Asia Cup 2010: la rivincita del Giappone

Va al Giappone la seconda edizione dell’Asia Challenge Cup, svoltasi al Kirifuri Arena di Nikko (nel paese del Sol Levante) dall’11 al 14 novembre 2010. L’anno scorso vinse la Cina I (i cinesi presentarono due squadre) proprio sul Giappone in entrambe le gare: quella del gironcino per 8-0 e in finale per 2-1.
Per quest’edizione la Cina ha sì vinto (ai rigori) la prima partita ma nella sfida finale ha ceduto nel  terzo tempo lasciando il trofeo al Giappone.
Nel gironcino la Cina va in vantaggio con Zhang Ben al 16:07 con un tiro tra le gambe del portiere. Il pareggio arriva verso lo scadere dell’incontro con Chiho Osawa al 55:42 che manda la gara ai rigori durante i quali è decisiva la cinese Zhang Shuang.

In finale apre le marcature a 24 secondi dalla sirena l’MVP Chiho Osawa (assist di Ami Nakamura) bucando il goalie cinese Han Danni. La Cina trova il pareggio al 22:54 con Zhang Shuang con un tiro di polso su assist di Qi Xuetin che beffa Azusa Nakaoku.
Equilibrio rotto nel terzo periodo con Saki Shimozawa in powerplay (assist di Yuka Hirano al 49:05) e Ami Nakamura (56:09) per il definitivo 3-1.

Terza incomoda la Corea del Nord che è nettamente inferiore alle due potenze dell’hockey femminile asiatico: zero reti fatte e 19 subite in due gare.

Risultati:
Giappone-Corea 12-0 (5-0, 6-0, 1-0)
Cina-Corea 7-0 (2-0, 1-0, 4-0)
Cina-Giappone 2-1rig. (1-0, 0-0, 0-1, 0-0, 1-0)
Finale: Cina-Giappone 1-3 (0-1, 1-0, 0-2)

L’edizione 2009