedesi hanno sì pareggiato all’8° e segnato il 2-1 al 28° ma a un secondo dalla seconda sirena hanno subìto la beffa del nuovo pareggio. La rete della vittoria è frutto di un powerplay al 48°.
Nello stesso girone gli USA di coach Jodi McKenna non hanno problemi nella loro marcia verso le semifinali: 151 tiri fatti e 15 ricevuti, 18 gol segnati e uno subìto (da Lundberg): il temporaneo 1-0 del Giappone con Moe Toko durato 57 secondi. Le giapponesi stanno facendo un gran mondiale e nell’ultima sfida contro la Repubblica Ceca cercheranno di evitare come l’anno scorso il relegation round.

La squadra degli Stati Uniti sta giocando col lutto nel cuore per Elizabeth Turgeon, giocatrice della nazionale under 18 nel 2008 e sorella del campione NHL Pierre, morta settimana scorsa in un incidente stradale. Le giocatrici stanno portando le sue iniziali sul casco.

Nell’altro girone nessun problema nemmeno per il Canada. Nel classico confronto a distanza con gli USA le canadesi hanno tirato 118 volte contro le 35 delle avversarie. 15 gol fatti e uno subìto da Makela, l’1-4 della Svizzera al 29°. Le elvetiche neopromosse rischiano lo spareggio retrocessione dopo la sconfitta contro una sbalorditiva Germania che sta dimostrando che il quarto posto dell’anno scorso non è stato casuale. Le tedesche allenate da Werner Schneider contro la Svizzera hanno chiuso il primo tempo sul 3-0 controllando la partita ma rischiando nell’ultimo minuto quando in powerplay la Svizzera ha segnato il 2-3. Ma il capolavoro tedesco è stato fatto contro la Finlandia sconfiggendola 1-0 con la rete di Eva Byszio dell’Ingolstadt. Sugli allori il portiere teutonico Nadja Gruber (Ingolstadt) con il 96.67% di parate e lo shutout contro le finniche. La disfatta finlandese viene completata dalla penalità partita a Susanna Tapani per bastone alto e l’infortunio di Noora Tulus nel terzo periodo dopo essersi scontrata contro la compagna Anni Rantanen. L’ultima sfida tra Svizzera e Finlandia di martedì è l’inedito spareggio che divide i quarti di finale e la serie per non retrocedere. La nazionale della Terra dei Grandi Laghi da sempre lotta con la Svezia per la medaglia di bronzo, ma in questo mondiale non ha ancora segnato in due partite. La retrocessione della Russia l’anno scorso dimostra come a livello juniores i valori sono molto diversi rispetto alle ragazze delle nazionali senior. Nord-americane a parte.

Girone A, Husby Ishall arena
Canada, Finlandia, Germania, Svizzera
Canada – Svizzera 9-1 (2-0, 3-1, 4-0)
Reti: 05:43 (1-0=Pp) Kohler, 19:24 (2-0=Pp) Bram, 27:07 (3-0) Kohler, 28:02 (4-0) Dufault, 28:21 (4-1) Staenz, 36:29 (5-1) Mercer, 44:08 (6-1) Robson, 47:19 (7-1=Pk) Dufault, 53:27 (8-1) Josephs, 55:29 (9-1) Fulton
Tiri: 59-25
Germania – Finlandia 1-0 (0-0, 1-0, 0-0)
Reti: 39:52 (1-0) Byszio
Tiri: 24-28
Germania – Svizzera 4-2 (3-0, 0-0, 1-2)
Reti: 02:35 (1-0) Janzen, 07:19 (2-0) Port, 10:17 (3-0) Janzen, 45:26 (3-1) Kamber, 59:11 (3-2=Pp) Stalder, 59:38 (4-2=Vuo) Janzen
Tiri: 22-32
Finlandia – Canada 0-6 (0-2, 0-2, 0-2)
Reti: 05:34 (0-1) Robson, 07:58 (0-2=Pp2) Stacey, 32:15 (0-3=Pp) Zgraja, 34:52 (0-4) Stacey, 49:10 (0-5=Pp) Davidson, 58:28 (0-6=Pp) Kosta
Tiri: 10-59

Prossimi incontri:
Svizzera – Finlandia (4 gennaio ore 15:00)
Canada – Germania (4 gennaio ore 18:30)

.     P.ti G V V+ P+ P +/-  gol
Canada   6 2 2  0  0 0 +14 15:1
Germania 6 2 2  0  0 0  +3  5:2
Filandia 0 2 0  0  0 2  -7  0:7
Svizzera 0 2 0  0  0 2 -10  3:13

____________________________

Girone B, Stora Mossen arena
USA, Svezia, Rep. Ceca, Giappone
USA – Rep. Ceca 11-0 (2-0, 5-0, 4-0)
Reti: 06:12 (1-0) Pelkey, 18:03 (2-0=Pp) Carpenter, 20:53 (3-0) Pelkey, 22:00 (4-0) Sylvester, 27:18 (5-0) Brandt, 27:47 (6-0) Daniels, 32:11 (7-0) Ness, 41:34 (8-0) Pelkey, 46:24 (9-0=Pp) Brandt, 52:04 (10-0) Darkangelo, 59:13 (11-0=Pp) Pfalzer
Tiri: 75-8
Svezia – Giappone 2-1 (1-1, 1-0, 0-0)
Reti: 01:10 (1-0) Peterson, 12:17 (1-1) Moritake, 27:17 (2-1=Pp) Martinsson
Tiri: 41-19
Giappone – USA 1-7 (1-2, 0-2, 0-3)
Reti: 06:18 (1-0=Pp) Toko, 07:15 (1-1) Field, 18:10 (1-2) Pfalzer, 23:47 (1-3) Daniels, 31:05 (1-4) Carpenter, 45:35 (1-5) Darkangelo, 45:51 (1-6) Marvin, 56:18 (1-7) Mcmillen
Tiri: 7-76
Svezia – Rep. Ceca 3-2 (1-1, 1-1, 1-0)
Reti: 00:36 (0-1) Solnickova, 07:04 (1-1) Peterson, 23.49 (2-1) Martinsson, 39.59 (2-2) Kaplanova, 47.26 (3-2=Pp) Backlin
Tiri: 42-28

Prossimi incontri:
Rep. Ceca – Giappone (4 gennaio ore 16:00)
USA – Svezia (4 gennaio ore 19:30)

.     P.ti G V V+ P+ P +/-  gol
USA      6 2 2  0  0 0 +17 18:1
Svezia   6 2 2  0  0 0  +2  5:3
R.Ceca   0 2 0  0  0 2 -12  2:14
Giappone 0 2 0  0  0 2  -7  2:9

freccia dx Mondiali U20   Il ruggito di Svezia e Finlandia. Gli USA rischiano con la Svizzera Calendario completo, albo d’oro e formazione svizzera