il Milano chiude il 2010 con una sconfitta contro le Wild Goose e perde il quarto posto

di Groden

Hockey Milano Rossoblu-H.C. Egna 2-3 (2-1; 0-1; 0-1)

Dopo le due sconfitte con Vipiteno e Gherdeina, il Milano incontra la terza forza del campionato, Egna, per tentare di consolidare il quarto posto in classifica. Un’assenza importante nel roster milanese; infatti rimane fermo ai box Matt Dias, per infortunio.
Le Wild Goose si presentano al completo e con al seguito un gruppo di tifosi molto rumorosi.
Partita nervosa e dura fin dai primi minuti dove i giocatori in campo non si fanno di certo i complimenti, ne fanno le spese per penalità fin da subito Perna, Bertignoli e Johnson.
I primi pericoli vengono da Lo Presti, Caletti, Tomasello e Migliore per i Rossoblu e Perna, Chelodi e Pellettier per gli ospiti.
All’11.45 arriva il vantaggio del Milano con Caletti pronto a raccogliere una respinta dell’estremo altoatesino su tiro di Migliore.

Passano solo 7 secondi e gli ospiti pareggiano con Chelodi su assist di Gilmozzi.
Dopo un pericolo passato da Della Bella che respinge un tiro di Donati e ancora la squadra di casa a realizzare con Wunderer pronto a raccogliere il disco respinto da Rizzi su tiro ancora di Migliore.
Il finale del tempo è tutto targato Milano con pericoli creati da Caletti, Peruzzo, Stimpfi ma è bravo Rizzi a non farsi sorprendere.

Il secondo drittel si apre con un paio di pericoli creati dai Rossoblu con Lo Presti e Wunderer ma al 27.03 arriva il pareggio degli ospiti, in superiorità per penalità inflitta a Latin, con Donati. A questo punto arriva la reazione dei padroni di casa con Lo Presti, Delfino e Migliore ma è sempre molto bravo Rizzi a difendere la propria gabbia.
Il finale del tempo è tutto altoatesino con Della Bella bravo a fermare in sequenza Walther e Pellettier e quando non ci arriva viene aiutato dal palo su fendente di Heikkinen.

Il terzo drittel si apre con gli ospiti che trovano il goal del vantaggio di Donati con un tiro dalla blu che sorprende Della Bella.
L’Egna non molla e si rende ancora pericoloso con Chelodi, Baldo, Gilmozzi, Perna e Heikkinen.
I rossoblu non riescono a reagire e provano solo con tiri dalla blu senza troppe pretese di Ondrej in un paio di occasioni e con Wunderer e Migliore.
Il finale è caraterizzato dall’assalto del Milano con Caletti, Stimpfl e Tomasello ma non porta al risultato sperato.
Inutile il time out chiamato da coach Da Rin che richiama il proprio portiere lasciando spazio ad un uomo di movimento in più.
Ora per il Milano è previsto un turno di riposo prima del trittico esterno con Appiano, Torino e Merano, dove sarà vietato sbagliare ancora.

Reti: 11.45 Caletti, 11.52 E.Chelodi, 14.13 Wunderer, 27.03 Donati in superiorità, 41.08 Donati.