Agordo per riprendersi il titolo

di Marco Depaoli

Non è stata una stagione particolarmente fortunata quella conclusasi con lo scudetto perso in casa contro il Bolzano, ma i presupposti per potersi rimettere lo scudetto sul petto ci sono tutti. Inoltre le ragazze agordine, soprattutto quelle giovani, hanno un anno di esperienza in più anche internazionale dopo il torneo EWHL in giro per la Mittel Europa e il girone di semifinale di Coppa Campioni di Berlino. L’Agordo, 10 scudetti e culla dell’hockey femminile dai tempi dei duelli con l’Alleghe, cambia timoniere dopo 6 anni con la partenza dell’allenatore Milos Kupec: l’ex giocatore della nazionale cecoslovacca già in forza ad Aosta e Zoldo allenerà l’under 15 del Feltreghiaccio. Nuovo compito per un giovane trentino: Fabio Vicenzi, appena 28 anni nativo di Cavalese dal recente passato da giocatore nel Nuovo Fiemme e nel Pergine. Per questioni anagrafiche e di differente “”scuola hockeistica” aprirà sicuramente un ciclo completamente diverso ma, si spera, altrattanto vincente rispetto ai precedenti 6 anni e altrettante finali del suo predecessore.
L’Agordo è ai nastri di partenza con assenze importantissime. Agnese Tartaglione, appena 16 anni e già terza miglior marcatrice del campionato con 37 punti (25 gol e 12 assist) in 13 partite di regular season (1+1 ai play-off), ora sta lavorando sodo per scalare le linee dell’HC Ladies Lugano, campione di Svizzera e avversaria del Bolzano in Coppa Campioni.
La 21enne Eleonora Dalprà è invece in Germania a Garmisch per la Bundesliga. L’anno scorso è stata la quarta miglior marcatrice con 33 punti (20+13) in 11 partite di regular season, devastante ai play-off con 8 gol e 2 assist in 5 gare.
Fino a novembre inoltre le giallonere dovranno fare a meno per altri impegni sportivi di Sabrina Viel, “senatrice” 37enne importante punto di riferimento per la squadra. L’ex giocatrice del Valbelluna, anch’essa attaccante, l’anno scorso aveva realizzato 23 punti (11+12) in 13 partite più 3 marcature ai play-off.
Punto di diamante per l’avanguardia è rimasta la 25enne di Auronzo Federica Zandegiacomo. E’ stata il top scorer dell’ultimo campionato con 47 punti (27+20) in 13 partite e altri 4 punticini (1+3) ai play-off. Una risorsa nazionale tanto che a fine ottobre lascerà da parte la rivalità del nostro campionato per aggregarsi, con Linda De Rocco, alle Eagles lungo la scalata per la Coppa Campioni.

«Prima dell’EWCC – ci confida Federica – non avrò modo di giocare con le compagne di Bolzano, perché non riusciamo mai a far combaciare gli allenamenti dell’Agordo con i loro. Ad ogni modo farò un paio di allenamenti subito prima».

La Zandegiacomo, sorella di Alessio (ex Auronzo, Fassa in A e ora Feltreghiaccio) ha già confidenza con la piazza bolzanina avendo disputato una serie di amichevoli primaverili con una formazione canadese ma la rivalità rimane comunque alta e l’epilogo dello scorso campionato (1-0 nella serie e in vantaggio per metà partita in gara 2) non è facile da digerire.

«L’anno scorso abbiamo perso perchè siamo arrivate stanche a fine stagione… e c’è mancata anche un po’ di fortuna. Ovviamente senza nulla togliere alle avversarie che si sono comportate molto bene!».

Per sopperire alle gravose assenze sono pronte alcune giovanissime ragazze al loro esordio in serie A e alcuni aiuti dall’Asiago che quest’anno ha deciso di non presentare la squadra. Tra queste c’è il portiere Martina Caneva che si aggiungerà al duo locale Jennifer Bressan e Deborah Bergamini. Sempre da Asiago hanno dato conferma il difensore Erica Rodeghiero e l’attaccante Piera Costa. Dalle giovanili di Alleghe vestiranno la casacca giallonera la zoldana Mia Campo Bagatin e Martina Scardanzan di Falcade.

Sotto il Civetta le agordine giocheranno la maggior parte delle partite dato che la piastra di Agordo, il Tony Guadagnini di via Polane, è scoperta e per questioni termiche viene usata solo da dicembre/gennaio fino a febbraio. Oltre all’Alvise De Toni in questi giorni gli allenamenti (iniziati a metà settembre con due sedute settimanali) vengono svolti anche a Feltre, non certo comodissimo per le ragazze. Al Drio le Rive le giocatrici dell’Agordo si sono allenate assieme ai “Picchi” dell’under 26. L’unica amichevole (martedì 12) è stata disputata a Cavalese contro l’under 15 della Cornacci Tesero. In 7 giocatrici più portiere l’Agordo ha pareggiato 3-3 con la rete di Silvia Toffano e la doppietta, manco a dirlo, di Federica Zandegiacomo.

Questa stagione sarà importante anche perché a fine anno attendono i mondiali di seconda divisione in Francia. L’imperativo per l’Italia è centrare questa benedetta promozione ma non sarà per niente facile.

«Penso che anche quest’anno sarà molto dura arrivare prime, – ci dice la “Zande” #22, 7 mondiali – ma noi ci proveremo con tutte le nostre forze. Abbiamo qualche ragazza giovane che potrà partecipare e questo mi dà fiducia per il futuro. Ma se vogliamo vincere questi mondiali dobbiamo lavorare sodo da subito e sperare nell’aiuto della nostra Federazione».

Con tante stagioni sulle spalle, qual è stata la partita che ti ha emozionata di più?

«Non saprei dire quale partita mi possa aver entusiasmato di più, perché per me ogni partita è entusiasmante. Forse le primissime partite nel campionato femminile e il primo scudetto».

freccia dx LAgenda 2009/2010 dellhockey italiano  Il calendario del campionato
freccia dx LAgenda 2009/2010 dellhockey italiano  EWHL 2009-10, risultati e statistiche

[TABLE=139,0]

foto da attimirelativi.it