Dopo tre stagioni Harjula divorzia con le Oche

Arrivato quattro estati fa dal campionato danese fortemente voluto dall’ex coach Legros, il finnico Tuomo Harjula non ha prolungato il contratto con l’Egna. Attaccante veloce ed esplosivo, “Scheggia” ha realizzato nelle tre stagioni con le Oche Selvagge 159 punti (54+105) in 114 partite, top scorer della squadra agli ultimi play-off.
Nato il 17 gennaio 1978 ad Oulu in Finlandia, Tuomo Harjula è anche sportivamente cresciuto nella sua città natale facendosi le ossa tra le giovanili del Kärpät, dove vi ha militato per 6 stagioni (dal 1993 al 1999). Sempre con il Kärpät in prima divisione ha esordito in prima squadra centrando subito la promozione in SM-Liiga. Dopo altre due stagioni nella massima divisione finlandese con il Kärpät, nel 2002/03 passa all’Ässät Pori rimanendo altri due anni in SM-Liiga. Giunge l’ora di affacciarsi per la prima volta all’estero e per Harjula si aprono le porte dell’Austria. A Lustenau in Nationalliga conosce coach Legros che lo tiene tra i suoi uomini per una stagione e mezza: nel 2006 nonostante 12 punti in 13 partite il Lustenau è costretto a tagliarlo per via di un sovrannumero di transfercard. Harjula fa bagaglio per la Danimarca rimanendo anche nella stagione successiva con l’Herlev IC.

Tornato sotto gli ordini di Legros, il forte finlandese visti il suo spessore tecnico e la grande esperienza ad alti livelli (prima di Egna ha disputato 495 gare con 243 punti, 108+135) gli era anche stato affidato il settore juniores per allenare le giovani oche.

Il nuovo coach dell’Egna, Robert Wilson, non ha ritenuto che Harjula potesse essere utile al suo progetto di squadra e per questo la società non ha potuto fare altro che non rinnovare il contratto e ringraziare il finlandese.

Pochi giorni dopo per Harjula è arrivata subito la chiamata dell’austriaca EHC Bregenzerwald, formazione del Vorarlberg militante in Nationalliga. Il finlandese prende il posto di Daniel Jonsson che ha voluto tornare a casa per motivi familiari.

Stats